torna alla homepage


Pordenonelegge 2019 nel segno del giallo


pordenonelegge 2019 festeggia il suo atteso ventennale anche nel segno del giallo e del noir, con due protagonisti d’eccezione: due scrittori scrittori cult, Gianrico Carofiglio e Giancarlo De Cataldo. L’iniziativa nasce attraverso uno specifico Protocollo d’intesa sottoscritto fra il Comune di Senigallia e la Fondazione Pordenonelegge.

L’accordo - per il quale va ringraziato un pordenonese, Claudio Ricci, che ha creato le basi della collaborazione - è stato sottoscritto dal sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi e dal presidente della Fondazione Pordenonelegge Giovanni Pavan per promuovere la cultura, attraverso i reciproci eventi, e prevede iniziative per le scuole, laboratori di scrittura creativa, incontri su tematiche legate all’attualità, mostre in particolare legate alla fotografia e altre iniziative per la valorizzazione del territorio. Gianrico Carofiglio e Giancarlo De Cataldo sono i protagonisti di un’originalissima formula di incontro “andata e ritorno”: nella serata di ieri, sabato 24 agosto, al festival Ventimilarighesottoimari in Giallo di Senigallia hanno trattato la prima parte di “Sconvenienti verità.

Le inattese ragioni del delitto”, investigando sui casi che portano a crimini sconvolgenti, dove i colpevoli sono spesso legati alle vittime da rapporti personali o familiari. Protagonista della serata di ieri a Senigallia è stata la stessa Fondazione Pordenonelegge, con il presidente Giovanni Pavan, il direttore Michela Zin e Gian Mario Villalta, direttore artistico di Pordenonelegge, impegnati nel corso del festival con il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi, l’assessore alla Cultura Simonetta Bucari e l’artefice dell’accordo Claudio Ricci.

L’appuntamento a pordenonelegge è già in cartellone per sabato 21 settembre, alle 21 al Teatro Verdi: casi noti al grande pubblico sarà preso in esame e analizzato per capire le ragioni che alimentano l’interesse o il turbamento dell’animo umano rispetto ad alcuni delitti che ci attraggono e suscitano un interesse assoluto, laddove altri ci lasciano del tutto indifferenti. Un talk, dunque, che ripercorrerà casi eclatanti degli archivi giudiziari del nostro tempo: condurrà la conversazione il giornalista e saggista Valerio Calzolaio, che è anche docente di diritto costituzionale all’Università di Macerata. Sarà l’occasione per un excursus avvincente che intreccia realtà e letteratura, storia e fiction, vero e verosimile. Info e dettagli sul sito www.pordenonelegge.it

Pordenonelegge 2019 è curato da Gian Mario Villalta (direttore artistico), Alberto Garlini e Valentina Gasparet ed è promosso da Fondazione Pordenonelegge.


[home page] [lo staff] [meteo]