torna alla homepage


Scuola di Scialpinismo "Città di Trieste": spedizione Norvegia 2015

Articolo di Marco Pavan e Massimo Pegani, Istruttori della Scuola di Scialpinismo“Città di Trieste”

Nel 2015 la Scuola di Scialpinismo “Città di Trieste” ha voluto festeggiare i suoi 35 anni di vita con un’attività che coinvolgesse tutti gli istruttori: l’idea è stata quella di trascorrere assieme un periodo con gli sci e il luogo individuato è stato la Norvegia del Nord, sopra il Circolo Polare Artico. 

11 giorni di vita in comune sono una bella occasione di divertirsi tra monti pieni di neve, fiordi ed isolotti ed è con questo spirito che l’8 aprile quindici di noi sono partiti alla volta di Djupvik, piccola località situata su un fiordo di fronte alla bellissima e inconfondibile penisola di Lyngen, con il profilo disegnato dalle sue montagne, dette appunto “Alpi di Lyngen”.

Abituati come siamo alle “levatacce” mattutine per fare le escursioni nelle nostre zone, è un sano divertimento arrivare a destinazione alle cinque del pomeriggio, mettere subito le pelli di foca sotto le tavole e, sci ai piedi, effettuare la nostra prima salita sul monte Storhaugen ed scendere dalla cima di sera, ormai quasi alle 20, su una “polvere” da urlo.

Le possibilità di fare gite di scialpinismo in queste zone sono molteplici: la morfologia del territorio e le condizioni meteo spesso variabili consentono di sciare spesso in neve fresca che, grazie alla contenuta escursione termica giornaliera, mantiene per molto tempo le sue belle caratteristiche.

Durante i giorni seguenti, le salite ai monti Sorbmegaisa, Giilavarri e Rissavarri ci permettono di esplorare un territorio in un ambiente selvaggio che consente di iniziare le escursioni sulla riva del mare e poi di addentrarsi in bellissimi e silenziosi boschi di betulle, avendo alle spalle i fiordi. 

Fantastica è la discesa con la punta del naso che sfiora l’acqua del mare con la visuale sulle innumerevoli valli che si gettano nei fiordi e sulla moltitudine di isole visibili fino all’orizzonte. Il meraviglioso profilo delle “Alpi di Lyngen”si staglia sempre sullo sfondo.

Quando al quinto giorno raggiungiamo la cima del Kjelvagtinden situata sull’isola di Uloya, a nord di Djupvik, la vista spazia verso i territori del Nord e verso l’Oceano Artico, confine naturale tra la terra abitata e quella in cui l’uomo non vive, forse rappresenta un po’ la nostra ricerca interiore del limite e la scoperta di parti di noi stessi ancora non note.

Due giornate vengono impiegate all'esplorazione della penisola che ci fronteggia: saliamo il Tafeltinden. Qui, il nome di “Alpi” assegnato a questa catena montuosa è proprio ben meritato, ci sembra di essere per un momento tra le nostre vette di casa con ghiacciai e cime aguzze e con il mare che si vede da lontano. Successivamente, nell’isola di Kagen, portiamo a termine la gita più a nord e, dopo esserci divisi in due gruppi, saliamo rispettivamente il Breikagen e il Redontinden.

Le aurore boreali, benchè quasi “fuori stagione”,sono state un fenomeno che veramente ci ha entusiasmati. Queste fantasie di luce, fluide e più o meno persistenti, hanno attraversato il cielo durante le silenziose e calme ore serali e notturne, regalando intense emozioni a noi che, piccoli e impotenti, osservavamo queste meraviglie della natura con gli occhi increduli di chi osserva una cosa nuova per la prima volta.

Il periodo trascorso in Norvegia ha permesso a tutti gli Istruttori della Scuola di Scialpinismo “Città di Trieste”, abituati a girovagare per i monti, di vivere intense soddisfazioni non solo per l’attività svolta ma anche per il desiderio di voler vivere tutti i momenti come un gruppo, con disponibilità e spirito di adattamento per potersi dividere i compiti come fare la spesa, cucinare o fare i… “servizi fotografici” 

Era un po' quello che volevamo prima della partenza e lo abbiamo ottenuto; i sorrisi sull’aereo della Norwegian Airlines lo hanno testimoniato nonché le migliaia di foto racchiuse in un hard disk che ci stiamo ancora passando per potercele conservare!

Visitateci al nostro sito: www.scuolacittaditrieste.it 


[home page] [lo staff] [meteo]