torna alla homepage


Architetture himalayane: progetti di conservazione e inaugurazione mostra fotografica all'Università di Udine


Il Laboratorio integrato di restauro architettonico del dipartimento Politecnico di ingegneria e architettura (Dpia) dell’Università di Udine organizza una giornata di studi dedicata alla conservazione del patrimonio architettonico in Himalaya in collaborazione con l’Associazione Achi India. Appuntamento giovedì 23 novembre dalle 9.30 nell’aula 51 del polo scientifico dei Rizzi, in via delle Scienze 206.

Architetti e studiosi descriveranno alcune significative esperienze di restauro condotte nei templi buddisti della valle di Wanla. Nell’incontro sarà presentato anche il tema della tesi di laurea dello studente Gianmarco Mattiola, laureando dell’ateneo friulano, sulla Choskhor House, nella città di Leh.

Nell’occasione sarà anche inaugurata una mostra fotografica relativa all'esperienza di studio condotta in sito dall'Università di Udine. La mostra rimarrà visitabile fino al 20 dicembre dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19.

L’iniziativa nasce nell’ambito delle relazioni instaurate dal Dipartimento udinese con la Achi Association, organizzazione privata senza scopo di lucro con sede in Svizzera, impegnata nella conservazione del patrimonio culturale buddista in pericolo in Himalaya, composta da studiosi specializzati in questo settore.

In questo contesto, in particolare, Gianmarco Mattiola, studente del corso di laurea magistrale in Architettura dell’Università di Udine, dopo aver vinto il bando di selezione 2016/17 per la mobilità internazionale di ricerca per tesi di laurea, ha potuto condurre la sua tesi di laurea, fra luglio e agosto scorsi, nella regione indiana del Ladakh. Il lavoro è sfociato in un progetto di ricerca sulla conservazione dell’architettura himalayana. La tesi di laurea, in particolare, è intitolata “Proposta metodologica per la conservazione dell’architettura vernacolare nella regione indiana del Ladakh”, relatrice Alessandra Biasi. 

La giornata di studi sarà introdotta e coordinata da Alessandra Biasi, del Dpia. Interverranno: Hilde Vets, dell’Achi Association, su “Restoration of the 8 Chorten building at Wanla in Ladakh”; Wolfgang Heusgen, dell’Achi Association, su “Renovation of Wanla-Temple in Ladakh”; Mauro Bertagnin, Dpia e Achi Association, su “6 Thankas to Promote the Conservation of the Ladakhi Earthen Heritage” e “Monitoring and preventive conservation of Hearten Architecture of the Ladakhi Earthen Heritage”.

Edoardo Ferrari, dell’Università di Firenze, parlerà di “Vernacular architecture of Ladakh”. Alessandra Biasi, tratterà “The methodological problems concerning the preservation of architectural heritage of Ladakh. The case of Choskhor House”, mentre Gianmarco Mattiola, dell’ateneo di Udine, interverrà su “Choskhor House: Conservation and Innovation”. Seguirà la visita alla mostra fotografica.


[home page] [lo staff] [meteo]