torna alla homepage


A pordenonelegge in anteprima "L'isola delle donne"
di Roberto Bertinetti (Bompiani)

Il racconto di Lady D, nei 20 anni del tragico incidente e altre impareggiabili donne inglesi.

A pochi giorni dal 31 agosto, data nella quale scoccheranno i vent’anni dal tragico incidente nel tunnel di Parigi che costò la vita a Diana Spencer, pordenonelegge annuncia l’incontro che si prefigura come un affettuoso omaggio a Lady D e ad altre “impareggiabili signore inglesi” che, analogamente a lei, hanno impresso un segno significativo nella storia, nella società, nella cultura inglese. “L’isola delle donne” è il titolo del libro che arriva in libreria per Bompiani proprio da fine agosto, a firma del docente ed esperto di letteratura inglese Roberto Bertinetti che lo presenterà in anteprima assoluta al festival giovedì 14 settembre (ore 17, Palazzo Montereale Mantica) in dialogo con il critico e saggista Mario Baudino.

Che cos’hanno in comune Mary Quant e Margaret Thatcher, Lady Diana, ovvero la principessa più principessa del mondo, e Virginia Woolf? La patria, la lingua, la cultura; la tenacia, la personalità, la capacità di trasformazione. Roberto Bertinetti ne “L’isola delle donne” (in uscita esattamente mercoledì 30 agosto, pagine 352, euro 16), racconta con penna elegante, leggera e precisa, a tratti ironica, a tratti complice, qualche volta impietosa, il segno che hanno lasciato nella storia come nella vita culturale e sociale del loro Paese. Ne risultano tanti ritratti di tempi diversi, di modi diversi di vivere e conquistare il proprio spazio nel mondo, a comporre un disegno complessivo che dà conto dell’estrema forza di queste donne, delle loro energie, del loro modo specialissimo di essere e di saper cambiare. Docente di letteratura inglese all’università di Trieste, Bertinetti sigla nove “impareggiabili signore inglesi”: Elisabetta I, Vittoria, Margaret Thatcher, Lady Diana – di cui il 31 agosto ricorre il ventesimo anniversario della scomparsa – Jane Austen, Virginia Woolf, Agatha Christie, Mary Quant e Vivienne Westwood. Per gentile concessione dell’editore anticipiamo una parte del capitolo su Lady Diana.


[home page] [lo staff] [meteo]