torna alla homepage


Dieci anni di grande spettacolo, presentata la
nuova stagione del Gran Teatro Geox di Padova


Superata la soglia dei 650 eventi dal 2009, il Gran Teatro Geox di Padova guarda al 2020 come all’anno della prima decade di attività. Un anno che non spaventa "il teatro più performante d'Italia", come ha tenuto a precisare il presidente della società Geox, Mario Moretti Polegato, da sempre al fianco di ZED nella storia di un teatro che da novembre 2019 è ancor più ricco di novità, sia strutturali che a livello di contenuti offerti.

Non solo quantità, sul palco che in dieci anni ha visto parlare, cantare ed esibirsi i più grandi esponenti dell’arte e della cultura: da Bob Dylan a Dario Fo, per citare i Nobel che hanno fatto visita alla città di Padova, e centinaia di nomi e compagnie che continuano a far emozionare il pubblico di una macro-regione sempre più attenta al mondo del Live. Ed è qui che la qualità del servizio di accoglienza trova la dimensione ideale, in un teatro ‘Senza Barriere’, come il progetto che dal 2014 gode dell’apprezzamento del Capo dello Stato “per le molteplici agevolazioni e i numerosi servizi previsti, resi gratuitamente accessibili al pubblico interessato, mirati ad agevolare la piena fruibilità da parte di tutti gli spettatori”: alimentazione trasversale, servizi per neonati e future mamme, traduzioni multilingue fanno del Gran Teatro Geox uno spazio multifunzionale e ‘multifruibile’; “Dall’attenzione alle esigenze degli spettatori è nato un centro di prestigio che ci ha consentito di richiamare i nomi più apprezzati del panorama internazionale” - spiega Valeria Arzenton di ZED, come se in una frase si potessero riassumere dieci anni di impresa culturale, e il calendario non può che darle ragione.

Il 2019-2020 vedrà il ritorno in Italia del musical We Will Rock You, il virtuosismo nel violino di Ara Malikian, la potenza benefica del coro Summertime. Daniel Ezralow, Momix e Circus-Theatre Elysium con ‘Alice’; Angelo Branduardi e Paolo Conte, per un teatro moderno nel cuore della storia della musica tradizionale italiana. Musical - in primis School of Rock, nella nuova produzione italiana - e comicità - torneranno Giacobazzi e Giovanni Vernia - fino al 21 maggio, data dell’arrivo dei Kraftwerk. 

E poi il grande Prog Rock con una stagione che vedrà protagonisti i Marillion nel tour ‘with friends from the Orchestra’, il 13 dicembre; a marzo torneranno e Padova i Procol Harum, leggendaria band di Gary Brooker e Geoff Whitehorn, e da poco sono state aperte le vendite per gli Yes, a Padova con il tour che celebra 40 anni di dischi.

Nomi altisonanti che necessitano di accortezze tecniche ai massimi livelli, come il nuovo impianto audio, all’avanguardia e ispirato a simili location europee. Dalle sedute morbide in platea e tribuna, passando per un Foyer rinnovato con la presenza dei partner e moderni stand, per intrattenere gli spettatori ancor prima dell’inizio degli spettacoli. Un’attenzione al pre-evento che inizia già nella fase di vendita, anche grazie al primo compleanno della partnership con Ticketmaster Italia, che dal NordEst ha cominciato il proprio percorso nel nostro Paese: “Supportare l’industria locale della musica dal vivo con la garanzia di un servizio di eccellenza mondiale, mettendo le location in contatto con gli appassionati di eventi live, ovunque si trovino, è la nostra mission - ha commentato Daniele Bei, Managing Director di Ticketmaster Italia - Con ZED si è fin da subito instaurata una grande sinergia, e non vediamo l’ora di raggiungere gli obiettivi comuni nel nuovo decennio”.

Con queste premesse, il rafforzamento del rapporto con l’Università di Padova che prevede eventi a tariffa agevolata per studenti e dipendenti dell’Ateneo, e un’esperienza decennale a dir poco incoraggiante, come una grande casa per l’arte e la cultura italiana e internazionale, il Gran Teatro Geox riapre le porte a una nuova, straordinaria stagione.


[home page] [lo staff] [meteo]