torna alla homepage


Riapre il Museo della Moda di Anversa: ecco il programma


Il MoMu - Museo della Moda di Anversa riapre al pubblico domani 4 settembre in una nuova veste ristrutturata e ampliata. Con la riapertura i riflettori puntano sull’intero fashion district - di cui il MoMu è il cuore pulsante - e sulla città di Anversa, che da sempre guarda al futuro.

Innovazione e avanguardia si sposano ora con consapevolezza e responsabilità, valori che sottendono tutto il programma Moda 2.021 Anversa – Moda/Consapevole, che si snocciola in diverse location a partire dal weekend di apertura fino al 23 gennaio 2022.

I nuovi spazi e l’allestimento del MoMu, le mostre temporanee che si susseguono, gli eventi e le attività puntano a offrire uno sguardo inedito, responsabile sulla moda e sulla transizione globale del settore. Il programma è rivolto agli appassionati del fashion, ma anche a un pubblico più vasto chiamato a partecipare e sperimentare in prima persona. Il MoMu diventa così ben più di un museo: un luogo di incontro e di aggregazione per i residenti di Anversa.

MoMu – le novità del Museo
Un totale di 800 m2 aggiuntivi, con 3 nuove sale dedicate alle mostre temporanee e una nella quale trova spazio la collezione permanente del museo; un caffè che porta il prestigioso nome MoMu Café by Graanmarkt 13, una nuova veste della Museum Library e il nuovo Auditorium: queste le novità che sorprenderanno chi ha visitato il MoMu prima della chiusura per restauro nel 2018. Il tutto nel rispetto del progetto originale di Marie-José Van Hee. Il nuovo MoMu non si rinnova solo negli spazi, ma si fa portatore di un messaggio di consapevolezza e responsabilità della moda. Non solo perché il settore è sempre più attento alla sostenibilità, ma anche perché lo stile dei consumatori risponde a delle scelte ben precise e coscienti. Infine, “consapevolezza" è una riflessione costante sul ruolo di Anversa quale città della moda.

Il programma prevede:

Fashion Balls. La cultura della moda in tutta la città 
05.08.2021 — 29.11.2021. Diverse location in città

Passeggiando per Anversa non passeranno inosservate le immense sfere colorate posizionate in alcuni luoghi iconici della città. Le fashion balls sono state realizzate dall’associazione Kunstenlab in collaborazione con il Dipartimento di Moda dell’Accademia Reale delle Belle Arti di Anversa, il cui direttore è un nome di fama internazionale, Walter Van Beirendonck, che fu a suo tempo allievo dell’Accademia. Chiunque lo desidera può entrare nelle sfere, avendo l l’illusione di indossare una gonna gigante. Inoltre agli studenti del Dipartimento di Moda è stato chiesto di ideare degli originali outfit per “ vestire” le sfere e tra questi 10 bozzetti sono diventati originali outfit realizzati da Rosalinde Heerkens e Aurélie Callewaert dell’atelier Trois Quarts di Anversa.
Le sfere personalizzate dagli studenti si riuniscono in una sorta di performance in un unico punto della città: De Gerlachekaai.

E/MOTION. La moda in transito
04.09.2021 — 23.01.2022. MoMu - Museo della Moda

La mostra nasce da una riflessione su come la moda abbia dato una forma tangibile all'instabilità sociopolitica della nostra epoca, dagli anni Novanta ad oggi, attraverso un costante dialogo con i momenti chiave e i passaggi critici della società. La mutevolezza dell’ideale di bellezza, la crisi economica, le migrazioni e il terrore dell’11 settembre sono alcuni dei temi che hanno ispirato la riflessione.

P.LACE.S - Il lato nascosto di Anversa attraverso i suoi pizzi
25.09.2021 — 02.01.2022. MoMu - Museo della Moda

Dalla metà del XVI alla metà del XVIII secolo Anversa ha svolto un ruolo di primo piano nella creazione e distribuzione del pizzo, eppure la città viene raramente associata a quest’arte. Questo perché – in linea con lo spirito commerciale che ha sempre caratterizzato Anversa - qui furono prodotti pizzi di diverso genere e qualità, senza una specializzazione, come avvenne invece per altre città delle Fiandre, così da poter rispondere a una clientela internazionale diversificata.
I ‘places’ (luoghi) storici di Anversa che ospitano l’esposizione hanno tutti un legame con l’arte del merletto. Il Museo Plantin-Moretus, per esempio, il museo della Stampa che fu la residenza della famiglia Plantin, possiede uno dei più antichi archivi del mondo sul commercio di pizzo. Nella casa-museo Snijders&Rockoxhuis, moda contemporanea e pizzi eccezionali sono esposti nella cornice storica della residenza secentesca in un interessante contrasto. La mostra prosegue al MoMu, con una panoramica di diversi tipi di abbigliamento e accessori, dalle camicie ai cappelli, che raccontano l’uso del pizzo nel corso degli anni fino all’utilizzo innovativo degli stilisti contemporanei che sperimentano la trasparenza attraverso la stampa 3D high-tech e il taglio laser.

Presentazione della collezione - La moda dalla collezione del MoMu
Dal 4 settembre. MoMu - Museo della Moda

Oltre 35.000 pezzi della collezione permanente del MoMu vengono esposti a rotazione nel nuovo spazio dedicato al patrimonio nazionale e internazionale del museo. Dalla moda contemporanea all'abbigliamento storico, al tessile, agli accessori.
Il primo focus raccoglie sotto il titolo di Ceci n’est pas la mode belge una selezione di abiti e accessori, documenti come inviti a sfilate e immagini archivistiche. In questa mostra ci si interroga sul significato contemporaneo del marchio “Antwerpse” (di Anversa) o “Belgische’” (belga).
Trovano naturalmente qui spazio anche "I 6 di Anversa", gli ex allievi del Dipartimento di Moda dell’Accademia Reale di Belle Arti di Anversa ( tra cui Walter Van Beirendonck, Dirk Bikkembergs, Marina Yee, Dirk Van Saene, Ann Demeulemeester e Dries Van Noten ) che posizionarono la città come una destinazione all’avanguardia nella moda a livello internazionale.

Programma ufficiale e calendario completo su: fashion2021antwerp.be

Sito del MoMu www.momu.be 


[home page] [lo staff] [meteo]