torna alla homepage


Anche in Friuli Venezia Giulia arriva una nuova tecnologia per una maggiore autonomia delle persone non vedenti


Arriva anche in Friuli Venezia Giulia un “occhio tecnologico” in grado di favorire l’inclusione sociale e lavorativa delle persone non vedenti. Solo in Friuli Venezia Giulia secondo i dati Istat ci sono quasi 1.347 persone non vedenti parziali e più di 900 persone non vedenti totali, molte delle quali, se supportate adeguatamente, potrebbero incrementare il proprio livello di autonomia anche in modo significativo. Come? Ad esempio attraverso le nuove tecnologie in grado di attivarsi interpretando i gesti. In particolare è appena sbarcata sul mercato italiano una nuova tecnologia di visione artificia le, sviluppata dalla start up israeliana OrCam Technologies, che consente alle persone non vedenti, ipovedenti e dislessiche di leggere menù, orologio, libri, mail, fare la spesa in autonomia e riconoscere i volti delle persone amiche e familiari. 

Ti invitiamo ad approfondire il tutto con un referente di OrCam Technologies, che mostrerà come la sua tecnologia sostenibile può favorire una maggiore autonomia di queste persone e dei loro caregiver, in particolare si potranno approfondire i seguenti aspetti: 

- OrCam MyEye 2.0: alla scoperta della visione artificiale e del suo funzionamento

- In che modo il device può favorire l’inclusione sociale e lavorativa delle persone con disabilità

- Dove acquistare il device

- Le storie di chi ha già provato il device: Gemma Pedrini, violoncellista non vedente che ha suonato con Ennio Morricone e protagonista del film di Silvio Soldini “Per altri occhi"

Qualche dato: 

- I centri italiani regolarmente riconosciuti e focalizzati sulla cecità disabilità visive anche se sono aumentati di 9 unità rispetto all’anno scorso risultano non essere sufficienti e rimane preoccupante la disomogeneità sul territorio nazionale, visto che di 70 centri regionali dedicati alla riabilitazione visiva, 16 sono in Lombardia, 11 in Sicilia, altri regione ne hanno tra 1 e 3.

- La vista è il senso più importante, perché permette di raccogliere oltre l’80% delle informazioni che ci giungono dall’ambiente

- Secondo l’European Eye Epidemiology Consortium, le patologie come glaucoma e distacco della retina sono in crescita costante in Europa

- In Italia le persone ipovedenti sono oltre un milione e mezzo, circa 350.000 le persone completamente non vedenti e la loro quantità è sempre in crescita, visto l’invecchiamento della popolazione

- Secondo il Ministero della Salute sono 29.691 le persone che hanno fruito di trattamenti riabilitativi: un valore estremamente basso rispetto alla stima degli ipovedenti in Italia.


[home page] [lo staff] [meteo]