torna alla homepage


Pordenonelegge il Territorio riparte con Vicenza,
perla veneta dell’architettura rinascimentale


Sarà Vicenza, la città veneta perla dell’architettura rinascimentale, la prossima tappa di Pordenonelegge il Territorio, il format di viaggio che permette di approfondire la conoscenza dei luoghi attraverso la voce, le esperienze e il racconto di protagonisti d’eccezione. Come la scrittrice vicentina Mariapia Veladiano, che sabato 14 marzo sarà guida del percorso letterario legato alla città: per ritrovare insieme le atmosfere e le opere di grandi talenti, da Antonio Fogazzaro a Guido Piovene e Goffredo Parise. Un itinerario che, parten­do dal Santuario della Madonna di Monte Berico, dove Mariapia Veladiano incontrerà il tour di pordenonelegge, si spingerà fino alla Villa Valmarana ai Nani, e infine al Quartiere delle Barche, luoghi dove Piovene ha ambientato “I Falsi Redentori” e la stessa Veladiano “La vita accanto”.

Vicenza, appunto, è la città di Mariapia Veladiano, straordi­naria scrittrice che racconta oggi l’ipocrisia, l’intolleranza, la crudeltà della natura, la prevaricazione degli uomini sulle donne, l’incapacità di accettare e di ac­cettarsi, la potenza delle passioni. Ma naturalmente il nuovo viaggio di Pordenonelegge il Territorio, che “salperà” il 14 marzo alle 8.30, non potrà rinunciare a una meravigliosa full immersion nella Vicenza che Piovene raccontava con “la meraviglia” negli occhi. La città del Rinascimento italiano, “specie quello tardo, quando l’architettura obbediva soltanto alla fantasia e al piacere, e aveva qualche cosa di chimerico”. Piovene si riferiva a Palladio e ai suoi scolari, al complesso fastoso di archi logge e colonne che accoglie il visitatore non appena entra in città. Dopo un pranzo nel segno dei sapori del territorio, il pomeriggio sarà infatti dedicato alla riscoperta della Vicenza palladiana, nel cuore del centro storico: da Piazza dei Signori, dove si affacciano splendidi monumenti tra i quali la Basilica Palladiana, simbolo indiscusso di Vicenza, al corso principale che proprio ad Andrea Palladio è dedicato, sino agli altri edifici rappresentativi di Vicenza, come la Chiesa di Santa Corona, Palazzo Leoni Montanari, sede delle Gallerie d’Italia di Vicenza con importanti opere del Tiepolo e del Canaletto. Infine il gioiello assoluto, lo splendido Teatro Olimpico che fu ultima opera del Palladio e oggi è sede di concerti, eventi e grandi rappresentazioni teatrali. Il rientro a Pordenone è previsto entro le 20. Prenotazioni operative fino ad esaurimento dal 14 febbraio, info Fondazione Pordenonelegge.it, Palazzo Badini, Via Mazzini, 2 - Pordenone - 0434.1573200. E presso Antonietti Viaggi di Robintur Spa - Via Montereale, 91 - Pordenone 0434.013070

Mariapia Veladiano, laureata in filosofia e teologia. Collabora con la Repubblica e con la rivista Il Regno. Il suo primo romanzo, La vita accanto (Einaudi Stile Libero, 2011) ha vinto il Premio Calvino ed è arrivato secondo al Premio Strega. Sono seguiti il romanzo Il tempo è un dio breve (Einaudi Stile Libero, 2012), il giallo per ragazzi Messaggi da lontano (Rizzoli, 2013), Ma come tu resisti, vita (Einaudi Stile Libero, 2013), una raccolta di riflessioni sui sentimenti e le azioni. Guanda ha pubblicato i romanzi Una storia quasi perfetta e Lei, e infine il saggio Parole di scuola.


[home page] [lo staff] [meteo]