torna alla homepage


Calcio femminile, serie A: uno spento Tavagnacco
perde in casa contro il Ravenna

Friulane sottotono ma anche sfortunate: due traverse e un palo colpiti

Il Ravenna Woman espugna il Comunale di Tavagnacco sfruttando al meglio un errore della retroguardia gialloblu all’11’ del primo tempo. Friulane sottotono e incapaci di reagire, ma anche sfortunate, visto che colpiscono un palo e due traverse.

Parte in avanti in Tavagnacco che al 2’ già infiamma la tribuna del Comunale con un tentativo di mezza rovesciata da parte di Brumana. All’8’ corner di Brumana dalla sinistra, la palla taglia tutta l’area e a Cecotti, per un soffio, non riesce la deviazione di testa. All’11 vantaggio inaspettato delle ospiti, con Ferroli che si lascia scappare la palla in area dopo un tiro debole delle avversarie, dando così modo a Pugnali calciare a rete. Il Tavagnacco non si scompone e continua ad attaccare, proponendosi dalle parti di Guidi prima con Brumana, al 15’, poi con Mella al 21’. Il Ravenna si difende con ordine e riparte ma senza riuscire ad arrivare mai al tiro. Al 30’ punizione dalla sinistra di Camporese, la palla finisce sulla testa di Mella, ma il difensore gialloblu non centra la porta. Al 35’ sempre Mella viene servita in mezzo all’area da Catena: la numero 6 gialloblu tenta il pallonetto con il pallone che finisce sulla traversa. Passa un minuto ed è Frizza a cercare la deviazione vincente di testa, con Guidi che para. Al 43’ occasione per Erzen, che entra in area dalla destra e fa partire un rasoterra insidioso respinto da Guidi di piede. Sul corner conseguente, ancora la slovena cerca la via della rete colpendo di testa, ma senza fortuna. Al 45’ altro legno per il Tavagnacco, con Brumana che tenta il colpo sotto centrando il palo a portiere battuto.

Inizio di ripresa non positivo per la squadra di casa, che si fa schiacciare nella propria metà campo dalle avversarie, complice anche qualche errore di troppo nella fase di impostazione del gioco. Al 7’ mister Rossi prova a dare la scossa inserendo Elisa Polli, al rientro dopo un infortunio, al posto di una spenta Catena. All’8’ punizione dal limite per il Tavagnacco. Della battuta si incarica Brumana: la palla, deviata da un difensore delle ospiti, finisce sulla traversa. A fare la partita è il Ravenna che al 20’ si rende pericoloso con una conclusione ravvicinata di Pugnali. Un minuto dopo è Principi a provarci, ma il pallone termina a lato. Un Tavagnacco irriconoscibile rispetto alle ultime partite, fatica a proporsi in avanti, affidandosi solo a lanci lunghi o a calci piazzati. Al 32’ tentativo di Mella dall’interno dal limite dell’area, con il pallone che termina alto. Rossi manda nella mischia anche Benedetti alla ricerca del pareggio. Nel finale espulso l’allenatore del Ravenna Rizzo. Il prossimo sabato il Tavagnacco sarà ospite dell’Agsm Verona.

UPC TAVAGNACCO – RAVENNA WOMAN 0-1

UPC TAVAGNACCO: Ferroli, Martinelli, Frizza (Filippozzi), Mella, Brumana, Tuttino, Cecotti, Erzen, Catena (Polli), Mascarello (Benedetti), Camporese. All. Rossi

RAVENNA WOMAN: Guidi, Quadrelli, Alunno, Manieri, Tuccericimici, Campesi, Carrozzi (Errico), Filippi (Casadio), Principi, Pugnali, Barbaresi (Pittaccio). All. Rizzo

ARBITRO: Bonacina di Bergamo

MARCATORI: 11’ pt Pugnali

NOTE: ammonite Mascarello, Alunno, Manieri, Campesi
SPETTATORI: 200 circa


[home page] [lo staff] [meteo]