torna alla homepage


Abbronzarsi senza paura delle rughe: come proteggere il contorno occhi dall'esposizione solare

L’estate si avvicina, e con lei la voglia di sole. Le prime gite al lago o in spiaggia, le prime timide abbronzature al parco. Ma come proteggere il proprio contorno occhi, prevenendo le rughe dovute all’esposizione solare? Il consiglio del medico estetico è B-SELFIE, il rivoluzionario filler fai-da-te, applicabile come un cerotto comodamente a casa ed efficace in sole due ore.

Mare, mare, mare, ma che voglia di arrivare lì da te. Attesa per mesi, l’estate finalmente sta arrivando, e con lei il desiderio di mare, spiaggia e sole e di un’abbronzatura invidiabile. Magari approfittando dei primi caldi di maggio per anticipare un po’ di tintarella con un pomeriggio al parco, per non arrivare ancora pallidi alla prova costume. Attenzione, però: dietro l’angolo sono in agguato le classiche rughe da esposizione solare. Come proteggere allora il vostro contorno occhi in maniera semplice ed economica?

A rispondere alla domanda è il dottor Andrea Piccardi, direttore scientifico di Phasetech e docente e tutor del Master in Medicina Estetica e del Benessere presso l’Università degli Studi di Pavia, che spiega: «L’esposizione solare, in particolare nelle pelli più chiare, contribuisce a seccare l’epidermide e mette quindi in evidenza le rughe del contorno occhi, con quello che può essere definito un “effetto prugna secca”. Un effetto che, una volta arrivati al mare, viene rafforzato anche dall’acqua salata. È dunque utile mangiare frutta e bere molta acqua, per mantenere la pelle costantemente idratata».

Per evitare di incappare negli inestetismi causati da queste rughette, il dottor Piccardi suggerisce un filler fai-da-te applicabile direttamente in casa, utile sia per la prevenzione sia per il recupero e di efficacia immediata: «B-SELFIE è il primo filler fai-da-te: si applica semplicemente come un cerotto ed è efficace in sole due ore di applicazione. È quindi adatto anche alle esigenze di chi vuole passare un semplice week-end in spiaggia senza la preoccupazione di ripresentarsi al lavoro con segni indesiderati sul contorno occhi».

Importante, avverte il dottor Piccardi, è applicare B-SELFIE prima dell’esposizione solare, per esempio il giorno prima, evitando di esporsi al sole indossando il prodotto. Un’ulteriore accortezza è quella di attendere qualche giorno dopo l’esposizione per applicare di nuovo B-SELFIE, evitando di utilizzarlo su una pelle arrossata o irritata.

L’efficacia di B-SELFIE deriva dalle sue rivoluzionarie microstrutture in acido ialuronico puro e addizionato di fattore di crescita (EGF), che sono in grado di penetrare il primo strato della pelle senza punture e in maniera completamente indolore, facendo penetrare il principio attivo sotto pelle. Prosegue il dottor Piccardi: «Oltre all’effetto di idratazione del tessuto in profondità garantito dall’acido ialuronico, l’EGF rappresenta un bonus aggiuntivo, fornendo un effetto rivitalizzante».

Tutte in spiaggia senza pensieri, dunque: la soluzione per le rughe da abbronzamento c’è e non è mai stata così semplice!

Per conoscere i punti vendita dove è possibile trovare B-SELFIE e per ogni altra informazione sull’unico filler fai-da-te, è possibile visitare il sito www.bselfie.it


[home page] [lo staff] [meteo]