torna alla homepage


La Germania celebra il Bauhaus


Continuano le celebrazioni per il centenario del Bauhaus, il movimento che a partire dal 1919 in poco più di tre decenni rivoluzionò l'architettura, il design e l'arte in Germania e nel mondo. Dall'inizio dell'anno varie città tedesche gli hanno dedicato mostre, eventi e iniziative d'ogni tipo, altre sono in programma nei prossimi mesi. A Weimar e Dessau, le culle del Bauhaus, sono nati due musei nuovi di zecca (quello di Dessau aprirà a settembre), mentre l'archivio berlinese del movimento è in fase di ampliamento. Il viaggiatore curioso troverà altri spunti in ogni angolo della Germania questa volta, per esempio, vi illustriamo l'eredità del Bauhaus in Sassonia.

Nel regno delle fiabe a Hanau 
Hanau, vicino a Francoforte, è la città dove nacquero i fratelli Grimm: inizia qui la Strada delle fiabe che tocca i luoghi che ispirarono i loro racconti. Oltre alla casa dei Grimm, è da visitare il museo nel castello Schloss Philippsruhe con una nuova sezione dedicata ai bambini. Si chiama Grimms Märchenreich e introduce al mondo delle fiabe con postazioni multimediali e attività guidate. Ad accendere la fantasia vi sono anche una stanza degli specchi e i costumi dei personaggi fiabeschi.

Ad Amburgo con il Cirque du Soleil 
Sbarca ad Amburgo lo spettacolo del Cirque du Soleil Paramour. Ad accogliere lo scintillante musical, già protagonista a Broadway, è il palcoscenico dello Stage Theater Neue Flora, rinomato per i suoi originali show musicali. Costruito nel 1989 nello stile degli Anni Venti, il teatro è tra i più grandi e attrezzati della Germania, dotato di 2.000 posti. Lo spettacolo Paramour che da metà aprile ospita in pianta stabile è stata una delle prime produzioni realizzate dal celebre circo canadese fondato nel 1984 dal mangiatore di fuoco Guy Laliberté.

Si rinnova il sito della Loreley 
Situata nella Valle del Medio Reno, appartiene al Patrimonio UNESCO ed è considerata uno dei luoghi più romantici della Germania: la roccia della Loreley, a picco sul fiume, è una meta di grande richiamo. Ora l'area è stata rinnovata e trasformata in un parco culturale e paesaggistico. Oltre a un centro visitatori che illustra il mito della fanciulla Loreley, comprende diversi sentieri tematici e sei punti panoramici con splendida vista sull'ansa del Reno. 

Lampi del Bauhaus in Sassonia 
Anche la Sassonia si è distinta nella stagione del Bauhaus. Una delle testimonianze del famoso movimento di architettura si trova a Chemnitz, città del modernismo dove Erich Mendelssohn nel 1930 creò i magazzini Kaufhaus Schocken (oggi museo archeologico). Spettacolari le vetrate di Josef Albers nel Grassimuseum di Lipsia (1927), le pitture murali di Oskar Schlemmer nella Haus Rabe a Zwenkau (1930) e la Haus Schminke a Löbau, opera di Hans Scharoun (1933). A Lipsia il museo d'arte applicata Grassimuseum propone fino a tutto settembre una mostra sul Bauhaus in Sassonia.

La Germania in crescita 
L'anno è iniziato bene per la Germania. Dopo aver chiuso in positivo il bilancio del 2018, i dati relativi ai primi due mesi del 2019 rilevano un ulteriore andamento favorevole per quanto riguarda i mercati esteri. A gennaio e febbraio sono stati registrati 10.538.173 pernottamenti di ospiti stranieri in alberghi e campeggi, equivalenti a + 2,5% rispetto allo stesso periodo del 2018. Buona la performance del mercato italiano, con un totale 556.971 pernottamenti nel primo bimestre e una crescita del 7,6% rispetto a quello dello scorso anno. Riprende quota Berlino con un aumento del 9,9%; bene anche le regioni settentrionali e quelle costiere.


[home page] [lo staff] [meteo]