torna alla homepage


Un 2022 all’insegna della rinascita per Anversa


Il Museo Reale di Belle Arti di Anversa - KMSKA continua la sua corsa verso la riapertura del 24 settembre 2022 ed è oggi impegnato a collocare le 650 opere della sua collezione permanente nei nuovi spazi che, grazie ai lavori di ambizioso rinnovamento della storica struttura durati 11 anni, hanno visto aumentare del 40% la superficie espositiva. Il ri-allestimento non poteva che partire dal più grande dei Maestri che qui hanno casa: Pieter Paul Rubens con il suo Il Battesimo di Cristo che, custodito in questi anni nel deposito interno del KMSKA, dal 15 marzo è tornato nell’ala degli Old Masters del museo.

Il KMSKA è una sede di rilevanza internazionale con una delle più importanti raccolte al mondo di lavori dei Primitivi Fiamminghi, tra cui Jan van Eyck, Rogier van der Weyden, Hans Memling, ma anche capolavori di epoca barocca e l’eccellente selezione di arte moderna, con la più grande collezione di opere di James Ensor e Rik Wouters. I capolavori di questi artisti, in compagnia, tra gli altri, a Jean Fouquet, Tiziano Vecellio, Pierre Alechinsky, Amedeo Modigliani, Auguste Rodin e Marc Chagall, fanno del Museo di Belle Arti di Anversa una tappa immancabile negli itinerari turistici della città, un luogo di grande valore storico-artistico e culturale, un vivace punto di incontro e partecipazione per i cittadini.

Non è un caso quindi che, con una spiccata attenzione verso il pubblico e i residenti, il KMSKA abbia dato vita a Finest Hundred, iniziativa in cui cento visitatori, selezionati tra 5000 candidati e in rappresentanza di diverse tipologie di pubblico, hanno avuto la possibilità di scoprire in anteprima il nuovo museo e aiutare lo staff ad ottimizzare l’esperienza museale testando percorsi, informazioni, testi ed esprimendo la loro opinione per migliorare la proposta espositiva. Il nuovo KMSKA accompagna attivamente il visitatore alla scoperta della collezione, abbatte le barriere date da nazionalità, background, interessi diversi e mette al centro il dialogo e l’incontro con un’offerta inclusiva, diversificata per ogni necessità e multimediale.

Seguendo questa impronta, notevole anche l’iniziativa Artists in Residence grazie a cui ventidue artisti, gruppi e collettivi di discipline differenti, provenienti da arte, musica, danza, spettacolo, si immergeranno nella collezione del museo per cinque anni, lasciandosi ispirare da maestri antichi e moderni o dall'edificio stesso per le loro parole, musica, immagini, performance, in un profondo incontro tra arti, tempi e mondi apparentemente distanti. Gli stessi artisti avranno un ruolo essenziale durante i festeggiamenti per la riapertura del museo il 24 e 25 settembre 2022, che ha un nome che è già un programma: Most Beautiful Opening Festival.

Vivaci manifestazioni e importanti novità animano Anversa

Nel 2022 la città di Anversa è in continuo fermento, a partire dal weekend 26-29 maggio che ospita due grandi manifestazioni. La quattordicesima edizione di Taste of Antwerp, presso lo scenografico Waagnatie sul fiume Schelda, nell’area riconvertita dell’antico porto, è il luogo dove prendere una pausa colma di gusto accolti da giovani talenti della cucina, in uno dei più rinomati e raffinati festival gastronomici…gusta, guarda, vivi! Negli stessi giorni si svolge l'Antwerp Art Weekend in cui gallerie, spazi d'arte e musei si uniscono per celebrare e promuovere l'arte contemporanea con un ampio programma di attività.

In giugno un altro evento anima la città: riapre l’antico Municipio, riportato al suo originale splendore dopo 455 anni dalla prima apertura, un esempio di rinascita per Anversa e fiore all’occhiello della cultura inserito nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 1999.

Poliedrica Anversa

Dagli splendori del Seicento fiammingo - di cui porta traccia ogni angolo del centro storico - alle nuove architetture, all’alta gastronomia, alla moda, Anversa regala ogni tipo di esperienza e curiosità.
Per gli appassionati di cultura classica che desiderano combinare la visita al KMSKA con la scoperta della città barocca, non bisogna dimenticare il patrimonio di oltre 20 punti di interesse del centro storico, tra monumenti, chiese e case-musei.

Per chi ama l’aria aperta e il fascino della città portuale con le sue nuove architetture, sono completamente ristrutturate molte delle banchine sul fiume Schelda, che ospitano eventi e attività ricreative. A pelo d’acqua anche Het Steen, un’antica fortezza, oggi cruise terminal e centro visitatori della città.

Per gli appassionati di cucina, Anversa offre opportunità variegate, dall’arte culinaria raffinata e pluripremiata, allo storico birrificio De Koninck, alla visita del più grande museo del cioccolato belga al mondo, il magico Chocolate Nation.

Per gli amanti della moda la città offre percorsi di shopping per tutti, dagli showroom con capi firmati, alle boutique, ai piccoli negozi, a innovativi concept store, senza dimenticare il MoMu – Museo della Moda. Anversa è anche la capitale mondiale dei diamanti e custodisce il museo DIVA che riapre le sue sale dall’8 dicembre 2022 in cui si ammirano incantevoli diamanti, gioielli e argenti.

Maggiori informazioni sul KMSKA: https://kmska.be/en  
Ammira il ritorno di Rubens al museo in questo video 
Maggiori informazioni su Anversa: www.visitflanders.com/it 

Situazione Covid-19 in Belgio: puoi trovare le relative informazioni dettagliate sul sito del Governo Federale Belga. Ti invitiamo inoltre a far riferimento alle direttive italiane: consigliamo di consultare la sezione relativa al Belgio del sito Viaggiare Sicuri (servizio dell’Unità di Crisi della Farnesina). I cittadini italiani in partenza dall’Italia con destinazione Belgio non sono più tenuti a compilare il “Passenger Locator Form” in quanto per viaggiare all’interno dell’Unione Europea non è più obbligatorio. Le regole possono essere diverse se provieni da un altro Paese. In questo caso, ti invitiamo consultare il sito del “Passenger Locator Form”.


[home page] [lo staff] [meteo]