torna alla homepage


Ciclismo: è online il sito di SenzaGiro, il racconto
della corsa a tappe che non c'è, se non nelle parole
di oltre venti scrittori e giornalisti


Con la messa online del sito web si svela piano piano la natura SenzaGiro: all’indirizzo senzagiro.com sarà possibile trovare la descrizione di che cos’è questo gioco che in queste settimane si è trasformato in un progetto serio e ambizioso, e anche in un lavoro vero. Qui sarà possibile la squadra di scrittori, giornalisti, disegnatori, traduttori, sostenitori e fiancheggiatori di vario genere.

Il SenzaGiro parte sabato 9 maggio, quando intorno alle 17, verranno pubblicate la cronaca raccontata della prima tappa, la cronometro individuale di Budapest. Il narratore d’esordio sarà Marco Pastonesi, come dire: si parte a tutta. E il suo compagno di fuga illustrata sarà Federico Tramonte. Poi, ogni giorno, alla stessa ora, l’appuntamento fisso per raccontare tutto “il Giro che non c’è”, ma che si materializzerà sotto gli occhi del lettore, in forma di parole, segni e colori, e anche suoni. Quasi come se ci fosse davvero. Forse anche di più, perché, come si sa, le parole scritte e disegnate lasciano molto più spazio all’immaginazione.

Da qui alla partenza, ci sarà molto da raccontare. La presentazione della squadra, autore per autore, illustratore per illustratore. E poi, venerdì 8, una grande ouverture firmata da un’altra punta di diamante, Claudio Gregori con un pezzo dei suoi dedicato al nostro “Giro della fantasia”.

Sempre sul sito web le anticipazioni dei luoghi attraversati dal SenzaGiro con i testi e le immagini proposti dal Touring Club Italiano, nella rubrica “In giro col TCI”. E nei prossimi giorni le schede delle prime salite che affronteranno i ciclisti, nella rubrica curata da Albano Marcarini.

Nel frattempo il gruppo del SenzaGiro si è ingrossato di altri compagni di strada. Santini Cycling Wear, storica azienda di abbigliamento tecnico da ciclismo, è entrato come brand sostenitore: l’azienda bergamasca fornirà alla Cooperativa Namasté una consistente quota di mascherine da loro prodotte in queste settimane e affiancherà SenzaGiro in alcune iniziative di promozione e di raccolta fondi che sveleremo nei prossimi giorni.

Oltre a Touring Club, ci affianca un altro noto marchio editoriale che proprio in questi giorni compie trent’anni di onorata e indipendente militanza, Ediciclo Editore. Con loro prenderà vita un quiz quotidiano sulla pagine Facebook di SenzaGiro in cui si potranno vincere libri scelti dal loro vasto “catalogo a pedali”. Una testata molto seguita dagli amanti della storia del ciclismo, Biciclette d’epoca, fornirà contenuti di “repertorio” legati ai luoghi della corsa del SenzaGiro. 

A breve andrà online la rubrica “I libri di SenzaGiro”, curata dalla Biblioteca delle Biciclette Lucos Cozza di Roma, che ogni giorno parlerà di un libro tra le cui pagine si veda passare una bici.

I contenuti di SenzaGiro sono pubblicati in tre lingue: oltre all’italiano, grazie a una squadra di indomiti traduttori, ci saranno anche le versioni in inglese e spagnolo, che andranno progressivamente a implementarsi nel giro di qualche giorno.

Ma non solo, perché le narrazioni delle tappe si potranno anche ascoltare in formato podcast grazie alla collaborazione con gli attori del teatro Ferrara Off e della Web Radio Giardino, sempre di Ferrara. Nei prossimi giorni SenzaGiro annuncerà altre forme di sostegno e di collaborazione che andranno ad arricchire il “palinsesto” di offerta di contenuti, dal sito web e dai canali social di Facebook e di Instagram, ma soprattutto a dare una mano alla causa che più sta a cuore dei creatori del progetto: sostenere l’attività della Cooperativa Sociale Namasté di Bergamo. Già fin da ora è possibile contribuire liberamente al sostegno di Namasté utilizzando l’IBAN che compare cliccando sul tasto DONA SUBITO, ma a brevissimo sarà attiva una piattaforma di fund-raising che consentirà di effettuare donazioni in modo più efficace.

Insomma, SenzaGiro è pronta sulla linea di partenza. Il fatto che, guarda caso, il SenzaGiro sia andato online proprio il 5 maggio 2020, a vent’anni esatti dall’ultima fuga del grandissimo Gino Bartali ci rende ancora più felici. Noi di SenzaGiro ci sentiamo, e ci sentiremo sempre, SenzaGino.

1ª 09-mag - Budapest > Budapest (TTI) - Marco Pastonesi con Federico Tramonte
2ª 10-mag - Budapest > Győr - Andrea Schiavon con Francesco Poroli
3ª 11-mag - Székesfehérvár > Nagykanizsa - Guido Foddis con Mauro Mazzara
4ª 12-mag - Monreale > Agrigento - Daniele D’Aquila con Osvaldo Casanova
5ª 13-mag - Enna > Etna (Piano Provenzana) - Giacomo Pellizzari con Tiziana Longo
6ª 14-mag - Catania > Villafranca Tirrena - Emanuele Esaia con Riccardo Guasco
7ª 15-mag - Mileto > Camigliatello Silano - Alessandra Giardini con 2BROS Creative
8ª 16-mag - Castrovillari > Brindisi - Aldo Ballerini con Nadia Guidi
9ª 17-mag - Giovinazzo > Vieste - Marco Ballestracci con Marija Markovic 

18-mag - Prima giornata di Riposo - Santini Maglificio Sportivo: oltre mezzo secolo di maglie di Carlo Brena

10ª 19-mag - San Salvo > Tortoreto Lido - Antonio Ruzzo con Lucio Schiavon
11ª 20-mag - Porto Sant'Elpidio > Rimini - Andrea Costa con Marcus Reed
12ª 21-mag - Cesenatico > Cesenatico - Filip J Cauz con Francesco Chiacchio
13ª 22-mag - Cervia > Monselice - Silvio Martinello con Giulio Castagnaro
14ª 23-mag - Conegliano > Valdobbiadene (TTI) - Giovanni Battistuzzi con Jacopo Rosati
15ª 24-mag - Base Aerea Rivolto> Piancavallo - Stefano Rizzato con Oscar Diodoro

25-mag - Seconda giornata di Riposo - Albano Marcarini con David Diehl presenta le salite dell’ultima settimana di corso

16ª 26-mag - Udine > San Daniele del Friuli - Guido P. Rubino con Giulia Pastorino
17ª 27-mag - Bassano del Grappa > Madonna di Campiglio - Stefano Munarin con Ale Giorgini
18ª 28-mag - Pinzolo > Laghi di Cancano (Parco dello Stelvio) - Francesco Calvetti con Gianluca Folì
19ª 29-mag - Morbegno > Asti - Lorenzo Franzetti con Daniele Margara
20ª 30-mag - Alba > Sestriere - Gino Cervi con Umberto Massa
21ª 31-mag - Cernusco sul Naviglio > Milano (TTI)- Paolo Bozzuto e Marco Pinotti con Massimiliano Marzucco


[home page] [lo staff] [meteo]