torna alla homepage


20 anni di pordenonelegge: al via lo studio
sociologico a cura di Guido Guerzoni

Coinvolgerà MIGLIAIA DI STAKEHOLDERS fra operatori, autori, case editrici, partner e anche giornalisti che hanno partecipato al festival

Vent’anni di pordenonelegge, dieci anni della Scuola di scrittura avviata nella città della Festa del Libro e cinque anni della Fondazione Pordenonelegge.it che dal 2014 coordina le attività di ideazione, organizzazione e promozione del festival, ma anche le oltre 100 iniziative che ogni anno vengono promosse nel segno del libro, della letteratura e della poesia: eventi, presentazioni, letture, corsi, incontri, lezioni magistrali, seminari, workshop e persino due collane editoriali che impegnano pordenonelegge in veste di editore di poesia.

Il 2019 è senz’altro un anno chiave per la città di Pordenone e il suo festival – in programma dal 18 al 22 settembre - così come per le iniziative che intorno a pordenonelegge sono fiorite e sono state coltivate dal 2000 ad oggi. Una proposta organica che include, con l’annuale Festa del Libro di settembre - diretta da Gian Mario Villalta con i curatori Alberto Garlini e Valentina Gasparet – anche pordenonescrive, la Scuola di scrittura nata dieci anni fa per coinvolgere e ‘formare’ intorno al piacere di ascoltare e scrivere storie, i tanti progetti di formazione intorno alla lettura e le molteplici iniziative culturali e letterarie fiorite in questi vent’anni attraverso un fitto networking con istituzioni del territorio e nazionali.

Cinque anni fa, nel 2014, la Fondazione Pordenonelegge.it aveva affidato alla Bocconi di Milano e in particolare al professor Guido Guerzoni un importante studio sull’incidenza economica del festival per il territorio: i risultati avevano dimostrato la benefica capacità di impatto di pordenonelegge, visto che per ogni euro investito dalle istituzioni ne ricadono ben 7,27 sul territorio in termini di indotto. Nel conto alla rovescia verso la 20^ edizione, pordenonelegge si propone di indagare gli impatti di lungo periodo del Festival, ascoltando tutti coloro che vi partecipano, in modo diretto o indiretto, per comprendere quanto l’attività culturale e promozionale abbiano caratterizzato il contesto sociale ed economico del territorio così come esercitato un’influenza duratura sulle opinioni, le percezioni e le decisioni di diversi stakeholder della manifestazione.

Ecco quindi “I tuoi vent’anni di pordenonelegge”, uno studio sociologico curato sempre dall’esperto Guido Guerzoni coadiuvato da Marina Mussapi e Margherita Bocchi (entrambe esperte di progettazione e consulenza per il settore culturale) per monitorare non solo quanto e com’è cambiata la città in questi vent’anni, ma anche per registrare l’influenza che pordenonelegge ha avuto sul modo di percepire, di vivere e di raccontare il suo territorio. Quanto pordenonelegge ha influito sulla città di Pordenone? Quanto l’esperienza di “Angelo” del festival può aver influito sulle scelte di studio e di carriera dei giovani pordenonesi? Come le attività commerciali hanno cambiato le loro proposte per il pubblico e gli ospiti di Pordenonelegge? E com’è cambiato il modo in cui i media raccontano il Festival e la città di Pordenone? Queste sono solo alcune delle domande alle quali ci si propone di rispondere grazie al supporto dei gruppi di interesse che hanno partecipato ai questionari d’indagine, migliaia di intervistati – oltre 800 solo fra gli Angeli ed ex Angeli della manifestazione - tra autori ospiti, partner, volontari, associazioni del territorio, operatori economici e imprese, editori, giornalisti accreditati, insegnanti e studenti che accedendo a un link potranno rispondere on line in pochi minuti alle diverse domande.

Adesso tocca al pubblico: c'è tempo fino al 25 luglio per prendere parte all'indagine che studia com'è cambiata la città in due decenni

Pordenonelegge? Un festival unico e inconfondibile: è l’opinione di 8 autori su 10 passati al festival negli ultimi 20 anni, concordi nell’individuare fattori di unicità rispetto ad altre manifestazioni di settore: per il grande coinvolgimento della città, la cura e qualità della programmazione considerata “a misura d’uomo” e insieme ampia, diversificata, accessibile a un vasto pubblico.

Soprattutto, è opinione concorde che pordenonelegge abbia considerevolmente contribuito a far conoscere la citta’ di Pordenone (93% degli autori intervistati) e che la propria esperienza alla Festa del Libro con gli Autori abbia lasciato una traccia molto positiva (88%). Sono alcune anticipazioni dell’indagine“I tuoi vent’anni di pordenonelegge”, ideata e promossa da Fondazione Pordenonelegge.it, realizzata dalle progettiste culturali Marina Mussapi e Margherita Bocchi per la direzione scientifica del professore della Bocconi Guido Guerzoni.

Il lavoro punta a monitorare non solo quanto e com’è cambiata la città in questi vent’anni, ma anche a identificare l’influenza che pordenonelegge ha avuto sul modo di percepire, di vivere e di raccontare la città e il suo territorio. Uno sguardo, dunque, sugli impatti di lungo periodo del festival, per approfondire la “legacy” di pordenonelegge, l’influenza esercitata in questi 20 anni sugli stakeholder della manifestazione.

Finora sono state indagate diverse categorie, per analizzare in modo quantitativo e qualitativo come il festival abbia impattato sui gruppi: gli autori, innanzitutto (in 20 anni ne sono passati oltre 10mila, italiani e internazionali), e poi editori, giornalisti, imprese, Angeli (giovani volontari del festival), insegnanti, studenti, attività commerciali, partner, associazioni. Adesso i riflettori dell’indagine si spostano sul grande pubblico della Festa del Libro, perché entro il 25 luglio tutti gli spettatori, di qualsiasi edizione, potranno dire la loro su pordenonelegge collegandosi al link https://forms.gle/FMQAFdDwzzUGwQC67  

Gli spettatori potranno raccontare la propri a esperienza e confidare le aspettative sul festival, prendendo parte ad una consultazione ideata all’apice di due decenni di crescita, condivisione, stimoli e confronto. L’obiettivo è quello di indagare gli impatti di lungo periodo del Festival, ascoltando tutti coloro che vi partecipano, in modo diretto o indiretto, per comprendere quanto la presenza e le attività di pordenonelegge abbiano caratterizzato il contesto sociale, culturale ed economico del territorio. Info e dettagli www.pordenonelegge.it 

Info e dettagli www.pordenonelegge.it


[home page] [lo staff] [meteo]