torna alla homepage


Un francobollo e una mostra dedicata alla mitica Lambretta allo Spazio Filatelia di Trieste


Al primo motoveicolo italiano a essere prodotto in catena di montaggio come le vetture di grande serie, lo Spazio Filatelia triestino di via Galatti 7/d dedica una mostra in collaborazione con l’associazione “Trieste in Lambretta”. 

Saranno circa una decina le mitiche lambrette che faranno bella mostra di sé all’interno dello spazio filatelico della Posta Centrale triestina, assieme a altri materiali e memorabilia dedicati a uno dei mezzi che hanno segnato un epoca nella abitudini di trasporto italiane e non solo.

La singolare mostra, assieme alla presentazione del nuovo francobollo dedicato alla Lambretta, sarà inaugurata sabato 9 settembre nello Spazio Filatelia alle 10.30. 

“La decina di lambrette, tutte in ottimo stato – spiega il presidente di “Trieste in Lambretta” Stefano Barnabà – ripercorrono cronologicamente il periodo di produzione predisposto dalla Innocenti di Milano. Questa mostra coincide con l’emissione del francobollo e pure con il ventennale della nostra associazione. Per info sulla nostra attività il sito è www.triesteinlambretta.com 

E’ possibile affermare, come riporta il curatore del museo nazionale “Scooter&Lambretta” Vittorio Tessera, che la Lambretta è stato il prodotto industriale milanese più diffuso e conosciuto nel mondo. Non v’è continente che non sia stato conquistato dal fascino di questa due ruote pensata e ideata da Ferdinando Innocenti. Basti pensare al fenomeno culturale dei “Mod” sorto nel Regno Unito durante l’epoca Beat nei fantastici anni Sessanta dello scorso secolo. Vestiti elegantemente, i mods cavalcavano le loro lambrette, ascoltavano la musica degli immortali “Small Faces” e “Who” ingaggiando piccole scaramucce con gli invisi beatnik! La produzione dello scooter terminerà nel 1971 dopo la costruzione di ben 2.500.000 esemplari.

Storie a parte, allo Spazio Filatelia triestino sarà possibile rifornirsi dell’originale francobollo dedicato alla Lambretta emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico, appartenente alla seria tematica “le eccellenze del sistema produttivo e economico e del valore di 0,95 euro. La vignetta riproduce un manifesto pubblicitario della lambretta degli anni Cinquanta e è stato realizzato dall’illustratore e cartellonista Franco Mosca. Il manifesto è conservato nel Museo Scooter e Lambretta di Rodano. 

Le splendide lambrette dell’associazione triestina rimarranno in mostra sino a sabato 16 settembre compreso. Per vederle e saperne di più, l’orario dello Spazio Filatelia è il seguente: dal lunedì al venerdì dalle 8.20 alle 13.35, il sabato dalle 8.20 alle 12.35. Per informazioni, il telefono è lo 040/6764305.


[home page] [lo staff] [meteo]