di Edoardo Gridelli
e Ugo Variola


torna alla homepage


Presentata la stagione estiva del 67° Festival di Lubiana


Al caffè San Marco di Trieste giovedì 13 giugno è stato presentato il 67° Festival di Lubiana.

A presentarlo il direttore artistico Darko Briek, il quale ha elencato i numerosi appuntamenti di questa stagione, che si terranno tutti nella vicinissima Lubiana.

Particolare risalto l’anteprima del festival, il 17 giugno, con l’esecuzione del “Requiem di Verdi” in un inedita direzione del famoso Placido Domingo. Il 2 luglio (in caso di maltempo posticipata al 3 luglio) l’apertura ufficiale con l’Aida di Giuseppe Verdi, con la direzione del regista Dražen Siriščević e la partecipazione di veri cavalli lipizani.

Poi fino a settembre seguiranno esibizioni di grandi nomi della musica provenienti da tutto il mondo. Da segnalare, nel campo della danza, la famosa ballerina di flamenco Maria Pages con “Flamenko” il 4 luglio, oppure dal teatro Bolshoi di Mosca la ballerina Svetlana Zakharova (3 settembre). Nel campo musicale classico assolutamente da non perdere l’ultima occasione di ascoltare dal vivo il famoso direttore d’orchestra Zubin Mehta, che il 5 settembre chiuderà ufficialmente il festival di Lubiana con la sua tournèe di addio dalle scene dirigendo la Filarmonica israeliana.

Una segnalazione particolare nel campo dei musical sono due produzioni russe, novità qui in occidente: “Il demone di Onegin” (19 e 20 agosto) e “Il maestro e Margherita” (22 e 23 agosto) a cura del teatro LDM Novaya Scena di San Pietroburgo e caratterizzato da effetti special 3D ed olfattivi che conferiscono ai musical un aspetto cinematografico.

L’elenco potrebbe continuare con i bassisti Marcus Miller (Jazz, Fusion, Funk, R&B, SOUL, 8 luglio) e Stanley Clarke (Jazz, Rock, Fusion, Funk, 9 luglio), il gruppo di danza moderna Aterballetto (16 luglio), il teatro regio di Torino con “La traviata” di Verdi (28 e 29 agosto), l’orchestra sinfonica di Shenzhen con Daye Lin, ed il direttore artistico Darko Briek fa notare la qualità crescente della presenza cinese in ambito musicale (4 settembre).

L’orchestra filarmonica di Seongnam con il violinista Sergej Krylov (8 luglio), l’orchestra della radio di Monaco ed il coro della radio bavarese diretti da Ivan Repušić (17 luglio), il baritono Thomas Hampson con il soprano Elena Mosuc in un concerto di arie d’opera (11 luglio), il soprano Valentina Farcas con il mezzosoprano Bettina Ranch nella 2a sinfonia di Mahler (15 luglio). Oltre a tutto questo anche altri musical, l’orchestra filarmonica slovena con il direttore Charles Dutoit e molti altri artisti con concerti più intimi di grandi musicisti da camera.

Tutte le informazioni sul programma, ed importante eventuali spostamenti all’ultimo minuto di orari e sedi causa maltempo, si possono trovare sul sito https://ljubljanafestival.si/, mentre Oscar Cecchi di Radioattività ha ricordato che sul loro sito si possono trovare in vendita i biglietti per la manifestazione, inoltre loro organizzano un servizio bus da Trieste per gli spettacoli più richiesti.

Per informazioni:
https://www.radioattivita.com/concerti/prevendita
https://www.radioattivita.com/contatti/info-concerti

Altre informazioni sui siti: https://www.visitljubljana.com/it/
visitatori/manifestazioni/jazz-festival-ljubljana/

INTERVISTA DI EDOARDO GRIDELLI AL DIRETTORE ARTISTICO DARKO BRIEK


[home page] [lo staff] [meteo]