torna alla homepage


Lettere Mediterranee: la sezione di approfondimento culturale di Onde Mediterranee Festival
il 16 e 17 luglio al Teatro Pasolini di Cervignano


Da sempre impegnato nell'affrontare le tematiche sociali più importanti, Onde Mediterranee Festival ospiterà, nella sua sezione Lettere Mediterranee il 16 e il 17 luglio al teatro Pasolini di Cervignano, due serate ad ingresso libero di incontri letterari, proiezioni, performance e dibattiti dal titolo “Mediterraneo in chiaroscuro: sfruttamenti, diritti, prospettive”, condotti da Camilla Cojaniz e da Fabio Turchini.

La prima serata avrà inizio alle 19, con la proiezione del documentario “Water makes money”, che spiega come le società multinazionali creino profitti dalla privatizzazione dell'acqua. Segue, alle 21.00, lo spettacolo-monologo di Stefano Liberti, tratto dal suo ultimo libro "I signori del cibo e, alle 22:00, il focus sarà puntato su “Diritti, sfruttamenti, guerre. La corsa mondiale per la terra, l'acqua, il cibo”. Partecipano: Amedeo Ricucci, giornalista Rai – Stefano Liberti, giornalista e scrittore - Don Pierluigi Di Piazza, fondatore del Centro di accoglienza Balducci di Zugliano. 

Il 17 luglio, alle 20:30, “Da Nelson Mandela a Giulio Regeni: per i diritti umani, la giustizia, la verità”. Ne parleranno Titi Nxumalo, console politico del Sudafrica in Italia ; Valentina Bach, segretario generale del Collegio del mondo Unito dell'Adriatico; Igor Jelen, docente di Geografia all'Università degli Studi di Trieste introdotti da Umberto Marin, presidente di Time For Africa.

Dopo un momento musicale e artistico con il pianoforte di Claudio Cojaniz e il live-painting di Roberto Taverna, Paola e Claudio Regeni, con il loro legale Alessandra Ballerini, faranno il punto sulla situazione dei diritti umani in Egitto e sulla ricostruzione della tragica fine di Giulio. Intervento in video di Moni Ovadia.

A quarant’anni dalla morte di Salvatore Quasimodo, il filosofo Fabio Turchini leggerà alcune poesie del poeta siciliano, premio Nobel per la Letteratura.

Info: www.euritmica.it

LETTERE MEDITERRANEE 2018
Cervignano del Friuli, 16/17 luglio 2018

Teatro Pasolini – ingresso libero
Mediterraneo in chiaroscuro: sfruttamenti, diritti, prospettive

16 luglio: Diritti, sfruttamenti, guerre. La corsa mondiale per la terra, l'acqua, il cibo
La corsa all’accaparramento di terra e acqua è all’origine di molte delle guerre oggi in atto nel mondo, oggetto di conquiste e sfruttamento, con conseguenze devastanti dal punto di vista politico e sociale, causa prima del fenomeno migratorio di cui il Mediterraneo è teatro.
ORE 19.00 Proiezione: “Water makes money”, di Leslie Franke e Herdolor Lorenz
Documentario indipendente, di produzione franco tedesca in collaborazione con la rete europea di Attac, che, attraverso l'esempio francese, racconta di come le società multinazionali creino profitti dalla privatizzazione dell'acqua, a scapito della qualità del servizio e dei soldi pubblici. (90 min)
pausa-rinfresco
ORE 21.00 Spettacolo-monologo di Stefano Liberti, tratto dal suo ultimo libro "I signori del cibo".
Tratta il tema del dominio dei grandi gruppi nel sistema alimentare e la distruzione dell'ambiente e dei rapporti sociali nelle campagne. Video e immagini accompagnano lo spettatore nel racconto.
ORE 22.00 Dialogo a più voci sul tema della corsa per l'accaparramento delle risorse idriche e territoriali, causa della maggior parte delle guerre contemporanee.
Ospiti: Amedeo Ricucci: giornalista Rai dal 1993, dove ha seguito come inviato speciale i principali conflitti internazionali degli ultimi 20 anni per Professione Reporter, Mixer, La storia siamo noi e infine per il TG1. Attualmente è alla redazione Speciali del TG1.
Stefano Liberti: giornalista e scrittore, ha pubblicato i suoi reportage su diverse riviste italiane (Geo, L'Espresso, Ventiquattro) ed estere (El País semanal, Le Monde diplomatique).
Don Pierluigi Di Piazza: noto soprattutto per il suo impegno per la pace e per aver fondato Centro di accoglienza E. Balducci - Zugliano", associazione che offre un tetto a immigrati, profughi e rifugiati politici.

17 luglio 
Da Nelson Mandela a Giulio Regeni: per i diritti umani, la giustizia, la verità
Il tema della lotta per i diritti umani viene trattato ricordando la figura di Nelson Mandela, a 100 anni dalla nascita, e chiedendo instancabilmente verità per Giulio Regeni.
ORE 20.30
Incontro con Titi Nxumalo: console generale del Sudafrica in Italia; Valentina Bach: segretary general di UWC Adriatic; Igor Jelen: docente di Geografia presso l'Università degli Studi di Trieste; Umberto Marin: Presidente dell'associazione Time For Africa
Momento musicale e artistico con Claudio Cojaniz e Roberto Taverna (20 min circa)
Incontro con Paola Deffendi e Claudio Regeni e l'avv. Alessandra Ballerini. 
La serata sarà arricchita da un intervento in video di Moni Ovadia.
Durante le serate, in occasione del quarantennio dalla morte di Salvatore Quasimodo, si alterneranno momenti di lettura di poesie grazie alla partecipazione di Fabio Turchini, scrittore e fine narratore.
In collaborazione con TimeForAfrica.


[home page] [lo staff] [meteo]