torna alla homepage


NIVEA presenta la quinta edizione del concorso
Young Business Talents: l’esempio più concreto
 in Italia di gamification nelle scuole


Riparte Young Business Talents, il contest promosso da NIVEA che si rivolge agli studenti delle scuole superiori di secondo grado e ai centri di formazione professionale per promuovere l’imprenditorialità e il talento dei più giovani. Si tratta di un business game che ancora una volta metterà a confronto gli istituti scolastici aderenti al progetto per arrivare a Milano ad aggiudicarsi il titolo di migliori imprenditori virtuali italiani e confrontarsi, successivamente, con i vincitori di Spagna, Messico, Portogallo e Grecia. 

“NIVEA” - spiega Luisa Bianchi Beiersdorf HR Director Southern Europe – “continua a essere vicino ai ragazzi, cuore delle famiglie italiane, dando loro la possibilità di esprimere le proprie capacità con un’esperienza che sia da stimolo per il loro percorso formativo e professionale. Il tutto attraverso un progetto in grado di innovare l'attività didattica in maniera concreta”.

Ecco perchè NIVEA - per il quinto anno consecutivo - si fa promotrice del contest rendendo possibile l’installazione gratuita nelle scuole di uno strumento innovativo: un simulatore d’impresa di 3ª generazione creato da Praxis MMT - azienda leader di simulatori - capace di rispondere alle aspettative didattiche della nuova generazione di studenti. I ragazzi, hanno la concreta chance di sperimentarsi sul campo, affrontando situazioni e sfide che un domani saranno chiamati a vincere nella vita professionale. Il principio, ormai consolidato da tanti anni di pratica internazionale, è quello della gamification: sistema teorico-pratico che cerca di aumentare il coinvolgimento e il divertimento nelle attività quotidiane attraverso il gioco. Il concorso, prevede una suddivisione degli studenti dai 15 ai 21 anni in team di 3-4 ragazzi, per dare loro l’occasione di collaborare e imparare come lavorare insieme per uno stesso obiettivo. Ciascun team, guiderà la propria impresa virtuale e sarà chiamato a prendere importanti decisioni strategiche, trovandosi così a gareggiare con altri team/imprese virtuali provenienti da tutta Italia. Le 15 squadre finaliste, che saranno invitate a partecipare all’evento di Milano (dove si contenderanno anche l’accesso alla finale internazionale), si divideranno un montepremi di 11.670 euro in questo modo:

Le 15 squadre meglio classificate in ognuna delle 15 simulazioni della finale otterranno 400 euro ciascuna; Le 5 squadre che raggiungeranno il massimo profitto otterranno:
– 600 euro (la prima)
– 480 euro (la seconda)
– 360 euro (la terza)
– 280 euro (la quarta)
– 200 euro (la quinta)

Questa quinta edizione di Young Business Talents inoltre, è la seconda a tenersi in Italia dopo l’entrata in vigore della nuova legge di riforma n° 107/15 (altrimenti detta “la buona scuola”), che all’art. 1 dal comma 33 al comma 44 introduce e regolamenta l’obbligo di alternanza scuola-lavoro per tutti gli alunni del triennio delle scuole secondarie di secondo grado nella misura di 200 ore nei licei e 400 ore negli istituti tecnici e professionali. L’utilizzo del simulatore e la partecipazione al concorso, valgono 120 ore nel contesto del programma Impresa Formativa Simulata.

Ricordiamo infine che la scorsa edizione ha registrato oltre 3.900 studenti iscritti (+11% rispetto all’anno precedente) per un totale di 1.124 squadre. A vincere è stata la squadra Tembota dell’ITC Bramante di Pesaro; seconda classificata Notbusiness dell’SS Salvatore Pizzi di Caserta, seguite da Upanddown dell’IIS Fanno di Treviso, Crautilovers dell’Istituto Marie Curie di Pergine Valsugana (TN) e Overtime dell’ITC Sansovino di Treviso.

[home page] [lo staff] [meteo]