torna alla homepage


Vinicio Capossela vince il Premio Tenco 2017
e domenica 13 agosto si esibirà da solo
in alta quota per il No Borders Music Festival


È iniziato tutto nel 2014, quasi per gioco, con il concerto del pianista compositore Remo Anzovino che entusiasmò il pubblico facendosi ispirare dallo scenario magico, è proseguito crescendo nel 2015 con il cantautore britannico Jack Savoretti che lo ha definito “il più bel concerto della sua vita”, si è consacrato nel 2016 con Niccolò Fabi che è rimasto letteralmente senza parole dinanzi a cotanta bellezza, è semplicemente il “Concerto in alta quota” in programma domenica 13 agosto (inizio ore 14:00, ingresso gratuito) a Sella Nevea al Rifugio Gilberti (1.850 mt s.l.m.), uno degli eventi speciali del No Borders Music Festival e uno degli appuntamenti musicali e non solo più attesi dell’estate nell’intero Nordest e anche oltre, in grado di richiamare in Friuli Venezia Giulia migliaia di appassionati di montagna e musica praticamente da tutta Italia. 

Il grande protagonista del concerto evento in alta quota sarà Vinicio Capossela, il cantautore contemporaneo più profondo e poetico del panorama musicale italiano che proprio oggi è stato proclamato vincitore, nella categoria cantautori, del Premio Tenco 2017, il riconoscimento assegnato dal 1974 alla carriera degli artisti che hanno apportato un contributo significativo alla canzone d’autore mondiale.

Il concerto, solo piano e voce, di domenica 13 agosto al No Borders Music Festival rientra in “Atti Unici e qualche rivincita”, lo speciale progetto estivo del cantautore che non è un tour, né uno spettacolo che si ripete, ma un esercizio di eclettismo in alcuni dei luoghi più suggestivi d’Italia.

“L’atto unico è come una piroetta, un prototipo – afferma Vinicio Capossela – Una barchetta di carta che si mette in acqua e poi si capisce se affonda quando non c’è più tempo per salvarla o per riprovarci. È una disciplina che educa a non mettere da parte nulla. Come il potlach, la distruzione rituale dei beni. Come i castelli di sabbia, edificare qualcosa che verrà immediatamente cancellato dalla prima mareggiata. Non si fa a tempo di capire cosa è davvero successo, che ecco, è già finito. Si riconosce dalla coda, ed è un pesce che si immerge veloce. Per darci il giusto di rimettersi di nuovo, subito a pescare”.

Diversamente dal luogo chiuso del teatro, dove si crea la sospensione dell’incredulità, i luoghi aperti rappresentano per Vinicio Capossela la nostra natura effimera e possono essere conquistati solo di volta in volta, con «il massimo sforzo per il massimo risultato». Si tratta quindi di esercizi per contrastare la ripetizione, dando seguito e rivincita a diverse passioni che proseguono ostinate negli anni.Con “Atti unici e qualche rivincita” Vinicio Capossela pesca nel proprio passato e fa tesoro dei tanti anni di carriera.

Il No Borders Music Festival 2017 è organizzato dal Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, Sella Nevea e Passo Pramollo, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, PromoTurismoFVG, la Provincia di Udine, il BIM Valcanale Canal del Ferro, la Banca Popolare FriulAdria Credit Agricole, la Fondazione Friuli, Allianz Assicurazioni, ProntoAuto, il Comune di Tarvisio e il Comune di Chiusaforte, con la consulenza artistica e organizzativa delle agenzie VignaPR e Zenit srl.

INFO DI SERVIZIO per vivere al meglio un evento in un luogo tanto suggestivo quanto speciale.

Suggerimenti per vivere al meglio l'evento in armonia e nel rispetto dello spirito "green" del festival:
essendo un concerto in montagna e non nel centro di una città/paese ed essendo prevista numerosa affluenza consigliamo di arrivare con largo anticipo (almeno 2 ore prima);
nelle vicinanze ci sono pochi parcheggi, predisporsi alla camminata ;

il sentiero per raggiungere a piedi il Rifugio Gilberti parte ai piedi della cabinovia (sentiero CAI n. 635, 1 ora e 30 di camminata circa), vestirsi nella maniera adeguata per affrontarla;

la cabinovia funzionerà dalle 8.30 alle 14.00 e poi dalla fine del concerto: da Sella Nevea vi porterà direttamente al Rifugio Gilberti (10 euro andata e ritorno), ma consigliamo di prevedere sia la salita che la discesa attraverso il sentiero (c’è il rischio di lungo attese per la cabinovia)
vestirsi con abbigliamento comodo e adatto alla montagna (portarsi un k-way e un cappellino), in quota il meteo è sempre variabile

ci saranno punti ristoro, ma attrezzarsi con borracce e bottigliette d'acqua;
portarsi coperte e plaid, non ci saranno sedie;

sconsigliamo di portare i cani perché il concerto sarà intimo e i volumi bassi, pertanto potrebbero disturbare la resa acustica delle performance;

evento non consigliato per i neonati e i bambini molto piccoli;

non gettare mozziconi di sigarette e chewing gum a terra;
è prevista numerosa affluenza, quindi arrivare con largo anticipo (almeno 2 ore prima)

Sella Nevea si trova in Friuli Venezia Giulia, in provincia di Udine. È una frazione del comune di Chiusaforte.

DA UDINE: Autostrada Udine-Tarvisio: uscire a Carnia. Proseguire per la statale Pontebbana in direzione Tarvisio, Austria. All'altezza di Chiusaforte, girare a destra, imboccando il ponte sul fiume Fella. Dopo 18 Km si giunge a Sella Nevea.

DA TARVISIO: Dal centro, seguire via Vittorio Veneto verso la parte bassa del paese, imboccare la strada per Cave del Predil. Superato Cave del Predil, dopo 1km, girare a destra verso Chiusaforte Sella Nevea. Da Tarvisio: 22 km.


[home page] [lo staff] [meteo]