torna alla homepage


Barcolana e Clinica Dermatologica ASUITS
insieme per sensibilizzare sull'importanza
di difendersi dai raggi UVA e UVB


Proteggersi dagli effetti nocivi dell’abbronzatura e prevenire i danni alla pelle indotti dal sole. E’ questo il messaggio della Clinica Dermatologica di ASUITS, che ha scelto Barcolana per avviare una imponente campagna di sensibilizzazione e ricerca scientifica al via in questi giorni a Trieste, che coinvolgerà i social media di Barcolana - una comunità di circa 60mila persone, e migliaia di velisti presenti a Trieste in occasione della 50.a edizione della Barcolana.

“Quando vai in barca non dimenticare la crema solare” è il semplice messaggio che la prof.ssa Iris Zalaudek, direttrice della Clinica Dermatologica di Trieste invia a tutti i velisti, anche grazie alla collaborazione di ben sei case farmaceutiche, che assieme e al di là della concorrenza sul mercato, hanno scelto di sostenere il progetto fornendo i prodotti e il finanziamento necessario ad avviare lo screening di ottobre. Scendono in mare, per proteggere la pelle dei velisti, Beiersdorf, Bionike, Rilastil, Giuliani, ISDIN, Pierre Fabbre, la Roche Posay, alleati nella sensibilizzazione e a supporto della ricerca scientifica e dello screening realizzati dalla Clinica Dermatologica triestina in Barcolana.

“Siamo molto contenti di avviare questo progetto - spiega il presidente della Società Velica di Barcola e Grignano Mitja Gialuz- siamo tutti velisti, abbiamo tutti ben in mente che proteggersi dal sole è necessario, ma non sempre lo facciamo nella maniera migliore. Con l’aiuto della Clinica Dermatologica avremo tutte le informazioni per farlo al meglio, e parteciperemo a uno studio scientifico dedicato all’invecchiamento della pelle a causa del sole. La clinica dermatologica organizzerà poi un imponente screening durante Barcolana: i dermatologi saranno a disposizione del pubblico e dei velisti per un checkup delle pelle gratuito”.

“Il sole fa bene alla salute – spiega Iris Zalaudek, direttrice della Clinica Dermatologica di Trieste - è vero però solo fino a un certo punto. L’eccesso di abbronzatura o peggio, le scottature solari, creano un danno permanente alla nostra pelle. La nostra pelle si ricorda dei danni subiti nel passato con segni ben visibili: invecchiamento con rughe profonde, macchie solari e discromie e un aumento del rischio di sviluppare tumori cutanei. La nostra attività intende informare come proteggersi al meglio dai danni del sole, dell’utilizzo corretto dei prodotti preventivi come le creme solari per aumentare la consapevolezza e la conoscenza dell’importanza della prevenzione”.

La campagna è collegata ad un progetto scientifico che si propone di identificare eventuali danni solari agli armatori, considerato che sono persone che svolgono la loro attività sportiva prevalentemente al mare e sotto il sole. È interessante che non ci siano attualmente dati nelle riviste scientifiche sul danno solare sulla pelle delle persone che praticano la vela per passione o per professione. Il progetto prevede, prima della visita dermatologica gratuita durante Barcolana, la compilazione di un questionario che servirà poi ai ricercatori per collegare i danni da sole alle abitudini dei velisti che avranno partecipato allo studio.

La campagna di sensibilizzazione si compone di più elementi: durante la settimana dal 7 al 14 ottobre partecipanti e visitatori si possono informare sul corretto comportamento durante l’esposizione al sole e la grande attività “sul campo”.

VOGLIAMO LA PELLE DEI VELISTI - Si chiama così il progetto scientifico che la Clinica Dermatologica di ASUITS organizzerà durante Barcolana, direttamente sulle rive: si tratta di una sorta di “chiamata alle armi” dei velisti - soprattutto quelli Over 50 - per uno screening della pelle che permetterà ai medici di ottenere informazioni preziose per la ricerca scientifica. Il risultato dello studio permetterà di progredire nella Ricerca, capendo meglio cause e gli effetti dell’azione del sole sulla pelle protetta e non protetta. Il progetto di ricerca si svolgerà direttamente sulle Rive, di barca in barca, vista la presenza in un solo luogo e contemporaneamente di migliaia di velisti.

SCREENING GRATUITO - Nel Villaggio Barcolana i medici della Clinica Dermatologica e grazie anche alla partecipazioni dei colleghi dermatologici della zone e del gruppo Diagnostica Non-Invasivo della SIDeMaST, Società Italiana di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse, saranno a disposizione del pubblico per informazione ed educazione, un primo contatto per verificare la situazione della pelle di chi vorrà partecipare all’iniziativa, ricevendo materiali e consigli.

PRODOTTI NELLA SACCA DELL’ARMATORE - Il progetto prevede che le case farmaceutiche produttrici di prodotti solari, che si sono alleate per poter garantire al pubblico di Barcolana informazioni e materiali necessari, inseriscano nella sacca dell’armatore i prodotti da lasciare in barca, per evitare di dimenticarsi sempre a casa il solare. Tutte le sacche dell’armatore, le borse che vengono donate a chi si iscrive alla Barcolana, conterranno infatti materiali informativi e un prodotto solare da tenere in barca.

“La città di Trieste ha uno splendido rapporto con il Mare e con il Vento, il che la rende un luogo unico per esercitare l’attività velica. Barcolana ne è la sintesi perfetta. E’ necessario avere lo stesso splendido rapporto anche tra la Pelle e il Sole. La cute del velista è messa a dura prova infatti dai raggi solari e se non è protetta si danneggia cronicamente. La conoscenza e l’applicazione di poche regole utili, rendono Mare, Vento e Sole un sodalizio con la città perfetto e soprattutto sano” ha concluso la direttrice della Clinica Dermatologica di Trieste.


[home page] [lo staff] [meteo]