torna alla homepage


Al Teatro Verdi di Trieste torna Il Barbiere di Siviglia


Il Barbiere di Siviglia torna in scena dal 3 all’11 dicembre, con le musiche di Gioachino Rossini, nel nuovo allestimento della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste. Maestro Concertatore e Direttore Francesco Quattrocchi, regia e scene di Massimo Luconi, Maestro del Coro Paolo Longo. L’opera, in due atti, su libretto di Cesare Sterbini dalla commedia di Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais, è già andata in scena al Verdi 41 volte, la prima nel lontano 1818 e l’ultima nel 2017 e rappresenta un titolo atteso dal pubblico e molto amato. Orchestra, Coro e tecnici della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste.

Il Conte D’Almaviva sarà interpretato da Antonino Siragusa e Matteo Macchioni, Figaro da Mario Cassi e Gurgen Baveyan, Rosina da Paola Gardina e Kimika Yamagiwa, Bartolo da Fabio Previati e Diego Savini. Guido Loconsolo sarà Basilio, Elisa Verzier Berta, Giuseppe Esposito Fiorello, mentre il ruolo dell’ufficiale sarà ricoperto da Armando Badia e Giovanni Palumbo.

CAST:
Francesco Quattrocchi conta su una carriera di successo in Italia e all’estero, oltre a tante prestigiose collaborazioni. Al Teatro Verdi l’ultimo impegno risale al 2017, sempre con “il barbiere”.
“E’ una gioia immensa per me tornare al Verdi - sottolinea - e in particolare con il Barbiere di Siviglia, che fa da tramite tra l’opera buffa settecentesca e l’opera del bel canto dell’Ottocento, e con una musica travolgente e strepitosa. Personalmente è una grande emozione anche perché è il primo titolo operistico che ho piacere di dirigere posto Covid, e sono felice di poterlo fare con un fantastico cast”.
Massimo Luconi dal 1985 lavora come regista e autore teatrale e televisivo, ma si è occupato anche di cinema e eventi per la cultura e la moda. Attualmente si occupa anche di un corso di regia lirica per la Fondazione Zeffirelli.
Tra gli interpreti da segnalare in particolare il lungo il legame di Antonino Siragusa con il ruolo del conte d'Almaviva, presentato già in tanti teatri, tra i quali Wiener Staatsoper, Staatsoper e Deutsche Oper di Berlino, Opéra National de Paris, Bayerische Staatsoper di Monaco, Hamburgische Staatsoper, De Nederlandse Opera di Amsterdam, New National Theatre di Tokyo, NCPA di Pechino, Opera Company of Philadelphia, Teatro del Maggio Musicale Fiorentino.

LE DATE: il Barbiere di Siviglia andrà in scena il 3 e 4 dicembre alle 20.30, il 5 dicembre alle 16, il 7 e il 9 dicembre alle 20.30 e l’11 dicembre alle 16. 

BIGLIETTERIA: è aperta da martedì a sabato dalle 9 alle 16. Domenica dalle 9 alle 13:30, chiusa domenica e nei giorni festivi. Il numero verde 800 898 868 è attivo dalle 9 alle 21. A disposizione anche l’email boxoffice@teatroverdi-trieste.com

MISURE DI SICUREZZA: Le disposizioni introdotte dall'ultimo decreto legge in materia di contenimento e prevenzione della pandemia da Covid-19 sono già entrate in vigore in Friuli Venezia Giulia da lunedì 29 novembre, saranno quindi valide già per gli spettacoli de Il Barbiere di Siviglia. Nessuna limitazione, nemmeno transitoria, nell'accesso a spettacoli​, per chi ha già avuto il Covid da meno di 6 mesi o si è sottoposto a vaccinazione entro i 12 mesi precedenti. In attesa dell'aggiornamento informatico che, a livello nazionale, porterà al rilascio del "super Green Pass" digitale con relativo Qr code, servirà esibire all'ingresso il certificato vaccinale o quello di avvenuta guarigione in versione cartacea. Resta in vigore l’obbligo di indossare la mascherina ffp2 o ffp3 durante tutto lo spettacolo.


[home page] [lo staff] [meteo]