di Edoardo Gridelli


torna alla homepage


Presentata la 36ª stagione de "La Contrada"


E siamo arrivati alla 36ª stagione de "La Contrada" e come avevamo già informato il teatro Bobbio, e con esso il teatro dei Fabbri,il Mibact Ora, con il nuovo triennio 2018-2020 di applicazione, il Mibact, il Ministero per i beni e le attività culturali riclassifica il Teatro stabile sia l’attività di produzione teatrale sia la gestione delle sue sale,dunque il Bobbio e il Teatro dei Fabbri. ora è centro di produzione teatrale e non solo Impresa di produzione teatrale. Non per nulla la stagione 20182019 la si è voluta chiamare " Insieme abbiamo fatto centro". Questo è il giusto riconoscimento al teatro, a tutta la direzione, in primis alla presidente Livia Amabilino, a tutti gli attori, registi, sceneggiatori e tutto il personale di questo centro di produzione che per anni si sono prodigati anche con pochi introiti a far affermare questo teatro in tutta Italia con le sue produzioni anche in dialetto triestino, come anche sottolineato dall'assessore ai teatri del Comune di Trieste, Serene Tonel, che durante la conferenza stampa ha voluto sottolineare la sua soddisfazione di vedere i cartelloni della" Contrada" affissi a Milano per la produzione interamente triestina e nel Bobbio della commedia "Le basabanchi".

Nella conferenza stampa di presentazione anche l'assessore regionale alla cultura e allo sport Tiziana Gibelli, ha voluto sottolineare che il teatro fin da quando è nato, da Sofocle a Eschilo, ha sempre rappresentato uno squarcio veritiero e molte delle volte impudente sulla realtà di ogni giorno, e che questo non fa solo cultura, ma offre deve offrire uno spazio di meditazione anche sul mondo attuale in cui noi viviamo. Inoltre ha ribadito che qui non vi è la necessità di creare sinergie con gli altri teatri, perché sono già esistenti e presenti a questa conferenza stampa. La Gibelli ha sottolineato che finalmente il teatro si è dotato di una rampa d'accesso direttamente dall'entrata principale dichiarando che il merito principale è stato comunque del precedente assessore Tonel.

Scatenata ma forse un po' emozionata anche per il riconoscimento del Mibact la Presidente Amabilino, ha iniziato a illustrare assieme al Direttore organizzativo Diego Matuchina in seconda battuta, il nuovo cartellone.

Se compreso ben presto quest'entusiasmo dalle proposte che sono state inserite quest'anno per il pubblico del Bobbio.

Si parte subito ancora con Andrea Fulin, sceneggiatore e regista della commedia dialettale "Basabanhi rèpete" con Ariella Reggio, la prosecuzione teatrale delle "Basabanchi" dell' altro anno che ha riscontrato un'enorme successo tanto da iniziare venerdì 19 ottobre (tagliando rosso) per poi proseguire dal 26 al 31 ottobre con repliche fuori abbonamento. Per chi ha visto come noi la prima parte di questa divertentissima e irriverente commedia, non ci resta che aspettare il 19 ottobre per vedere in scena le favolose Sorelle della Beata Pinza.

Dal 9 al 14 novembre (tagliando rosso) sarà di scena "Un autunno di fuoco" per regia di di Marcello Cotugno, che vedrà impegnata Milena Vukotic con Maximilian Nisi, un'altra produzione della Contrada. Una delicata e pungente avventura narrativa di un ex artista che non desidera altro di poter vivere il resto della sua vita nella propria casa e non in una una casa di riposo. Qualcuno le sarà d'aiuto a convincere tutti e tre i figli ad esaudire il suo giusto desiderio.

Fuori abbonamento venerdì 16 novembre potremo assistere all'omaggio che Silvia Priori offre alla protagonista di Madame Butterfly, non tanto dal libretto per l'omonima opera di Puccini ma sugli scritti di David Belasco. E sarà la stessa Silvia Priori accompagnata da soprano Kaaoru Saito, per la regia Kuniakl Ida delle musiche di Robert Gorick, a svelarsi l'emotività e l'intimità nell'affannosa ricerca di un appiglio mentale per dare ancora forza alla speranza del suo amore e col tempo pian piano svanisce.

Parlando di musica anche qui quest'anno sono in cartellone due grossi concerti il Patty Pravo Tour prevista per giovedì 22 novembre. Tour che prevede anche un concerto all'arena di Verona.

Sabato 16 marzo 2019 sarà invece la volta d Dodi Battaglia e componente dei Pooh, a farci ripercorrere quarant'anni di musica italiana e quarant'anni di ricordi.

Giuseppe Fiorello, visto l'enorme successo che ha riscosso col suo spettacolo musicale "Penso che un giorno così..." Dedicato a Domenico Modugno, e vista l'enorme richiesta di poter assistere a questo spettacolo, il 23 e 24 novembre, fuori abbonamento, sarà presente al Bobbio, un giusto doveroso omaggio a un cantante e quasi un simbolo dell'Italia stessa.

Per la serie "I comici" piece teatrali di puro divertimento, dall'eterea e fiabesca comicità del nostro duo preferito ALE&FRANZ in scena mercoledì 28 novembre a Natalino Ballasso e Marta Dalla Via in programma venerdì 25 gennaio 2019 mentre chiuderà questo triste Giuseppe Gaiacobazzi mercoledì 20 marzo 2019.

Primo tagliando blu da venerdì 30 novembre con "Miss Marple - Giochi di prestigio" con Maria Amelia Monti, che ha promesso, e quando lo fa mantiene, una Miss Marple del tutto diversa e inaspettata da quella che noi ci ricordiamo l'adattamento è di Edoardo Erba su un racconto chiaramente di Agatha Christie, con la regia di PierPaolo Sepe.

Dicembre inizia da venerdì 7 (tagliando rosso) con una commedia nata per sbaglio o quasi, è nata in un pub di Londra da quattro amici e portata al successo quasi immediatamente per la sua ilarità comicità fatta di paradossi, contraltare di battute e dal ritmo incessante. Il titolo? "CHE DISASTRO DI COMMEDIA", talmente disastrosa e così siamo a tutti i lettori di andarsela a gustare.

Sempre per la musica, ma musica internazionale questa volta, venerdì 14 dicembre la "Roderick Giles & Grace" - Fospel Group, ci incanterà anche per la suo repertorio perché basandosi sempre sul gospel, interpreta e fa sua musica ed armonie di diversi stili e generi musicali e così affermato e talentuoso come gruppo, che ha suonato al Campidoglio e alla Casa Bianca negli Stati Uniti d'America.

Sempre fuori abbonamento domenica 16 dicembre iniziano con il musical "Gli elfi di Natale" le rappresentazioni dei family shiow, con la compagnia FANTATEATRO. È evidente che la data non è stata scelta a caso, un anticipo di Natale con musica divertimento danze vertiginose per uno spettacolo con ottimi effetti speciali che offrono illusioni di magia e splendide coreografie che danno a grandi e piccini un'emozione in più di uno show che fa entrare lo spettatore nella magica atmosfera prenatalizia.

Per la per la parte "Arte e Danza", ritroviamo sabato 15 dicembre, Vittorio Sgarbi presenta Leonardo, dove l'eloquenza nella maestria del critico Sgarbi con la sua solita ironia ci getterà in braccio a Leonardo Da Vinci.

Secondo spettacolo andrà in scena domenica 30 dicembre e sarà un signor spettacolo vista la presenza delle "Russian Stars & Moacow State Classical Ballet" che ci doneranno uno splendido"Il lago dei Cigni " di Pëtr Il'ič Čajkovskij.

Se il 31 dicembre volete passare una buona fine è un buon inizio perché non farla teatro? Maxino, Flavio Furlan Ornella Serafini, Elisa Bombacigno e con i ballerini di Emporio Danza, vi offriranno “ 2019 LA FINE DEL MONDO Buona fine … e basta!”, con un'esilarante show tra musica gag sketch, canzoni, varietè, dove tutto si concentrerà su una fantomatica fine del mondo dove anche il pubblico potrà suggerire La prosecuzione di uno sketch, delle proprie televoto, ora improponibili fantozziani sondaggi. Il tutto chiaramente innaffiato a mezzanotte da spumante panettone.

Il 2019 inizia l'11 gennaio (tagliando blu) con “Traviata – L'intelligenza del cuore” con Lella Costa per la regia di Gabriele Vacis. Una nuova sfida per l'attrice nel confrontarsi tra parole e musica sicuramente impresa non facile se poi si vuole mixare le parole di Alexandre Dumas, il libretto musicato da Verdi di Piave, innescando pure la risata con l'umorismo sagace che contraddistingue la Costa.

Dal 18 gennaio (tagliando rosso) per la regia di Guglielmo Ferro con Daniele Pecci ritroviamo un classico della letteratura e del teatro “Il fu Mattia Pascal” di Pirandello. Non crediamo sia necessario aggiungere altro vista la qualità dell'attore del regista e la piece teatrale
dal 1 febbraio 2019 (tagliando blu) una esilarante Ambra Angiolini con accanto Matteo Cremon, per la regia di Filippo Dini ci faranno assistere a “La guerra dei Roses” di Warren Adker per la traduzione di Brancati. Luttman. Se anche non avete letto il libro sicuramente il film vi sarà rimasto nella mente con Michael Duglas e Kathleen Turner. Una lotta all'ultimo sangue tra due coniugi che credevano di aver iniziato nella nuova casa un idillio perfetto, Una piece teatrale eccezionale, come racconto stesso, per lo svolgersi degli eventi in maniera esponenziale il tutto condito da una macabra ilarità è comicità, Una commedia sicuramente da non perdere.

Come non è da perdere dall'8 febbraio 2019 (tagliando rosso) “Quartet” dove Giovanna Ralli, per la prima volta a calcare le scene del Bobbio, Giuseppe Pambieri, Paola Quattrini e Cochi Ponzoni daranno vita a questa commedia di Ronald Harwood per la regia di Patrik Rossi Castaldi, dove quattro cantanti lirici ospiti in una casa di riposo proprio per artisti tenteranno ad ogni costo e con ogni mezzo di tornare a calcare le scene di un teatro e tutta la trama, anche se tenera e delicata è ricca di ilarità e comicità garbata e gentile, del resto conosciamo bene i quattro protagonisti, splendidi attori.

Venerdì 15 febbraio fuori abbonamento troviamo un'altra produzione della Contrada con””Il maestro e Cicogno" di Maurizio Zacchigna con lo stesso autore, Francesco Godina e Enza De Rose. Un introspettivo e diverso modo di raccontare James Joice dove Cicogno l'oste raccoglie Le confidenze del romanziere ed esprime La sua intimità, nella sua osteria diventa luogo-motivo ricorrente delle fantasie di Joice dove bene e male si incontrano e si intrecciano nei giochi di parole dei due protagonisti

Domenica 17 febbraio 2019 ritorna il family show con “Robin Hood – il musical” sempre con la compagnia FANTATERATRO. E così diamo i nostri lettori di iniziare a andare a teatro con i loro figli iniziando proprio da questi spettacoli, abituandoli a concepire la storia e la vita anche se fantastica e fantasiosa in modo diverso da quello presentato da tanti film spazzatura con i soliti cartoni animati.

Dal 22 febbraio 2019 (tagliando rosso) Simona Cavallari ci presenta “Mi amavi ancora...” con Ettore Bassi per la regia di Stefano Artissuch, tratto dal romanzo di Florian Zeller, Potremo definire questo lavoro quasi un dramma introspettivo che potrebbe capitare anche noi: lo scoprire, dopo la persona amata ci ha lasciati, più che un indizio che forse non eravamo stati il suo unico amore e forse addirittura non eravamo mai stati e ci potremmo domandare se sarebbe giusto o meno scoprire fino in fondo la verità.

Sabato 2 marzo 2019 fuori abbonamento Teresa Mannino essere improvviso da una scatola o da un armadio e si trova nel nostro mondo, il mondo attuale è che ci si trovi tanto bene, La Mannino con la solita sua satira ci offre il suo modo di vedere il mondo d'oggi con la sua performance “Sento la terra girare”

Dall'8 marzo 2019 Gigio Alberti, Filippo Dini, Giovanni Esposito, Valerio Santoro, e Gennaro Di Biase per la regia di Marcello Cotugno ci faranno scoprire che forse l'amicizia è qualcosa di più che ritrovarsi a un tavolo da poker, anzi forse tutti complimenti, i favori fatti, le varie amicizie ormai compromesse da tempo proprio seduti a un tavolo si scopriranno le carte di cosa uno pensa dell'altro, si rovesceranno situazioni, ci faranno bilanci tra tradimenti menzogne proprio nella notte di Natale. “Regalo di Natale” scritto da Pupi Avati forse è uno dei più significativi romanzi in cui l'autore riesce veramente a far denudare i protagonisti a mostrarsi alla fine per ciò che sono.

Da venerdì 22 marzo (tagliando blu) Lello Arena ci offre “Parenti sepenti” di Carmine Amoroso venuto alla ribalta grazie a Mario Monicelli con il suo film di cui porta lo stesso nome, Una commedia agrodolce in cui un Natale in famiglia che dovrebbe portare dolcezza, conforto e serenità viene compromessa da una richiesta dei vecchi genitori, Sicuramente una piece che rende bene l'idea della solitudine, della vecchiaia ed i miei sentimenti, se ce ne sono,.

Venerdì 29 marzo fuori abbonamento Gepi Cucciari ci presenta ”Perfetta”. Un monologo nato da una formidabile idea di Mattia Torre di cui in scrittore e regista. Vogliamo semplicemente accennare che la Cucciari calza quest'opera alla perfezione per bravura e talento comico e ironico, Perfetta è praticamente la storia di come una donna si senta nel suo mese lunare cambiare ormoni, umore, stati d'animo e malesseri vari, Un monologo che deve essere strepitoso.

Venerdì 5 aprile fuori abbonamento ritorna Marco Cavallaro, l'attore più votato al Bobbio nell'alta stagione per la piece “Se ti sposo mi rovino”. Questa volta porterà in scena con Ramona Gargano “That's amore”un'altra incredibile storia dello stesso Marco Cravallaro, dove per una fatale coincidenza un uomo una donna appena ritornati single, si ritrovano ad aver affittato lo stesso appartamento, e da qui la fantasia di Cavallaro esplode in un divertimento assicurato.

Terzo e ultimo appuntamento domenica 7 aprile fuori abbonamento per il”Giro del mondo in 80 giorni” ancora con la compagnia FANTATEATRO, è sempre per i family show. Anche qui troveremo scene ottimamente strutturate, e l'ottima compagnia potrà offrire più piccoli emozioni e divertimento imparando anche qualcosa.

Ultimo lavoro in scena dal 12 aprile 2019 (tagliando rosso) con Nicola Pistoia e Paolo Triestino e loro stessi registi, ”La cena dei cretini” è un'opera di Francis Veber, che in qualche modo assomiglia, o gli autori hanno preso spunto per diversi film tra cui il francese del 2006 “Il mio miglior amico” dove un ricco borghese doveva dimostrare ai suoi conoscenti di avere almeno un amico nella sua vita, Mentre in questa piece teatrale ogni invitato al pranzo deve portare la persona più cretina che conosce, da qui gag in quantità, ilarità ma anche un po' di meschinità, il tutto condito con paradossi dovuti proprio a questa scommessa.


[home page] [lo staff] [meteo]