torna alla homepage


ScenarioEstate: dal 29 giugno con il Piccolo Teatro nell'Alto Livenza


Una nuova Stagione estiva è pronta anche quest’anno a far compagnia al pubblico di “Scenario” lungo gli itinerari dell’Alto Livenza: Sacile, Polcenigo e Budoia sono le tappe di questo percorso ideato e promosso dal Piccolo Teatro Città di Sacile, che privilegia cortili, giardini e scorci di verde, per mettere in scena storie antiche e moderne di sentimenti ed emozioni, di risate e batticuori, di fantasie, cronache o frivolezze, da godere insieme sotto le stelle.

Grazie al patrocinio e sostegno delle rispettive Amministrazioni comunali, insieme all’ADOfvg Associazione Donatori Organi, sezione di Sacile, la stagione di “Scenario d’Estate” si compone quest’anno di sei appuntamenti, dal 29 giugno al 2 agosto, con titoli adatti a tutte le età.

Autori classici e contemporanei, vicende in costume o tratte da una verosimile attualità sono stati scelti infatti per offrire una varietà di stili, ambientazioni, parlate e dialetti su trame leggere ma non banali, che intrecciano diversi modi di stare sul palcoscenico, sempre però soprattutto per passione e divertimento.

Si comincia da Sacile, dove in Borgo San Gregorio aprirà la rassegna giovedì 29 giugno il Tarvisium Teatro di Treviso, con un divertente adattamento in salsa veneta della commedia “IL CLAN DELLE VEDOVE” di Ginette Beauvais Garcin.

"Vacanze... a remengo", ma solo a teatro! La Compagnia dei Giovani – L’Armonia di Trieste ospite di “Scenario d’Estate” a Sacile giovedì 6 luglio con un divertente testo dialettale… contro la sfortuna estiva!

Qual è uno dei peggiori incubi estivi?... quello di esser pronti per partire in vacanza e, proprio sull’uscio di casa, essere bloccati da qualche imprevisto che rischia di far saltare i tanto agognati piani di villeggiatura e relax! Ad “esorcizzare” in allegria questa incombente sfortuna ci prova la Compagnia dei Giovani – L’Armonia di Trieste, che sarà ospite di “Scenario d’Estate” giovedì 6 luglio a Sacile in Borgo San Gregorio con l’eloquente commedia dal titolo “VACANZE… A REMENGO”.

Per il secondo appuntamento della rassegna, organizzata dal Piccolo Teatro con il patrocinio e sostegno dell’Amministrazione comunale insieme alla sezione di Sacile dell’ADOfvg Associazione Donatori Organi, questo spassoso testo, condito dalla simpatia del dialetto triestino, porta dritto dentro lo spirito delle ferie estive, quando ormai le valigie son pronte e il taxi per l’aeroporto attende in strada la spensierata comitiva. Tutto sembra filare liscio, finché un arrivo inaspettato dell’ultimo minuto, con tutto ciò che ne consegue, farà saltare i piani degli sfortunati protagonisti, che dovranno fare di tutto per evitare che le loro vacanze vadano a... remengo! Una commedia fresca e originale, che invita il pubblico a lasciarsi coinvolgere in un viaggio esilarante e dal ritmo incalzante con destinazione il divertimento.

Inizio spettacolo alle ore 21.15, con riparo al Teatro Ruffo in caso di maltempo.

Ingresso con biglietto unico di 5 euro (gratuito fino a 12 anni).

In una sera di mezza estate, il teatro in costume goldoniano prende vita nella corte di un’antica residenza, aggiungendo una nota insolita d’incanto e suggestione: questo propone il Piccolo Teatro di Sacile per sabato 8 luglio con “L’Antiquario… in Giardino”, speciale messa in scena della commedia “La famiglia dell’antiquario”, proposta dalla stessa Compagnia nel sito di Palazzo Salice Scolari a Polcenigo.

L’evento, organizzato grazie al sostegno dell’Amministrazione comunale e all’ospitalità della storica dimora, proporrà dunque un allestimento originale, appositamente realizzato per questo luogo, nel quale gli attori si muoveranno utilizzando la scenografia naturale del Palazzo e dei suoi annessi, aperti sul panorama pedemontano di uno dei “Borghi più belli d’Italia”. Qui le disavventure finanziarie del Conte Anselmo, antiquario dilettante, e della sua sgangherata famiglia, tra servi fin troppo astuti, donne di casa in eterna competizione, cavalieri e dame di dubbia reputazione, saranno messe in scena con il pregio di un’ambientazione di sicuro fascino sotto le stelle. Una serata unica, da godere comodamente seduti in una platea speciale, tra il verde dei giardini e delle colline lungo il Livenza.

Inizio spettacolo alle ore 21.15, con rinvio a domenica 9 luglio in caso di maltempo.

Ingresso con biglietto unico di 5 euro (gratuito fino a 12 anni).

Particolarmente accattivante la pièce che sarà protagonista giovedì 13 luglio in Borgo San Gregorio, nella messa in scena del Gruppo Teatrale Caorlotto capitanato da Narciso Gusso: “CAMERA A ORE” è il titolo scelto dalla Compagnia per una serata all’insegna del puro divertimento in dialetto.

La brillantissima riscrittura del testo di Elisabetta Squarcina (dalla commedia originale di Fritz Wempner) racconta infatti delle disavventure di una coppia di tranquilli pensionati alla ricerca dell’ “inquilino ideale” per una semplice camera in affitto. Augusto e Ida pensano infatti di arrotondare il misero assegno INPS mettendo a disposizione una stanza nel loro appartamento, tramite un annuncio sul giornale. L’idea sembra buona, ma i risultati porteranno ad una serie di comici equivoci, fraintendimenti e colpi di scena, finché i due padroni di casa non riusciranno a trovare la soluzione giusta… per ogni cosa! 

La serata è organizzata con il patrocinio e sostegno dell’Amministrazione comunale e dell’ADO-Associazione Donatori Organi FVG, sezione di Sacile, partner della rassegna.

Inizio spettacolo alle ore 21.15, con riparo al Teatro Ruffo in caso di maltempo.
Ingresso con biglietto unico di 5 euro (gratuito fino a 12 anni).

Ultimo scorcio di Stagione riservato al paesaggio pedemontano di Budoia, con due invitanti appuntamenti allestiti nell’Area festeggiamenti del Comune: mercoledì 26 luglio una nuovissima produzione del Teatro della Sete di Udine, firmata dalla verve Martina Boldarin e Caterina Di Fant, scatenate interpreti dello spettacolo “FINCHÉ MORTE NON CI SEPARI”, divertente confronto tra due coniugi, con prole, al 30^ anniversario di matrimonio, tra ripicche, siparietti, tradimenti e manie, sul commento musicale delle più famose canzoni di Mina.

Chiuderà il sipario mercoledì 2 agosto la Compagnia Vittoriese del Teatro Veneto con una delle più applaudite commedie del repertorio veneto del Novecento: “TOMMASO LARGASPUGNA, IL CANDIDATO” di Arnaldo Fraccaroli, divertente (ed ancora attuale) satira di una certa vuota politica… di strapaese.

Inizio spettacoli alle ore 21.15. In caso di maltempo, riparo al Teatro Ruffo per le serate di Sacile e al Teatro di Dardago per Budoia. Lo spettacolo di Polcenigo sarà invece rinviato a domenica 9 luglio, stesso luogo e orario. Per tutte le serate: ingresso con biglietto unico di 5 euro (gratuito fino a 12 anni).

Info: tel. 366 3214668 – www.piccoloteatro-sacile.org  

Giovedì 29 giugno primo evento in cartellone, per iniziare “con brio” la nuova Stagione sotto le stelle, la commedia “IL CLAN DELLE VEDOVE” di Ginette Beauvais Garcin, interpretato sul palco di Borgo San Gregorio a Sacile dal Tarvisium Teatro di Treviso, con regia e coreografie di Michela Cursi e Aliona Chirita.

Divertente il riadattamento con tipica ambientazione veneta di questa celebre pièce, dai toni assolutamente brillanti. Dopo la morte del marito Fosco, Rosa Boscolo viene accolta dalle amiche nel “clan delle vedove”, donne rimaste sole ma indomitamente convinte che la vita riservi ancora delle sorprese. E infatti a movimentare l’idilliaco ricordo del perduto quadretto domestico, ecco arrivare Sofia Bellon, amante di lunga data del defunto e madre di due figlie gemelle. Equivoci, gag, scompiglio e baraonda metteranno alla prova le quattro amiche, per scoprire alla fine che la vita continua, per chi sa essere giovane dentro.

Inizio spettacolo alle ore 21.15, con riparo al Teatro Ruffo in caso di maltempo.

Ingresso con biglietto unico di 5 euro (gratuito fino a 12 anni).


[home page] [lo staff] [meteo]