torna alla homepage


Il contenimento dei consumi è un gioco
da ragazzi: a Fondazione Rui una gara tra residenze universitarie per il risparmio energetico

Anche a Trieste

Una gara di risparmio energetico tra residenze, con tanto di Campione d’inverno e premi da spendere in materiali a beneficio di tutti. È “Be in charge”, il concorso lanciato da Fondazione Rui per coinvolgere i circa 500 studenti universitari ospiti dei suoi 12 collegi di merito (a Milano, Roma, Bologna, Trieste e Genova) in un’attività che sarà sempre più diffusa nei mesi a venire: l’attenzione ai consumi, anche attraverso idee innovative e originali, o di grande impatto comunicativo.

“Ci siamo resi conto che non bastano le azioni strutturali messe in campo fino ad ora, che pure sono state tante negli anni: dal rinnovo degli impianti di riscaldamento e condizionamento e degli apparati di illuminazione, per renderli maggiormente efficienti e sostenibili, alla corretta manutenzione e al monitoraggio costante per ottimizzarne l’uso - spiega Francesca Travaglini, direttore generale di Fondazione Rui -. In un momento come questo, in cui registriamo una previsione di incremento delle spese per l’energia elettrica e il riscaldamento pari a più del doppio rispetto ai valori dell’esercizio precedente, occorre far crescere la consapevolezza e il coinvolgimento dei giovani che accogliamo nelle residenze, stimolarli nella riflessione, esaminare le loro proposte, condividere buone pratiche e obiettivi di risparmio, perché solo in questo modo i comportamenti virtuosi di ciascuno possono diventare abitudini che fanno la differenza”.

Ecco allora l’intuizione: far gareggiare tutte e 12 le residenze in un contest che prevede 4 discipline di gara - energia elettrica, gas, innovazione, comunicazione - ciascuna con un punteggio. Ogni collegio sarà guidato da un team di 3-4 residenti, fra cui un “energy saving manager” che sarà il punto di riferimento. Il gioco inizia ora e terminerà il 15 giugno 2023, con una classifica parziale aggiornata mese per mese che il 25 marzo 2023 decreterà il Campione d’inverno, mentre la premiazione finale avverrà in luglio.

Ogni mese verranno rilevati i consumi di energia elettrica e di gas in ogni residenza e la percentuale di riduzione rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente determinerà le prime due graduatorie, cui si aggiungeranno quella dei progetti più innovativi (ma anche efficaci, realizzabili e riproducibili) e quella dell’idea più coinvolgente e originale in termini comunicativi per sviluppare comportamenti virtuosi. Le squadre infatti potranno mostrare, attraverso il proprio canale Instagram (#beincharge), le iniziative intraprese in residenza per creare un clima di collaborazione e di sensibilità sul tema energetico.

“Nei nostri collegi gli studenti non ricevono solo vitto e alloggio, ma anche un progetto formativo personalizzato e molte occasioni di crescita e di approfondimento per sfruttare appieno gli anni di studio, accessibili a tutti grazie ad agevolazioni sulla retta che raggiungono il 90% dei residenti - aggiunge Francesca Travaglini -. La presenza nelle strutture si estende dunque a moltissime ore al giorno e questo comporta consumi davvero alti che oggi rendono impossibile mantenere il servizio senza intervenire profondamente. Da parte nostra, stiamo investendo ulteriormente per rinnovare gli immobili ed efficientare gli impianti di alcune residenze, così come stiamo intervenendo sulle procedure di gestione, coadiuvati dai building manager, dai manutentori e da consulenti, ma gran parte dell’efficacia passa dai comportamenti di ciascuno”.

I membri della giuria del concorso e i building manager dei collegi saranno i “coach” a disposizione di ogni squadra: aiuteranno a individuare i comportamenti che, in quella specifica residenza, possono dare risultati migliori e suggeriranno come sviluppare le iniziative per il risparmio e la sostenibilità. Oltre al Campione d’inverno, a luglio verrà proclamata la squadra vincitrice di ogni categoria che si affiancherà alla migliore nella classifica generale, cui andrà il premio più consistente: in tutto sono in palio 2.500 euro in voucher che i residenti potranno utilizzare per acquistare materiali o installazioni a beneficio di tutti, o utili a creare senso di appartenenza e di comunità.

Fondazione Rui
Fondazione Rui (Residenze Universitarie Internazionali) è attiva dal 1959 e gestisce 12 Collegi Universitari di Merito a Milano, Roma, Bologna, Genova e Trieste, membri della CCUM-Conferenza dei Collegi Universitari di Merito riconosciuti e accreditati dal MUR e di EUCA (European University College Association). Le residenze ospitano ogni anno circa 450 studenti italiani e stranieri e si caratterizzano per un progetto formativo personalizzato: assicurano attività didattiche interdisciplinari e servizi di orientamento, tutoring e coaching, facilitando l’ingresso nel mondo del lavoro. Inoltre, sostengono il merito indipendentemente dalle condizioni economiche, assumendo la funzione di ‘ascensore sociale’: oltre il 90% dei residenti beneficia di agevolazioni sulla retta.


[home page] [lo staff] [meteo]