torna alla homepage


Lunatico Festival: un’edizione coi numeri giusti!


Un ricco cartellone di eventi, a fruizione gratuita, da sabato 30 giugno fino a venerdì 31 agosto, articolato nelle sezioni musica, teatro e narrazione. 32 appuntamenti nella splendida cornice del Parco culturale di San Giovanni, storico luogo di innovazione e cambiamento. Si alterneranno artisti emergenti e talenti di rilievo nazionale e internazionale, spettacoli comici, reading, teatro d'impegno civile, concerti dal vivo e incontri con l’autore, dando vita a un festival che fonde ironia e satira, propone occasioni di svago e opportunità di riflessione, concerti e momenti di sperimentazione culturale.

Una direzione artistica collettiva: il percorso live di musica e teatro è curato da Alessandro Mizzi e Laura Bussani del Pupkin Kabarett) "Il quinto anno è già un anniversario, è già motivo di festeggiamento, soprattutto se un piccolo Festival informale come Lunatico prende forma e dimostra di essere sempre più in forma. Una piccola grande scommessa vinta da una cooperativa sociale che ha investito le proprie risorse, umane ed economiche, offrendo alla città due mesi di cultura di livello, attraverso il teatro, la musica e le narrazioni. Spettacoli raffinati ma allo stesso tempo popolari, che in questi anni hanno riportato il meraviglioso parco di San Giovanni ad essere tra i protagonisti dell'offerta culturale cittadina. Molti ancora sostengono che “con la cultura non si mangia”, forse, ma sicuramente si alimenta la mente, la curiosità e l'aggregazione. Che poi ricordiamoci che a Lunatico prima e dopo gli spettacoli si può anche mangiare. Buon Lunatico a tutti. " - spiega Mizzi. 

Mentre il filone delle Narrazioni è a cura di Alessandro Metz, in collaborazione con Claudio Calia per il Lunatico Comics Festival. 

Nel cartellone di questa edizione nomi di rilievo e occasioni imperdibili, da Giulio Cavalli a Paolo Rossi, dai Stella Maris a Doro Gjat. Nomi imperdibili per un cartellone che si colloca ad essere uno dei migliori eventi della regione. 

Forte il legame con la comunità e l’impegno sociale e solidale: Lunatico Festival ha accolto al suo interno la festa di chiusura della Giornata mondiale del rifugiato, dedica appuntamenti a Medici Senza Frontiere e Amnesty International.

Ma non solo. Anche quest’anno continuano le novità dell’anno scorso: il Lunatico Comics Festival, che ospiterà tra gli altri lo spettacolo dal vivo di Officine infernali e un cartellone itinerante.

“E' il quinto anno del festival. Il 2018 – spiega Fabio Inzerillo, presidente della cooperativa sociale La Collina – segna per noi anche un altro traguardo importante: sono i 30 anni della cooperativa La Collina. Questi due compleanni, insieme ai 40 anni della Legge Basaglia, ci spingono a lavorare nella consapevolezza che le attività culturali siano irrinunciabile leva di sviluppo ed elemento di coesione, motore di riflessione e rilancio delle pratiche di deinstituzionalizzazione e inclusione sociale" . 

Lunatico Festival è entrato a pieno titolo nell’offerta culturale regionale. L’edizione 2018 arriverà anche anche a Udine, Gorizia , Pordenone, e Muggia.

Il Lunatico Festival è un progetto della cooperativa sociale La Collina, realizzato con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, in partnership con ASUITS, Bonawentura/Teatro Miela, Reset, C.O.S.M., Medici Senza Frontiere, ICS, GECT, Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin, Legacoopsociali Friuli Venezia Giulia, La società della ragione; in collaborazione con 47/04 InvisibleCities con il patrocinio dell'Università degli Studi di Trieste, ASS 2 Bassa Friulana – Isontina, Comune di Cervignano del Friuli e Comune di Muggia. 

Il Lunatico è realizzato con il contributo di Cooperativa Reset e Società di Mutuo Soccorso CesarePozzo (main sponsor); Consorzio @Nord, C.O.S.M., Società Dolce, LegacoopFVG, Assicoop, Engel, Sodomaco, Cooperativa Agricola Monte San Pantaleone, A.M.I.C.O, Duemilauno Agenzia Sociale.

LUNATICO TOUR – MUGGIA

Giovedì 2 agosto ore 21


LIBERTA’ DI PAROLA

Spettacolo conclusivo del laboratorio teatrale teanuto dallo scrittore Pino Roveredo al ricreatorio/scuola di Muggia.
I giovani partecipanti racconteranno agli adulti la loro città, le lorostorie e le loro riflessioni attraverso la “scrittura parlata”, un gioco che offre elibertà di parola e di espressione.

LUNATICO TOUR – PORDENONE

Venerdì 3 agosto agosto ore 21


PERICOLOSO A SE’ E AGLI ALTRI
(e di pubblico scandalo)
Raccolta di lettere degli internati negli anni Trenta
dell’Ospedale Psichiatrico di Trieste
Documenti raccolti da
Tullia Alborghetti, Nicoletta Peloso, Mauro Serio
Presso l’Archivio di Stato di Trieste
Adattamento Teatrale
Tullia Alborghetti, Mauro Serio, Fulvio Falzarano
Consulenza tecnico artistica
Alessandro Metz
Progetto di Reading Teatrale con la collaborazione di:
Fulvio Falzarano, Mauro Serio, Tullia Alborghetti, Costanza Dolce
Riccardo Pieretti, Luigi Orsini, Daniele Tenze

In una raccolta di lettere e referti medici degli internati dell’Ospedale Psichiatrico di Trieste negli anni Trenta, si tracciano storie anonime di donne e uomini reclusi. Racconti di torture perpetrate giorno dopo giorno nel fisico e nell’anima, suicidi e muti delitti sentenziati dalla violenza istituzionale.
Erano i figli delle classi sociali più povere. Operai, studenti, disoccupati, casalinghe, prostitute, immigrati. Molte di queste creature avevano conosciuto la miseria e le malattie. Avevano perso mariti, figli o fratelli in guerra. Ma nessuno teneva conto di questo dolore. La persona veniva internata dietro richiesta del medico in copia controfirmata dal questore con la formula “pericoloso a sé e agli altri e di pubblico scandalo” ed era considerata come un prigioniero, privato dei diritti civili e di ogni bene terreno. Spogliati della propria identità, dovevano indossare l’uniforme e i loro effetti personali venivano sequestrati.
Venivano recluse nei manicomi le persone affette per qualunque causa da alienazione mentale. Entravano così tutti senza distinzione: ammalati di epilessia, di sifilide, tifo, tubercolosi, sindrome di down; alcolisti e bevitori saltuari, cocainomani; madri affette di depressione post partum o semplicemente esauste da troppi parti, donne picchiate da compagni violenti, adolescenti ribelli, ma anche tanti bambini e bambine: bambini vissuti nella miseria, bambini sordomuti, bambini che spesso diventavano adulti dentro un ospedale psichiatrico.
Franco Basaglia smaschera la follia cieca della violenza istituzionale e oppone il suo rifiuto morale e politico, e insieme alla sua équipe compie una delle più importanti rivoluzioni della nostra storia contemporanea. Seguiamo le vite degli internati attraverso il filo conduttore dei suoi pensieri e azioni che restituirono non solo la dignità al malato ma alla società stessa, quindi a tutti noi che ne facciamo parte, per riflettere soprattutto su chi e cosa siamo diventati oggi.
Nota sullo spettacolo
Questo percorso è affidato al rapporto di due amici, Riccardo, un operatore sociale sempre in bolletta e Davide, un artista benestante. I due si incontrano con il proposito di scrivere un libro, ma il tema che hanno scelto cambierà le loro vite.. 

LUNATICO TOUR – UDINE

Mercoledì 20 giugno


...E ALLORA MI SONO LIBERATA
Ex reparto 9 e Comunità Nove
Concerto del Coro Femminile Multietnico La Tela: canti di donne e di lotte di emancipazione con letture di testimonianze dal reparto femminile dell'ospedale psichiatrico di Udine dal libro “…E allora mi hanno rinchiusa” di Giuliana Morandini.
Presentazione del progetto artistico BOSCO POSSIBILE con rinfresco tra alberi d’arte e sedute 

Giovedì 28 giugno dalle 17,30 - Comunità Nove

BALDUCCI E BASAGLIA ON AIR...
Un incontro con il dialogo tra Ernesto Balducci e Franco Basaglia, dal titolo “Una città senza lager”, puntata del 27 gennaio 1977 dello storico programma radiofonico “Voi ed io, punto e a capo. Musiche e parole provocate dai fatti”.
Interventi di don Pierluigi Di Piazza (fondatore del Centro di Accoglienza e Promozione culturale “E. Balducci”) e della dottoressa Maria Angela Bertoni (Responsabile del Centro di Salute Mentale Udine Sud). Letture teatrali (Claudio Moretti e Sandro Carpini) e accompagnamento musicale (Lelio Donà) 

Martedì 10 luglio ore 16.30

Fuori Campo 
Rifugiati in Italia: l’integrazione mancata
In collaborazione con Medici Senza Frontiere e ICS
con Giuseppe De Mola (MSF), Gianfranco Schiavone (ICS), Andrea Bellavite (sindaco di Aiello), Riccardo Marchesan (sindaco di Staranzano), Michela Vogrig (Consorzio Cosm)

Sabato 25 agosto dalle ore 10,00 - Serre del Parco

CONCERTO IN SERRA

Concerto del duo Giovanni Maier e Alessandro Mansutti. Contrabbasso e batteria in minute improvvisazioni mattutine: racconti, pianeti, inseguimenti ed elastici.

Sabato 15 settembre dalle ore 10,00 – Ingresso Parco di Sant’Osvaldo

PASSEGGIATA STORICO BOTANICA nel Parco

Passeggiata guidata frutto del laboratorio estivo “Scriviamo insieme la Passeggiata” insieme a MateâriuM, laboratorio di drammaturgia dell’Associazione Servi di Scena. 

LUNATICO TOUR – CERVIGNANO

lunedì 27 agosto
ore 21

Nell’ambito di Notti di cinema di mezza estate

BACKSTAGE DI VITA

Un film? Un docufilm? O semplicemnete un backstage di vita? Da un’idea di Cristiano Stea e Pino Roveredo con la regia di Ivan Grozny Compasso. Un progetto di ASUITs, con i lcontributo di Fondazione CRTrieste, realizzato dalla cooperativa sociale Reset con la collaborazione della cooperativa sociale La Collina.

LUNATICO TOUR – GORIZIA

Giovedì 6 settembre


Ore 16.00:
Passeggiata storica nel parco Basaglia con narrazione della storia dell’OPP attraverso foto d’epoca, documenti d’archivio, storie dei degenti, aneddotica.

Dalle ore 17.00: 
Accoglienza in sala musicale e presentazione dei progetti di riqualificazione dello spazio
Conferenza e dibattiti sui temi della deistituzionalizzazione (tema in fase di definizione): si prevede la partecipazione degli operatori della salute mentale di Trieste e Gorizia e il contributo di personalità provenienti dal mondo dell'arte, anche a livello internazionale. 
Spazio dedicato alla proiezione di prodotti audio-visivi realizzati da Radio Fragola Gorizia.

Dj set con King Lionai

Dalle ore 20.30:
Concerto dei Karski Ociarji

Venerdì 7 settembre

Ore 16.00:
Passeggiata storica nel parco Basaglia con narrazione della storia dell’OPP attraverso foto d’epoca, documenti d’archivio, storie dei degenti, aneddotica.

Dalle ore 17.00: 
Conferenza e dibattiti sui temi della deistituzionalizzazione (tema in fase di definizione): si prevede la partecipazione degli operatori della salute mentale di Trieste e Gorizia e il contributo di personalità provenienti dal mondo dell'arte, anche a livello internazionale. 
Spazio dedicato alla proiezione di prodotti audio-visivi realizzati da Radio Fragola Gorizia.

Ore 20.00: 
proiezioni multimediali itineranti a cura dell’Associazione 47ǀ04

Ore 21.00: 
Concerto dei Maistah Aphrica

Sabato 8 settembre

Dalle ore 16.00:
Laboratorio radiofonico per bambini
Laboratorio creativo con materiali di recupero per bambini 7-12 anni

Dalle 16 alle 18.30:
Spazio Dolce-Mente: vie olistiche alla cura, al bene-essere e alla crescita etico-spirituale
Meditazioni, Yoga della risata, ritualità, espressività su base musicale
con Rio Abierto, Paola Kluge, Sara Hoban, Susanna Beira, Alessandro Chiarion, Marco Bertali
(in collaborazione con Associazione AMA-Linea di Sconfine e CSM AI)

Ore 18.00:
Presentazione Mind the Gap: un progetto di arte contemporanea per Parco Basaglia, a cura di Giorgia Gastaldon

Dal pomeriggio saranno allestiti degli stand con prodotti equo solidali e di artigianato.
Apertura chioschi alle ore 18.00

Ore 20.00:
Matteo della Schiava in concerto

Ore 21.00:
Lewisland in concerto 
(Evento realizzato in collaborazione con l’Associazione culturale Examina)

SPAZIO AL PROGETTO + o – POSITIVI: Presentazione dei prodotti multimediali realizzati da Radio Fragola Gorizia per la sensibilizzazione al problema dell'HIV e presenza di un banchetto dedicato, con distribuzione di gadget e materiale informativo.

+ O – POSITIVI project: presentation of multimedia products by Radio Fragola Gorizia realised to raise awareness of the HIV issue and a devoted stand that will hand out gadgets and informative material throughout the three days.


[home page] [lo staff] [meteo]