torna alla homepage


Alla Fazioli Concert Hall di Sacile al via
la rassegna "Winners 2019"


Prenderà il via venerdì 3 maggio alla Fazioli Concert Hall la rassegna “WINNERS 2019”, dedicata a giovani talenti del pianoforte premiati da prestigiosi concorsi internazionali. I concerti, che scandiranno quasi tutti i venerdì del mese di maggio, avranno inizio alle ore 19:30. Quest'anno vengono rappresentati il Jaques Samuel Pianos Intercollegiate Competition (3 maggio: JunLin Wu), il Concorso Rina Sala Gallo di Monza (10 maggio: Igor Andreev), il Concorso Alexander Scriabin di Grosseto (24 maggio: Cunmo Yin) e il Premio Venezia (31 maggio: Gabriele Strata e Giorgio Trione Bartoli, primo e secondo classificato).

Per il quarto anno consecutivo FAZIOLI e l’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia uniscono le forze per dare continuità ad un intento comune e nobile: quello di riservare uno spazio prestigioso a giovani talenti del pianoforte di diverse nazionalità. I pianisti della nuova generazione meritevoli di esibirsi nella rassegna “Winners” vengono individuati fra i vincitori di concorsi che, per precisa scelta delle rispettive direzioni artistiche, utilizzano il grancoda FAZIOLI. Ma non è certo questo l’unico criterio: per poter disporre di adeguate rassicurazioni sul livello dei giovani artisti da convocare a Sacile, ci si rivolge a competizioni dove al candidato viene imposto per regolamento di sostenere l’esecuzione di importanti repertori e di sapersi muovere agevolmente fra diverse epoche stilistiche. Di proposito, si prediligono infine quei vincitori che non hanno già ricevuto inviti nella nostra regione. L’esperienza degli scorsi anni ha dimostrato che si possono riporre grandi aspettative su questi talenti: finora ad ogni rassegna “Winners” sono state riservate agli spettatori autentiche bellissime sorprese. Ad ogni singolo concerto si è fatto il pieno di quella peculiare energia e freschezza tipica degli artisti che stanno vivendo l’entusiasmante momento del lancio della propria carriera.

L'augurio è che il pubblico appoggi la scelta artistica di Winners 2019, dove a fronte della mancanza di quel tipo di sicurezza che può darci il “grande nome”, si accede invece ad un tipo di emozione diversa e non meno appagante: quella di scoprire insieme nuove stelle, fare il tifo per loro e scommettere sul loro futuro.

Le prenotazioni possono essere richieste via e-mail a partire dal 15 aprile scrivendo a concert@fazioli.com. Costo del biglietto: 15 Euro. Sono previste riduzioni per studenti ed insegnanti di scuole di musica (8 Euro), Abbonati Fazioli Concert Hall e Abbonati ERT (10 Euro). Per i gruppi accreditati, è possibile godere di ulteriori agevolazioni.

Venerdì, 3 Maggio, 2019 - 19:30 JUNLIN WU

A soli quattro anni improvvisava motivi popolari alla tastiera, mentre a sei cominciava il suo percorso di formazione con Qi Li, professore del Conservatorio di Xinghai. In breve tempo, passione, facilità di apprendimento e determinazione gli hanno consentito di fare grandi progressi e di accedere al Conservatorio. Dal 2010, JunLin Wu ha vinto una serie di primi premi in numerose competizioni nazionali ed internazionali fra cui si ricordano la Seattle International Piano Competition e l’Asia Youth Music di Hong Kong. Attualmente allievo del professor Dmitri Alexeev al Royal College of Music, ha avuto l'onore di esibirsi per la First Lady cinese Liyuan Peng durante la sua visita a Londra nel 2015. Ha conseguito nel 2018 la “RCM Chappell Medal” e nell’estate dello stesso anno ha vinto il primo premio al concorso internazionale "In Musica" di Roma. Fra i maestri che lo hanno ascoltato, si annoverano fra gli altri Vladimir Ashkenazy, Yoheved Kaplinsky, Craig Sheppard e John Perry.

FRANZ JOSEPH HAYDN (Rohrau, 1732 - Vienna, 1809)
Sonata n. 32 in si minore,
op. 14 n. 6, Hob:XVI:32
- Allegro moderato
- Minuetto e Trio
- Finale. Presto

FRYDERYK CHOPIN (Żelazowa Wola, 1810 - Parigi, 1849)
Polacca-Fantasia, in la bemolle maggiore, op. 61
Notturni op. 62
n. 1, si maggiore: Andante
n. 2, mi maggiore: Lento
Scherzo n. 4 in mi maggiore, op. 54

MAURICE RAVEL (Ciboure, 1875 - Parigi, 1937)
Jeux d'eau
Pavane pour une infante défunte
La Valse

Venerdì, 10 Maggio, 2019 - 19:30 IGOR ANDREEV

La bravura tecnica e una spiccata personalità musicale gli hanno consentito di conquistare premi in importanti concorsi, fra i quali il Concours de Genève in Svizzera, UNISA Competition in Sud Africa e l’Hamamatsu Competition in Giappone. La vittoria nel 2018 del prestigioso “Rina Sala Gallo” di Monza, presieduto da Vladimir Ashkenazy, ha rappresentato il vero trampolino di lancio per la sua carriera e lo ha portato a collezionare impegni concertistici in tutta Europa e in Russia. Nato a Kaliningrad, Igor Andreev è stato ammesso giovanissimo al Conservatorio di San Pietroburgo con Vladimir Suslov. Ha continuato gli studi al Conservatorio di Berna nella classe di Tomasz Herbut, dove si è anche dedicato alla musica da camera. Nel 2017, Igor ha conseguito il Master insieme allo Tschumi Prize per il miglior laureato. Attualmente si sta perfezionando con Konstantin Lifschitz a Lucerna.

LUDWIG VAN BEETHOVEN (Bonn, 1770 - Vienna, 1827)
Sonata per pianoforte n. 30 in mi maggiore, op. 109
- Vivace, ma non troppo
- Prestissimo
- Andante molto cantabile ed espressivo

ROBERT SCHUMANN (Zwickau, 1810 - Endenich, 1856)
Symphonische Etüden Op.13 (1834-1837)
- Thema – Andante
- Etüde I (Variation 1) – Un poco più vivo
- Etüde II (Variation 2) – Andante
- Variation III (op.posth) – Allegro
- Etüde III – Vivace
- Variation I (op.posth) – Andante, Tempo del tema
- Etüde IV (Variation 3) – Allegro marcato
- Etüde V (Variation 4) – Scherzando
- Etüde VI (Variation 5) – Agitato
- Etüde VII (Variation 6) – Allegro molto
- Etüde VIII (Variation 7) – Sempre marcatissimo
- Variation IV (op.posth) – Allegretto
- Etüde IX – Presto possibile
- Etüde X (Variation 8) – Allegro con energia
- Etüde XI (Variation 9) – Andante espressivo
- Variation V (op.posth) – Moderato
- Variation II (op.posth) – Meno mosso
- Etüde XII (Finale) – Allegro brillante

Venerdì, 24 Maggio, 2019 - 19:30 CUNMO YIN

Cunmo Yin ha tenuto il suo primo concerto a nove anni, pochi mesi dopo aver intrapreso gli studi di pianoforte. È stato allievo del Conservatorio di Musica di Shanghai e della Gulangyu Academy di Xiamen. Attualmente studia alla Hochschule di Hannover sotto la guida di Gerrit Zitterbart. A soli 14 anni ha registrato il suo primo CD: l’integrale degli Studi trascendentali di Liszt. I suoi concerti hanno raggiunto importanti sale in Cina, ma anche Stati Uniti e Germania. Ha collaborato con diverse orchestre, come le orchestre sinfoniche di Shanghai e Xiamen e la Longwood Symphony Orchestra. Ha conseguito il secondo premio e il premio speciale ”Freunde Junger Musiker Deutschland” del Concorso “Felix Mendelssohn Bartoldy” riservato ai migliori allievi dei conservatori della Germania. Al Concorso Scriabin di Grosseto ha conquistato sia la medaglia d’oro sia il premio speciale del pubblico.

LUDWIG VAN BEETHOVEN (Bonn, 1770 - Vienna, 1827)
Sonata per pianoforte n. 6 in fa maggiore, op. 10 n. 2
- Allegro
- Allegretto
- Presto

EDVARD GRIEG (Bergen, 1843-1907)
Lyrische Stücke, op. 43
1. Schmetterling
2. Einsamer Wanderer
3. In der Heimat
4. Vöglein
5. Erotik
6. An den Frühling

ALEXANDER SCRIABIN (Mosca, 1872 – 1915)
Sonata n. 2 in sol diesis minore, op. 19
- Andante
- Presto

FRANZ LISZT (Raiding, 1811 - Bayreuth, 1886)
Sonata in si minore per pianoforte, S. 178
- Lento assai
- Allegro energico
- Agitato
- Grandioso, dolce con grazia
- Cantando espressivo
- Andante sostenuto

Venerdì, 31 Maggio, 2019 - 19:30 GABRIELE STRATA - GIORGIO TRIONE BARTOLI

Laureatosi con il massimo dei voti e menzione d’onore presso il Conservatorio di Bari sotto la guida di Pasquale Iannone, Giorgio Trione Bartoli si è messo in luce con i premi conferitigli da competizioni internazionali, dall’Inghilterra alla Polonia, dagli Stati Uniti al Kazakhstan. È stato tra i finalisti del Concorso Busoni 2017. Ha frequentato e conseguito il diploma presso la Biennale European Arts Academy e frequenta l'Accademia Musicale Pescarese. Ha suonato in Italia, Spagna, Francia, Ungheria, Danimarca, Olanda, Germania, USA, Messico, Inghilterra, Kazakhstan, Polonia, Svizzera. La sua esperienza di solista con orchestra è iniziata già all'età di 13 anni e lo ha portato a collaborare con l'Orchestra Filarmonica "Mihail Jora" di Bacau diretta da Ovidiu Balan, l'Astana Symphony orchestra diretta da Yerzan Dautov, l'orchestra "Duchi d'Acquaviva" diretta da Dominique Rouits, l'orchestra dello stato del Messico diretta da Enrique Batiz. Per la musica da camera, collabora attivamente con il violoncellista Mauro Paolo Monopoli.

Diplomato in pianoforte al Conservatorio di Vicenza con 10 e lode e menzione d’onore sotto la guida di Riccardo Zadra e Roberto Prosseda, Gabriele Strata attualmente frequenta il Master’s degree alla Yale University con Boris Berman, dove nel primo anno di studi è risultato vincitore del "Charles R. Miller Prize" in qualità di ‘outstanding pianist’ dell’anno. Vincitore di numerosi concorsi nazionali ed internazionali, nel giugno 2016 è stato invitato dalla Presidente della Camera dei Deputati On. Laura Boldrini a prendere parte alla cerimonia per la Giornata Europea della Musica presso Montecitorio, in occasione della quale gli è stata conferita la medaglia della Camera per meriti artistici. I suoi appuntamenti per la stagione in corso prevedono recital presso sale prestigiose, quali il Royal Concertgebouw di Amsterdam e la Philharmonic Hall di Bratislava. Si è già esibito in Italia e all’estero, dal Gran Teatro La Fenice di Venezia al Theatre de l’Image et de la Photographie di Nizza, dall’Obidos Piano Festival in Portogallo al The Holland International Music Sessions di Bergen.

SERGEJ PROKOF’EV (Soncovka, 1891 - Mosca, 1953
Sonata per pianoforte n. 8 in si bemolle maggiore, op. 84
- Andante dolce. Allegro
- Andante sognando
- Vivace

FRANZ LISZT (Raiding, 1811 - Bayreuth, 1886)
Valse de l'opera Faust, S. 407
Basato su temi del II atto dell'opera Faust di Charles Gounod
(Parigi, 1818 – Saint-Cloud, 1893)

CLAUDE DEBUSSY (Saint-Germain-en-Laye, 1862 - Parigi, 1918)
Préludes, Deuxième Livre
I. Brouillards: Modéré
II. Feuilles mortes: Lent et mélancolique
III. La puerta del Vino: Mouvement de Habanera
IV. Les fées sont d'exquises danseuses:
Rapide et léger
V. Bruyères: Calme
VI. General Lavine - eccentric: Dans le style et le mouvement d'un cake-walk
VII. La terrasse des audiences du clair de lune: Lent
VIII. Ondine: Scherzando
IX. Hommage à S. Pickwick Esq. P.P.M.P.C.: Grave
X. Canope: Très calme et doucement triste
XI. Les tierces alternées: Modérément animé


[home page] [lo staff] [meteo]