torna alla homepage


Aperitivo letterario con Pietro Spirito al cafè Rossetti
per la rassegna "Largo Giorgio Gaber 2:
sei autori in cerca del personaggio"

Giovedì 19 luglio alle ore 19.30 lo scrittore dialogherà con Daniela Matrònola del personaggio Gabriele, protagonista del suo libro "Il suo nome quel giorno" (Marsilio Editore). Ingresso libero

Si conclude giovedì 19 luglio alle ore 19.30 nell'ambito di CafèRossetti Cultura eventi letterari ed altro, la nuova rassegna, "LARGO GIORGIO GABER 2: SEI AUTORI IN CERCA DEL PERSONAGGIO. Pomeriggio intimo e disinibito fra sei scrittori e i loro personaggi" (da un’idea di e con Alberto Gaffi).

Protagonista dell'incontro conclusivo del ciclo, sarà lo scrittore e giornalista Pietro Spirito che dialogherà con la critica e scrittrice Daniela Matrònola del personaggio Gabriele, protagonista del suo libro " Il suo nome quel giorno" ( Marsilio Editore).

Ingresso libero, prenotazione consigliata allo 040 573143.

Evento facebook: https://www.facebook.com/events/273080776785035/ 

L'autore
Pietro Spirito , nato a Caserta nel 1961, vive a Trieste. È giornalista delle pagine culturali de Il Piccolo. Collabora con la Rai per programmi radiofonici e televisivi. Tra i suoi libri più conosciuti: Le indemoniate di Verzegnis (Guanda 2000, Premio Chianti), Speravamo di più (Guanda 2003, finalista al Premio Strega), Un corpo sul fondo (Guanda 2007), Il bene che resta (Santi Quaranta 2009), L’antenato sotto il mare (Guanda 2010). Fra i reportage ha pubblicato Squali! Viaggio nel regno del più grande predatore di tutti i mari, diario di una spedizione in Sudafrica (Greco&Greco, 2012) e Nel fiume della notte, viaggio dalle sorgenti alla foce del Timavo, tra Italia e Croazia (Ediciclo, 2015). 

Pietro Spirito riapre le storie degli ultimi, i profughi istriani, abbandonati dalla Storia e dalla memoria, in un romanzo che è una doppia ricerca di sé: una donna cerca la madre, un uomo cerca se stesso. Il destino sorprenderà entrambi.

Giulia vive in Sudafrica, dove è cresciuta presso una famiglia italiana benestante. Alla morte di quelli che ha creduto essere i suoi genitori ha saputo di essere figlia di una donna italiana, d’origine dalmata, che l’ha concepita casualmente, 45 anni fa, in un campo profughi, e per miseria e disperazione l’ha venduta. Giulia usa l’internet, cerca persone che, a Trieste e dintorni, possano aiutarla: cultori di storia locale, archivisti, organizzazioni dalmatiche e così via. Scrive messaggi in bottiglia. Un impiegato della Cassa pensionistica marittima le risponde. Decide di aiutarla. Comincia così un viaggio a ritroso nel tempo, a tratti commovente, a tratti penoso, sempre misterioso. 

«Pietro Spirito conduce un corpo a corpo con la realtà attraverso una divertita libertà stilistica e narrativa». Antonio Spadaro

La rassegna
La perifrasi del famoso testo Pirandelliano fa da titolo allo start di una stagione annuale di eventi culturali presso il CaféRossetti che vuol non essere episodica. Come si farà anche più avanti, si comincia “a tema” con sei appuntamenti per presentare sei libri editi da importanti editori in cui lo scrittore e un critico daranno conto di come più voci, più stili, più soggetti si sono trovati tutti a confluire nella ricerca e definizione letteraria del “personaggio” quale motore della costruzione dell’opera anzichè parte di una storia ed ad essa subordinato. Si tratta di un (difficile) genere di espressione artistico narrativa (maestro fu Simenon nei suoi romanzi) che coglie il lettore all’inizio impreparato ma poi curioso ed infine legato non al “come finisce” ma al “perché” quel personaggio ha quella predestinata vita sulla carta stampata che tanto appare simile alla vita che ci circonda. Il “perché” di Pirandello, appunto.

“Come lo scrittore Italo Svevo, diede indipendenza al personaggio dalla trama donandogli una vita autonoma dalla storia incidentalmente raccontata - spiega l'ideatore e curatore, Alberto Gaffi - sei scrittori confesseranno d’esser stati impossessati dai loro personaggi”.
La prima edizione di questa rassegna dove gli scrittori incontrano i loro personaggi si svolgerà fino al 19 luglio 2018 dalle ore 19.30 sotto forma di Aperitivo Letterario.

L'intervistatrice
Daniela Matrònola, critica e scrittrice nata nel 1961 a Cassino, vive ed opera a Roma. Lavora nel campo letterario militante sia inglese che italiano, collabora a varie testate nazionali e a diversi blog del settore.
Ha pubblicato diversi libri di narrativa e poesia e per Manni (Lecce), RP libri e Firenze Libri. 


[home page] [lo staff] [meteo]