torna alla homepage


Università di Udine - sviluppo sostenibile: 18 incontri
a Udine, Cividale, Gorizia, Tolmezzo


Contribuire a promuovere la collaborazione tra cittadini e istituzioni per uno sviluppo sostenibile del territorio. È l’obiettivo dei primi 18 incontri pubblici in programma da settembre a novembre a Udine, Cividale del Friuli, Gorizia e Tolmezzo, organizzati dall’Ateneo friulano sotto il titolo “Per un domani sostenibile. Un patto per lo sviluppo del territorio”. Protagonisti degli incontri dedicati alla sostenibilità declinata nel vivere quotidiano saranno i docenti dell’Università di Udine e qualificati esperti della società civile. Gli eventi costituiscono un primo ciclo di appuntamenti sullo sviluppo sostenibile, frutto degli accordi fra l’Ateneo e i Comuni. 

«L’Università di Udine, con il coordinamento dell’Ufficio Divulgazione scientifica – sottolinea Francesco Marangon, delegato dell’Ateneo per il settore della sostenibilità – organizza periodicamente incontri con la popolazione su temi di attualità e di utilità sociale. Quest’anno è stato scelto il tema conduttore dello sviluppo sostenibile, nel quadro dei 17 Obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU. Un primo ciclo di incontri è stato calendarizzato in alcune città della regione con l’obiettivo di consolidare la relazione di reciprocità fra cittadini e Ateneo. Gli eventi verteranno su temi che, da varie angolature, cercheranno di contribuire ad alzare l’attenzione su una sfida epocale che vede l’Università di Udine sempre più attenta a rinvigorire quel patto con il territorio che ne ha decretato la costituzione più di quarant’anni fa».

Gli incontri partiranno da Udine, dove se ne terranno sei. Giovedì 2 settembre, alle 17, nel parco “Loris Fortuna” (in caso di maltempo al Visionario) si parlerà di “Diritti e sviluppo sostenibile: l'Agenda 2030 dell’Onu”, con Francesco Bilotta, del Dipartimento di Scienze giuridiche (Disg), e l’avvocata Pina Rifiorati. Modera la giornalista Luana De Francisco (Messaggero Veneto).

Venerdì 10 settembre, alle 11.30, nella Loggia del Lionello, appuntamento dedicato a “Scenari ed evoluzione nel mondo del cibo sulla strada dello sviluppo sostenibile”. Interverranno Sonia Calligaris e Stella Plazzotta, del Dipartimento di Scienze agroalimentari, ambientali e animali (Di4a).

Lunedì 13 settembre, alle 17, “Udine, una città «dolce». Un itinerario di turismo sostenibile”. Un percorso che toccherà via Mercatovecchio, piazzetta San Cristoforo, palazzo Maseri, palazzo e parco Antonini. Guide d’eccezione saranno Andrea Zannini, del Dipartimento di Studi umanistici e del patrimonio culturale (Dium), e Anna Frangipane, del Dipartimento politecnico di Ingegneria e Architettura (Dpia). In caso di maltempo, l’esposizione orale dell’itinerario si terrà nell’aula 2 di palazzo Antonini.

Martedì 28 settembre, alle 17, in sala Ajace, “Ripartire dopo la pandemia: l’economia circolare può trainare la ripresa?” sarà il tema di un confronto a più voci. Interverranno: il direttore del Servizio disciplina gestione rifiuti e siti inquinati della Regione Friuli Venezia Giulia, Flavio Gabrielcig, e i docenti del Dipartimento di Scienze economiche e statistiche (Dies), Antonio Massarutto, e Francesco Marangon, delegato dell’ateneo alla sostenibilità.

Venerdì 29 ottobre, alle 17, in sala Ajace, “Le giovani ricercatrici e i giovani ricercatori Uniud raccontano l’invecchiamento. (Progetto Alt Frialty)”, con Sonia Calligaris del Dipartimento di Scienze agroalimentari, ambientali e animali (Di4a) e ricercatrici e ricercatori dell’ateneo.

Mercoledì 10 novembre interverrà Massimo Robiony, del Dipartimento di Area medica (Dame), sul tema “Cosa merita la popolazione in termini di sanità dopo il Covid?”.

A Cividale del Friuli sono previsti cinque incontri. Mercoledì 8 settembre, alle 17, a Villa De Claricini, il tema “Le api: campionesse di sostenibilità, esempio di cooperazione” sarà affrontato da Francesco Nazzi, del Dipartimento di Scienze agroalimentari, ambientali e animali (Di4a).

Mercoledì 15 settembre, alle 18, sempre a Villa De Claricini, incontro intitolato “Gli ecomusei: una pratica territoriale sostenibile. Esperienze e progettualità” con Mauro Pascolini e Andrea Guaran del dipartimento di Lingue e letterature, comunicazione, formazione e società (Dill).

Gli stessi relatori, sabato 16 ottobre, alle 18, nel Monastero di Santa Maria in Valle (in caso di maltempo presso la Somsi), discuteranno di “Percorsi sostenibili: dagli obiettivi ai luoghi. 17 proposte tra arte, ambiente, cultura e società”.

Sabato 23 ottobre, alle 17, ancora nel Monastero di Santa Maria in Valle (in caso di maltempo presso la Somsi), si parlerà di “Sostenibilità, valorizzazione e turismo archeologico in Friuli” con Matteo Cadario e Simonetta Minguzzi, del Dipartimento di Studi umanistici e del patrimonio culturale (Dium).

Mercoledì 27 ottobre, alle 17, nell’ex Caserma Francescatto, incontro intitolato “Rigenerazione urbana: due o tre cose che so di lei”. Relatore Giovanni La Varra, del Dipartimento politecnico di Ingegneria e Architettura (Dpia) e Barreca&La Varra.

Tre gli incontri che si terranno a Tolmezzo. Lunedì 6 settembre, alle 17, in piazza XX settembre (in caso di maltempo al Teatro Candoni), Cristiana Compagno, del Dipartimento di Scienze economiche e statistiche (Dies), illustrerà “Il ruolo della donna carnica. Vita, economia, società”.

Venerdì 17 settembre, alle 17, sempre in piazza XX settembre (in caso di maltempo al Teatro Candoni), spazio al tema della “Cybersecurity quotidiana” con Pierluca Montessoro, del Dipartimento politecnico di Ingegneria e Architettura (Dpia).

Venerdì 1° ottobre, alle 17, al Teatro Candoni, si affronterà la questione del “Teleriscaldamento con biomasse”. Relatori Patrizia Simeoni, del Dipartimento politecnico di Ingegneria e Architettura (Dpia), e Matteo Mazzolini, direttore dell’Agenzia per l’energia del Friuli Venezia Giulia (Ape Fvg).

A Gorizia sono quattro gli appuntamenti in programma. Venerdì 24 settembre, alle 17, nell’ambito della manifestazione Contea, nel centro cittadino, Sonia Calligaris e Stella Plazzotta, del Dipartimento di Scienze agroalimentari, ambientali e animali (Di4a), parleranno di “Scenari ed evoluzione nel mondo del cibo sulla strada dello sviluppo sostenibile”. Introdurrà Renata Kodilja, del dipartimento di Lingue e letterature, comunicazione, formazione e società (Dill).

Martedì 19 ottobre, alle 17, in sala Dora Bassi, parleranno sul tema “La biodiversità non ha confini: il patrimonio naturale transfrontaliero”, Francesco Marangon, del Dipartimento di Scienze economiche e statistiche (Dies), e Francesco Boscutti, del Dipartimento di Scienze agroalimentari, ambientali e animali (Di4a).

Sabato 6 novembre, alle 17, al ridotto del Teatro Verdi, discussione su “Sostenibilità e invecchiamento della popolazione” con Valeria Filì, del Dipartimento di Scienze giuridiche (Disg) e Alessandro Cavarape, del Dipartimento di Area medica (Dame).

Giovedì 18 novembre, alle 17, in sala Dora Bassi, Antonina Dattolo, del Dipartimento di Scienze matematiche, informatiche e fisiche (Dmif), affronterà il tema “Sostenibilità digitale: sfide ed opportunità”. 


[home page] [lo staff] [meteo]