torna alla homepage


Un poker di autori "per ragazzi" al
concorso "Caro autore, ti scrivo..."


Un poker di autori di punta della galassia “ragazzi” - due scrittori italiani e due stranieri, tutti molto amati dai giovani lettori – sigla il conto alla rovescia per la 20^ edizione di pordenonelegge, la Festa del Libro con gli Autori in programma a Pordenone dal 18 al 22 settembre. Il francese Bernard Friot, scrittore “pubblico” – come ama autodefinirsi – e pluripremiato, fra i più originali e amati in Europa, spesso paragonato a Gianni Rodari, autore di “Dieci lezioni sulla poesia, l'amore e la vita” (Lapis, 2016); Luigi Garlando, firma di punta della «Gazzetta dello Sport» ma anche apprezzato autore di libri per ragazzi come il recentissimo “Mosche, cavallette e premio Nobel” (HarperCollins, 2019); Tommaso Percivale, scrittore che spazia dal romanzo storico alla fantascienza, dall’avventura al thriller e ha da poco firmato “Dalla montagna il tuono – Vajont Sessantatre” (Einaudi Ragazzi, 2019); Katherine Rundell, infine, autrice afro-europea vincitrice di molti riconoscimenti, finalista al Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2019 con “Capriole sotto il temporale” (Rizzoli, 2018). Sono loro i protagonisti della nuova edizione del Concorso “Caro autore, ti scrivo...”, come sempre promosso da Fondazione Pordenonelegge.it nel rush finale verso la Festa del Libro: in attesa di scoprire i dettagli del festival all’inizio dell’estate, ecco una ghiotta anticipazione del programma Junior, con quattro fra le migliori pubblicazioni della letteratura per ragazzi.

“Caro autore, ti scrivo...” si rivolge agli studenti 12 – 14enni, allievi quindi delle Scuole Secondarie di I grado: in quanto lettori di almeno uno dei quattro libri selezionati potranno scrivere e inviare la loro recensione, concepita in forma di lettera all’autore. Le lettere saranno valutate da una giuria presieduta da Beatrice Masini e composta anche da Chiara Carminati, Alice Maddalozzo Della Puppa, Gabriella Scrufari e Mauro Rossato, coordinata da Valentina Gasparet. Saranno scelti tre “critici in erba” per ciascun titolo: ognuno riceverà una pergamena autografata dall’autore recensito e una selezione di libri pubblicati dagli editori che rientrano nella rosa scelta quest’anno. Le recensioni dei dodici studenti selezionati saranno pubblicate sul sito www.pordenonelegge.it e tutte le lettere pervenute verranno consegnate agli autori a cui sono rivolte: rappresenteranno un importante riferimento per la conduzione degli incontri al festival. 

Partecipare a “Caro autore, ti scrivo...” è semplice: Per trasmettere l’elaborato è necessario accedere al sito www.pordenonelegge.it  sezione Concorso “Caro autore, ti scrivo...”, compilare l’apposito form e allegare l’elaborato in formato pdf o word. Il testo dovrà avere una lunghezza massima di 2700 battute spazi inclusi. Le recensioni dovranno pervenire entro e non oltre sabato 7 settembre 2019. Maggiori informazioni presso la Segreteria organizzativa di Fondazione Pordenonelegge.it Tel. 0434.1573200 fondazione@pordenonelegge.it  www.pordenonelegge.it  

“Caro autore, ti scrivo...”

AUTORI/LIBRI


Dieci lezioni sulla poesia, l'amore e la vita (Lapis, 2016)
Marion e Kevin si incontrano per caso e sembrano non avere nulla in comune. Lei è scontrosa e sbrigativa. Lui è un ragazzo introverso e insolito. Tutti e due si ritrovano a frequentare di malavoglia un laboratorio di poesia, tenuto da Simon, poeta gentile e vivace. È un lento avvicinamento, il loro, contrassegnato da incertezze, curiosità e dalla poesia che, inaspettatamente, si rivela lo strumento più semplice ed efficace per conoscersi e imparare a volersi bene.

BERNARD FRIOT, autore francese tra i più originali e amati in Europa, dopo una lunga carriera di insegnante si dedica alla scrittura e alla traduzione di libri, attraverso i quali si impegna anche ad aiutare i ragazzi con difficoltà di lettura. Si definisce lui stesso uno “scrittore pubblico”: ha bisogno di incontrare i suoi lettori per far nascere le sue storie. Spesso paragonato a Gianni Rodari, in Italia ha vinto diversi premi: il suo primo libro di racconti, Il mio mondo a testa in giù, ha vinto il Premio Andersen 2009 come migliore libro 9-12 anni. Il suo romanzo Dieci lezioni sulla poesia, l’amore e la vita gli è valso il Premio Orbil 2017 ed è finalista al Premio Leggimi Forte 2018-2019.

Mosche, cavallette e premio Nobel (HarperCollins, 2019) 
Il piccolo Luigi è nato in Calabria, terzo figlio di una famiglia di poverissimi pescatori. La pancia spesso vuota, ma il cuore pieno di amore per i fratelli e i genitori, Gigino a soli sedici anni lascia l’Italia per lavorare. Non è un’esistenza facile quella dell’emigrato, ma un giorno incontra una donna che riconosce in lui grandi potenzialità, una donna che cambierà la sua vita per sempre e che farà di lui il suo assistente di laboratorio. Quella piccola signora dalla volontà indomita e dal piglio di principessa è Rita Levi Montalcini, la grandissima scienziata che nel 1986 ha vinto il Nobel per la Medicina.

LUIGI GARLANDO, è la firma di punta della «Gazzetta dello Sport». Da anni scrive libri per ragazzi. Ha pubblicato tra gli altri Per questo mi chiamo Giovanni (Rizzoli), uno dei libri più letti e adottati nelle scuole italiane; Camilla che odiava la politica, L’estate che conobbi il Che (Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2017), Mister Napoleone (Il Battello a Vapore) e nel 2018, per Mondadori, Il mestiere più bello del mondo: faccio il giornalista. Sua anche la fortunata serie Gol! (Piemme).

Dalla montagna il tuono – Vajont Sessantatre (Einaudi Ragazzi, 2019)
Erano le 22.39 del 9 ottobre 1963, quando milioni di metri cubi di roccia franarono nel bacino artificiale creato dalla diga del Vajont, provocando un’onda che seppellì due interi paesi e quasi 2000 persone sotto un mare di fango. Cos’era successo? L’interesse economico aveva prevalso sul buonsenso e tutti avevano taciuto. No, non proprio tutti. Una voce si era levata a spaccare quel silenzio colpevole. Una voce forte, pulita e indomabile, come la montagna: la voce di Tina Merlin.

TOMMASO PERCIVALE vive e scrive su un bricco isolato circondato da rocce, vento, boschi e caprioli. È uno scrittore curioso che spazia dal romanzo storico alla fantascienza, dall’avventura al thriller. Pubblica con le più importanti case editrici italiane e i suoi romanzi sono tradotti in dodici lingue. Tra i suoi libri, Ribelli in fuga (con cui ha vinto numerosi premi e riconoscimenti), Messaggio dall’impossibile, Più veloce del vento (Einaudi Ragazzi), Il caso dei sessantasei secondi. L'ordine della Ghirlanda (Mondadori), nonché numerosi titoli nelle collane «Grandissimi» e «Classicini».

Capriole sotto il temporale (Rizzoli, 2018)
Wilhelmina ha una vita libera e felice in Zimbabwe. Con il suo cavallo Shumba e il migliore amico Simon percorre spesso l’immensa distesa del Bush. Non va a scuola, mangia con le mani e in tasca ha sempre una fionda. La sua vita cambia all’improvviso quando è costretta a trasferirsi nella fredda Inghilterra: un mondo ostile, dove Will è soltanto una selvaggia da addomesticare. Ma è possibile cambiare se questo significa tradire sé stessi e le proprie radici? Una storia sospesa tra avventura e incanto, con il respiro di un classico contemporaneo.

KATHERINE RUNDELL è nata nel 1987. Cresciuta tra l’Africa e l’Europa, ha vinto una borsa di studio all’All Souls College di Oxford. I suoi romanzi hanno ottenuto prestigiosi premi. Con Rizzoli ha pubblicato Sophie sui tetti di Parigi (Waterstones Children’s Book Prize 2014), La ragazza dei lupi (Premio Andersen 2017) e Il Natale di Teo. Capriole sotto il temporale, suo romanzo d’esordio nel 2011 (uscito in Italia nel 2018), è stato finalista al Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2019.


[home page] [lo staff] [meteo]