torna alla homepage


Arena International 2017: 16ª edizione "L’Istria... da scoprire" a Pola (HR)


La 16ª edizione dei Laboratori musicali “Arena International” è dedicata al ricco patrimonio musicale creato in Istria dalla penna di eccelsi compositori, patrimonio che si arricchisce anche ai giorni nostri con un nuovo linguaggio. Un tesoro che andiamo scoprendo, studiando, interpretando ed approfondendo nei tanti Laboratori musicali di quest’anno con la finalità di presentarlo sul podio concertistico.

Organizzata dall’Unione Italiana e dall’Università Popolare di Trieste con il contributo del Ministero degli Affari Esteri della Repubblica italiana, del Consiglio delle Minoranze della Repubblica di Croazia, dell’Ente per il turismo della Città di Pola, ”Arena International” offre una nutrita serie di Laboratori musicali per strumento solistico, canto, musica da camera, d’orchestra e del coro. I risultati vengono presentati nei concerti delle Master-class assieme ai concerti degli artisti, docenti ed ospiti con dei programmi tematici particolari.

La particolarità del nostro progetto è quella di motivare i musicisti verso la ricerca, lo studio, l’interpretazione, la collaborazione ed al confronto con altri giovani musicisti che arrivano da diverse parti del mondo. Seguiti dai loro mentori, i giovani hanno la possibilità di perfezionarsi ed approfondire le proprie conoscenze, di affinare ancor di più le proprie possibilità tecniche con un lavoro intensivo individuale ed un contatto giornaliero con artisti e pedagoghi di fama mondiale e trovare così la strada per il successo.

A fianco del repertorio “classico” che ogni studente sceglie individualmente di perfezionare, “Arena International” offre un progetto comune chiamato “La musica ci unisce” nel quale si amalgamano l’orchestra, i vari complessi da camera, i cori (di voci bianche e di adulti), che in collaborazione con i musicisti professionisti, sono un banco di prova per i nostri studenti, e anche per i dilettanti che vogliono far esperienza musicale a fianco di musicisti diplomati e che, realizzano così il nostro fine principale, quello di contribuire all’elevamento culturale - musicale del nostro territorio.

I musicisti come pure gli amatori sono invitati a partecipare all’intensa settimana di studio delle opere di insigni compositori istriani e della letteratura mondiale.

Dal 2 al 9 agosto a Pola (e nelle località limitrofi- Fasana ed a Dignano) si terranno i Laboratori dei noti docenti che da diverse edizioni realizzano i programmi di “Arena International”:

per il pianoforte: Leonardo Angelini pianista da Roma, Tatiana Šverko della Scuola di musica di Pola e del Centro Studi di Musica Classica “L.Dallapiccola” dell’Unione Italiana,

per l’organo: Eugen Sagmeister – Maestro di cappella di Passau che ha donato un centinaio di strumenti per lo studio dell’organo in Croazia,

per gli archi: Natalija Čabrunić Pfeifer dell’Opera e dell’Orchestra filarmonica di Lubiana, Delio Malpera, Nicola Mansutti (vedi sotto) e Dubravka Jančić delle Scuole di Musica Pavle Markovac e Blagoje Bersa di Zagabria,

per la chitarra: Žarko Ignjatović dell’Accademia di Maribor e della Scuola Superiore per la musica ed il balletto di Lubiana e Fabio Sprazzola (vedi sotto),

per il canto solistico e il coro: Maria Grazia Biancolin dell’Istituto e del Teatro Opitergium di Oderzo, Orietta Šverko, musicologa e direttrice di cori, Alessandro Svab vedi sotto) e Sabine Rössert-Koye (vedi sotto),

una particolarità nell’offerta dei Laboratori - quello di composizione e l’applicazione dei media contemporanei: Edoardo Milani di Trieste, compositore e flautista e Laura Mjeda Čuperjani compositrice e docente dell’Accademia di musica di Pola;

da porre in rilievo - il cantante d’opera di fama internazionale Alessandro Svab con la sua classe di canto lirico dell’ ”Accademia lirica di Santa Croce” di Trieste, il Primo flauto del Teatro Alla Scala di Milano e dell’Opera di Roma, il Maestro Romano Pucci – (ospite d’eccezione dalla 14ª edizione) e il Soprano e Logopeda, prof. Sabine Rössert-Koye, docente dell’Accademia per la musica sacra di Ratisbona (Regensburg) e della Facoltà di pedagogia di Passau.

Le novità per il 2017
Il violinista di Udine Nicola Mansutti dalle Scuole Superiori di Udine e Trieste e con una grande esperienza di orchestrale di tutto il Mondo, l’ oboista da Bari il Maestro Pietro Milella – docente di oboe al Conservatorio “Giuseppe Tartini” di Trieste, il Primo clarinetto de “La Scala” di Milano – Ivano Brambilla e specializzato pure in Mandolino e il chitarrista Fabio Spruzzola di Milano ospiti per il Concerto inaugurale 2017 che saranno a disposizione anche degli allievi. Gli artisti e i docenti dei Laboratori realizzeranno i concerti solistici, quelli di musica da camera, con l’orchestra e il coro. Come nelle scorse edizioni ci dedicheremo in modo particolare allo studio approfondito del patrimonio musicale istriano del passato e di oggi e al perfezionamento di quello mondiale rispettando la scelta degli allievi, e la presa sul pubblico ed i media.

La realizzazione di alcuni segmenti del progetto è finanziata oltre che dagli enti promotori succitati e dall’autofinanziamento delle quote dei partecipanti, da donatori e sponsor.

La realizzazione completa della sezione artistica del progetto richiede infatti ulteriori contributi ed aiuti, sia materiali che in forma di sponsorizzazione o donazione, visto il momento di crisi economica mondiale nel quale stiamo vivendo e che sta toccando in modo particolarmente pesante la vita culturale.

Il programma artistico „La musica ci unisce“: I compositori istriani Antonio Smareglia, Nello Milotti... e il repertorio mondiale “L’Istria... attraverso il tempo” ci porterà in un percorso attraverso i secoli nei quali si sono succeduti diversi stili, si sono sviluppate numerose forme compositive, nuovi linguaggi polifonici e costruzioni armoniche e allo stesso tempo si sono evoluti gli strumenti.

Per adeguarci allo spirito del tempo useremo gli strumenti originali. Come già avviato in diverse edizioni, vogliamo raccogliere i fondi necessari per l’acquisto del clavicembalo, ed anche in questa edizione offriremo al pubblico ed ai donatori la bellezza di questa Musica così lontana nel tempo e da noi, e ci avvicineremo al repertorio che ha visto nascere in Istria grandi Eccellenze.

Dall’opus di Antonio Smareglia abbiamo scelto per la celebre Barcarola “Inno ai canottieri istriani” nell’arrangiamento per orchestra sinfonica del compositore Branko Okmaca e la “Primorska poema” per archi e 4 fiati di N.Milotti.

Per dare la possibilità di realizzare l’aspirazione di ogni giovane musicista, di cimentarsi da solista con l’orchestra, abbiamo introdotto nel repertorio di studio i Concerti solistici per strumenti e canto.

Il repertorio: l’opera lirica “L’elisir d’amore” di G.Donizetti; “L’autunno” da “Le 4 stagioni” A.Vivaldi, la “Humoresque” A.Dvoraka, il Concerto per violini, violoncello di G.Tartini, F.Lehar: Adria Waltz, Giuliani: Concerto per chitarra ... L'opera lirica verrà realizzata nella classe di canto del Maestro Alessandro Svab che vanta una grossa esperienza sia come cantante nei più prestigiosi teatri mondiali, sia quale pedagogo nella preparazione della vocalità, del movimento scenico e nella regia.

L'Orchestra sinfonica, preparata dai violinisti Delio Malpera, Natalija Čabrunić Pfeifer e Nicola Mansutti e dalla violoncellista Dubravka Jančić e per la sezione dei fiati dai Maestri Romano Pucci, Edoardo Milani. Ivano Brambilla e Pietro Milella, è formata dai giovani allievi come pure da musicisti diplomati e dai Maestri. L’orchestra lavorerà in contemporanea con i cantanti.

I Laboratori musicali di gruppo nel progetto „La musica ci unisce“: come già dall’edizione 2012 del progetto „Arena International“ il Coro misto, il Coro di Voci bianche, i Gruppi cameristici e l'Orchestra promuovono „La
musica ci unisce“, la bellezza “del fare musica insieme“.

Si includono così tanti coristi provenienti dalle file dei cori amatoriali cittadini, come anche da quelli delle scuole di musica e dall'accademia a fianco degli studenti e dei docenti dei nostri Laboratori.

In repertorio: le canzoni di N.Milotti, di A.Smareglia: Inno ai cannottieri, i cori dall’opera „L’elisir d’amore“ di Donizetti, di J.Hammerstein „Edelweiss“, di C.Orff: „Carmina burana“-„O Fortuna“, di R.Brisotto: “Musica”; La finalità di questo progetto è di dare l'opportunità a tutti di partecipare in modo attivo alla realizzazione del nostro programma musicale assieme ai professionisti nell'esecuzione di un repertorio della letteratura musicale mondiale, come pure di autori conterranei. Il coro viene accompagnato sia dal pianoforte, che dall'organo, e da complessi cameristici sia dall'Orchestra sinfonica e verrà preparato dai Maestri Orietta Šverko e Maria Grazia Biancolin, che collaborerà con la sua classe di canto che con una parte del Coro „Ensamble Lirico Opitergino“ di Oderzo – Treviso, e dal Maestro Svab con i solisti ed il coro dell’ ”Accademia lirica di Santa Croce”.

Come dalla sua prima, anche la XVI edizione dei Laboratori musicali „Arena International“si prefigge divalorizzare il patrimonio musicale del nostro territorio facendolo conoscere ai giovani musicisti che ne diverranno interpreti e ambasciatori stessi nella divulgazione della nostra cultura e la faranno conoscere ad un pubblico sempre più ampio ed internazionale; inoltre il nostro scopo è di motivare i musicisti a perfezionarsi ed a raggiungere ancora un più alto livello artistico e soprattutto a far musica d’assieme e a creare così quelle sinergie che diverranno ponti di amicizia e di collaborazione in un linguaggio che non conosce frontiere – la Musica.


[home page] [lo staff] [meteo]