torna alla homepage


Piccolo Teatro Città di Sacile: torna Scenario


Se il 2019 segnerà il 50° della compagnia del Piccolo Teatro Città di Sacile, allora la nuova Stagione non potrà essere che una lunga festa in omaggio al “Piccolo Teatro Anniversary”: un “Palco d’Oro” che proprio il cartellone di Scenario aprirà dal 13 gennaio come primo appuntamento di un anno dedicato a “diffondere la conoscenza e l’amore per il teatro”. Un percorso che sarà ancora una volta sostenuto dalla Città di Sacile e dalla Fondazione Friuli, in collaborazione con le Associazioni ADOfvg e AFDS di Sacile insieme all’UTE di Sacile e Altolivenza, e con la Banca di Cividale.

Spettacoli, reading e Cinceclub teatrale terranno compagnia al pubblico fino al 16 febbraio, con una serie di titoli da non perdere: la scelta infatti ha privilegiato alcuni “classici” del palcoscenico, ma riletti attraverso la verve e l’inventiva delle migliori Compagnie del Triveneto, ed alcuni testi scritti, o ambientati, proprio negli anni Sessanta, quelli che videro la fondazione ufficiale del gruppo sacilese con il nuovo nome, che sancì la nascita dell’Associazione attuale, dalla tradizione pluridecennale della Società Filodrammatica Sacilese (attiva fin dai primi del Novecento).

Vedremo dunque al Teatro Ruffo di Sacile il nuovissimo Molière del Teatro dei Pazzi nel pirotecnico “Cornuto immaginario” (16 febbraio), il Feydeau trasportato dal Teatro Stabile del Leonardo nella Treviso del 1960 come “Sartor par femene” (26 gennaio), in dialetto e con uno sguardo graffiante non lontano da quello del famoso film di Germi “Signore e Signori”; ed ancora il divertente Goldoni del Piccolo Teatro, ancora sospeso tra maschere e teatro borghese, ne “La famiglia dell’antiquario” (19 gennaio), e la trasposizione triestina del copione di Athos Setti “La fortuna si diverte”, con il nuovo titolo “Viva l’A… che numeri!” (2 febbraio) degli ex-Allievi del Toti di Trieste, vincitori assoluti dei Premi assegnati dal pubblico nella passata stagione. Infine la riscoperta di un testo di Aldo De Bendetti, una sorta di divertente “commedia fantozziana ante-litteram” dal titolo “Il libertino” (9 febbraio), proposta dalla Compagnia Nautilus di Vicenza.

Tre i titoli del Cineclub per le domeniche di febbraio nella sede UTE di Borgo San Gregorio, tutti in omaggio alla magia del palcoscenico: “Eva contro Eva”, fulm-cult del 1950 con Bette Davis e Anne Baxter, “Chiedimi se sono felice” di e con il trio Aldo Giovanni e Giacomo alle prese con una strampalata messa in scena di Cyrano; “Molière in bicicletta”, deliziosa commedia francese con uno strepitoso Fabrice Luchini.

Apertura il 13 gennaio intorno ad un altro Anniversario, quello dei 110 anni dal Manifesto del Futurismo, unica tra le Avanguardie storiche del Novecento ad essere nata in Italia, nel 1909: un reading iperbolico e scoppiettante che introdurrà al primo brindisi teatrale del Nuovo Anno.

Rinnovo abbonamenti e prenotazione spettacoli dal 13 gennaio (tel. 366 3214668 – piccoloteatrosacile@gmail.com).

Ingresso libero per il Cineclub e l’evento di apertura.

Programma completo e info: www.piccoloteatro-sacile.org


[home page] [lo staff] [meteo]