torna alla homepage


21 luglio 1990 - 21 luglio 2020:
30 anni di Meeting Sport Solidarietà


30 anni di Meeting Sport Solidarietà. 30 anni dalla notte magica del 21 luglio 1990 allo stadio Friuli, con oltre 5000 spettatori stregati da Calvin Smith e dal beniamino di casa Luca Toso, tra i grandi protagonisti del 1° Meeting Sport Solidarietà targato Nuova Atletica dal Friuli, che sta scaldando i motori per la 31^ edizione del 17 agosto a Lignano.

Evelyn Ashford, Michael Johnson, Morice Green, Ivan Pedroso, Asafa Powell, Jeremy Wariner, Shelly-Ann Fraser, Yelena Isimbayeva, Allyson Felix, tra gli italiani Panetta, Durso, Caironi, Mei, Levorato, Martinez, Tapia e i friulani Talotti e Giordano Bruno sono solo alcune delle stelle che nel corso di tre lustri hanno brillato a Sport Solidarietà, in scena per 4 anni sull’anello udinese prima di traslocare al Teghil di Lignano.

Una grande avventura con pagine di sport e di solidarietà ancora da scrivere quella dell’evento del Patron Dannisi che ricorda l’appuntamento del 17 agosto; sarà una trentunesima edizione certamente rivoluzionata alla luce dei protocolli di sicurezza, ma fortemente voluta dai tanti attori per lanciare un messaggio a favore della ripartenza.

Sport Solidarietà, trasmesso in diretta su Rai Sport, costituirà l’occasione per ribadire l’impegno della NAF a favore di tutto il mondo dell’atletica: in pista non solo campioni mondiali ed olimpici, ma anche le giovani promesse e i master. Inoltre, come accade fin dalla prima edizione, ed allora unico evento al mondo a proporre questa formula, non mancheranno gare riservate ad atleti con disabilità (fisiche ed intellettive); alcuni di loro avranno modo di cimentarsi al fianco di campioni mondiali come le frecce giamaicane Fraser e Thompson, in pista per promuovere l’integrazione sociale attraverso lo sport.

Per il 7° anno l’evento è abbinato al nome di Ottavio Missoni, con la messa in palio dell’omonimo Trofeo, firmato da Confartigianato Servizi FVG, per il vincitore dei 400h, specialità in cui il grande artigiano fu 6° alle Olimpiadi di Londra 1948. 

Sara Simeoni inaugura la nuova pedana dell'alto del Teghil

Il 17 agosto, nell’ambito del 31° Meeting Sport Solidarietà, sarà una madrina d’eccezione come Sara Simeoni ad inaugurare la nuova pedana dell’alto dello stadio Teghil di Lignano dove è attesa anche per festeggiare l’oro olimpico di Mosca 1980 e spronare gli atleti a volare oltre 2,32m, il record del meeting stabilito da Tobe Naoto.

Per 36 anni ha detenuto il primato italiano, nel 1978 è salita per due volte a 2,01m stabilendo il record mondiale, ma l’1,97m di quarant’anni fa a Mosca resta la gara perfetta per la Simeoni, attesa all’evento di sport e solidarietà della Nuova Atletica Dal Friuli nel corso del quale verrà inaugurata la nuova pedana dell’alto al Teghil di Lignano.

Una presenza speciale e uno sprone per gli atleti che, nel corso dell’evento trasmesso in diretta su Rai Sport, saranno incentivati a battere il record del meeting fissato dal giapponese Tobe Naoto che, nel 2018, ha tenuto il pubblico con il fiato sospeso ritoccando per ben due volte il primato e chiudendo la gara a 2,32m.

“Siamo onorati di poter contare sulla presenza di Sara che festeggeremo in occasione di un anniversario così importante come l’oro di Mosca e, che, siamo certi costituirà un portafortuna per gli atleti che si cimenteranno sulla nuova pedana da cui ci attendiamo misure di spessore”, afferma il Patron Giorgio Dannisi che negli anni ha portato a Lignano altisti di spessore tra cui il campione mondiale Troy Kemp e ha contribuito a lanciare i friulani Talotti, Trost e Toso.

Al 31° Meeting Sport Solidarietà spazio alle gare paralimpiche

A Lignano alla ricerca del pass per Tokyo 2021

100m, 400m carrozzina, salto in lungo e 50m Special Olympics, queste le gare paralimpiche in programma al 31° Meeting Sport Solidarietà (17 agosto – Stadio Teghil di Lignano), l’evento internazionale che da sempre promuove l’inclusione sociale attraverso lo sport.

Tutti al Teghil con l’obiettivo di centrare tempi e misure per Tokyo 2021 a partire dal veterano del salto in lungo Roberto La Barbera (PB 6,91m) alla ricerca della quinta partecipazione alla rassegna paralimpica dopo l’argento di Atene 2004.

In pedana la giovane Francesca Cipelli (PB 4,07m), l'azzurra che ha partecipato a due campionati europei e 8^ ai mondiali di Dubai 2019.

Pedana e rettilineo per Vico Irbin (PB LJ - 5,12 e 100m - 13”46), amputato transtibiale dall’età di 3 anni, da pochi anni membro del club azzurro dopo aver richiamato l’attenzione con risultati di spessore.

Ai blocchi il friulano Luca Campeotto (PB 12”57), primatista italiano sui 200m (cat. T62) e dei 200m e 400m indoor. Al suo fianco Riccardo Cotilli, talento emergente dello sprint azzurro, campione italiano 2020 nei 60m, e Ruggero Marchetti, il sanmarinese classe 1992 che si è contraddistinto anche nel giro di pista.

400m in carrozzina con il trio Gastaldi, Sartor e Zani, capaci di ottime prestazione al Meeting di Codroipo dello scorso luglio, prima gara dopo il lock down. Proprio sull’anello di Codroipo Zani ha compiuto un vero exploit migliorandosi di ben 26” (1’19”16).

Spazio anche ai portacolori di Giuliano Schultz e della Comunità del Melograno, protagonisti sui 50m Special Olympics, movimento sportivo dedicato ad atleti con disabilità intellettive. Da verificare se anche in questa edizione avranno l’onore di cimentarsi al fianco di grandi campioni come Shelly-Ann Fraser e Elaine Thompson, testimonial di sport e solidarietà.

“Fin dalla prima edizione (1990), ed allora unico meeting al mondo, abbiamo inserito in programma gare riservate ad atleti con disabilità per promuovere l’integrazione sociale attraverso un linguaggio universale come lo sport”, afferma il Patron Giorgio Dannisi che sottolinea come i valori di Sport e Solidarietà, che da sempre connotano l’iniziativa, siano più che mai attuali in un periodo come quello che stiamo vivendo.

Nel corso delle varie edizioni dell'evento, che sarà trasmesso in diretta su Rai Sport con la cronaca di Franco Bragagna, hanno partecipato tra gli altri Martina Caironi, Oney Tapia, Giusy Versace e Andrea Lanfri.

200 atleti da 15 paesi con diretta Rai Sport

200 atleti, di cui 32 medagliati nelle rassegne mondiali ed europee, in rappresentanza di 15 paesi, sono attesi il 17 agosto al Teghil di Lignano in occasione del 31° Meeting Sport Solidarietà, l’evento targato Nuova Atletica dal Friuli che verrà trasmesso in diretta su Rai Sport.

In attesa di conoscere tutti i nomi dei partecipanti, il Patron Giorgio Dannisi svela i nomi dei migliori italiani e le stelle internazionali che garantiranno l’alto livello tecnico dell’iniziativa che prenderà il via alle 20, preceduto dall’anteprima dedicata alle gare regionali (inizio ore 18.30).

I migliori attesi al via

100m
Atteso triello tra gli americani Rodgers (PB 9’85) e Burke (PB 9’98) e l’azzurro Jacobs (PB 10”03), in ottime condizioni dopo aver fermato il cronometro a 10”10 e 10”11, corsi a distanza di soli dieci giorni.
Aggiunta dell’ultimo minuto lo spagnolo Hortelano Bruno, oro nei 200m agli Europei 2016 e bronzo nella 4x100m alla rassegna continentale del 2018
A rendere ancora più infuocato il rettilineo del Teghil l’auspicata presenza del sudafricano Van Niekerk.
Al femminile confronto tra l’azzurra Vittoria Fontana (oro Europei under 20 2019), la slovena e Maja Mihalinec (Pb 11”20) e Taliyah Brooks, l’eptaatleta a stelle e strisce attesa anche sui 100h.

400m
Sui blocchi il ventitreenne Kahmari Montgomery (PB 44”23), oro 4x400 ai Mondiali Under 20 2016, la promessa dell’atletica italiana Lorenzo Benati, il diciottenne Campione Europeo Under 20 2018, e Samuel Garcia (PB 45”00), nella 4x100 bronzo agli Europei 2018 e 5^ ai mondiali 2017
Confronto tra “veterane”: le azzurre Maria Enrica Spacca (PB 52”53), frazionista della 4x400 che a Rio 2016 ha stabilito il primato italiano e che ai Mondiali 2018 ha ritoccato il record italiano, e Marta Milani (PB 51”86), bronzo europeo 4x400m 2010 e 2019.

800m
In chiusura di meeting gran 800m con tre accreditati sotto l'1'45": l’irlandese Mark English (PB 1’44”84), il portoricano Andrés Arroyo, 2° ai Giochi ibero-americani 2018, e lo spagnolo Alvaro De Arriba, nel 2019 oro agli europei indoor e bronzo nella rassegna continentale a squadre. Altro importante confronto internazionale per Simone Barontini, il migliore degli italiani con 5 titoli nazionali e 5° ai mondiali U20 nel 2018.

Ostacoli
Accreditati per la vittoria dei 110h con personali sotto i 13"20 il sudafricano Antonio Alkana (PB 13"11), 4° agli ultimi mondiali e con 6 titoli nazionali, e l’americano Freddie Crittenden (PB 13"17), nel 2019 oro mondiale nella 4x100 e argento ai Giochi PanAmericani.
100h con tante italiane al via: Carmassi, Guizzetti, Donato, Oki, ma occhi puntati su Elisa Di Lazzaro (13”06 NR under 23) e sulla giovane inglese Lucy-Jane Matthews, bronzo europeo under 23.
Con un personale di 48”99 Mario Lambrughi punta a ripetere l’impresa del 2016, quando sulla pista del Teghil si è aggiudicato il Trofeo Ottavio Missoni. Il trofeo, giunto alla 7^ edizione, è messo in palio da Confartigianato Servizi FVG per il vincitore dei 400h, specialità in cui Missoni fu 6° alle Olimpiadi di Londra 1948.
Al femminile, 400h con confronto tra l'italiana Ayomide Folorunso (PB 54”75), nel 2019 bronzo nella 4x400 agli europei indoor e alle Universiadi diventando la seconda azzurra di sempre, e la primatista nazionale slovena Agata Zupin, 2^ agli europei under 20 (PB 55"96).

Concorsi
Attese misure oltre gli 8m con Ruswahl Samaai (PB 8,49m - 3° Mondiali 2017) e Trumaine Jefferson (PB 8,18m) con l’italiano Antonio Trio (PB 7,96m) ad inseguire. Triplo femminile con ben 5 atlete over 14 metri: in grande forma al rientro dopo l’infortunio Ottavia Cestonaro (PB 14”18), nel 2019 terza negli europei a squadre, tallontata da Dariya Derkach (PB 14,15) e dalla lituana Diane Zagainova (PB 14”13), campionessa nazionale e oro europeo under 23.
Gradito ritorno a Lignano dalla friulana Desiree Rossit (PB 1,97m), protagonista della gara mista organizzata in occasione dell’inaugurazione della nuova pedana con Sara Simeoni a fare da madrina.
Confronto tutto italiano all’asta con Malavisi, Molinarolo e Gherca; per tutte l’occasione di tornare a volare in alto in previsione dei campionati italiani.

Gare paralimpiche
Come accade fin dalla prima edizione, al fine di promuovere l’integrazione attraverso lo sport, spazio alle gare paralimpiche con atleti alla ricerca di tempi e misure per Tokyo 2021.
Al lungo il veterano Roberto La Barbera (PB 6,91m – 2° paralimpiadi 2004), Francesca Cipelli (PB 4,07m - 8^ ai mondiali di Dubai 2019) e Vico Irbin protagonista anche sul rettilineo (PB LJ - 5,12 e 100m - 13”46)
Ai blocchi il friulano Luca Campeotto, primatista italiano sui 200m (cat. T62), Riccardo Cotilli, campione italiano 2020 nei 60m, e Ruggero Marchetti, il sanmarinese classe 1992 che si è contraddistinto anche nel giro di pista.
400m in carrozzina con il trio Gastaldi, Sartor e il giovane Zani, che a Codroipo si è migliorato di ben 26” (1’19”16).
50m Special Olympics con i portacolori di Giuliano Schultz e della Comunità del Melograno.

Gare in anteprima
Ricco il programma dell’anteprima in cui verrà dato spazio a tutti i protagonisti del mondo dell’atletica made in FVG: dalle 18.30 in pista 50mt esordienti, 60m ragazzi, 100J/P, 600 cadetti/allievi e 150m master.
Considerando le numerose richieste pervenute all’organizzazione, sono stati inserite in programma anche 600m per cadetti e allievi da fuori regione.
Chiusura in bellezza con la 4x100 maschile in cui si sfideranno le formazioni di BioTekna, Malignani, Brugnera, Assindustria Padova e Trieste Atletica.

La vocazione internazionale del Meeting Sport Solidarietà
Nonostante la pandemia, Sport Solidarietà conferma la sua vocazione internazionale con atleti provenienti da 15 paesi: Barbados, Croazia, Gran Bretagna, Irlanda, Italia, Lituania, Porto Rico, Romania, Serbia, Slovenia, Slovacchia, Spagna, Sri Lanka, Sud Africa, USA.
Assente giustificato, ma con l’auspicio di poter raggiungere Lignano nel caso in cui i vincoli burocratici lo permettessero, il team giamaicano che, dal 2006, ha scelto la cittadina balneare friulana come sede per gli allenamenti.

Rai Sport per vivere le emozioni
L’evento sarà trasmesso in diretta su Rai Sport con la cronaca di Franco Bragagna dalle 19.50 alle 22.30.
La manifestazione si svolgerà a porte chiuse garantendo l’accesso ai soli addetti ai lavori chiamati a rispettare i protocolli di sicurezza predisposti dall’organizzazione nel rispetto della normativa vigente. 


[home page] [lo staff] [meteo]