torna alla homepage


A pordenonelegge l'anteprima nazionale
del film "L’intrusa" di Leonardo Di Costanzo


A pordenonelegge ancora una volta le pagine dei libri diventano musica, cinema e teatro: dal 13 al 17 settembre appuntamento con la 18^ edizione della Festa del Libro con gli Autori e con il percorso “parole in scena”, che ci accompagna verso le anteprime della nuova stagione. Come il film “L’intrusa”, di Leonardo Di Costanzo, al suo debutto sulla Croisette di Cannes lo scorso maggio e nelle sale italiane dal 28 settembre. Ma il pubblico di pordenonelegge potrà vederlo due settimane prima, giovedì 14 (ore 21, Cinemazero), grazie all’anteprima curata da Cinemazero in occasione della Festa del Libro 2017. Leonardo Di Costanzo, al suo secondo lungometraggio, firma un film intenso e di spiccata sensibilità autoriale.

Ne dialogherà, venerdì 15 settembre (ore 15.30, Ridotto del Teatro Verdi) con il critico cinematografico Dario Zonta, voce storica di Hollywood Party e autore del libro L’invenzione del reale, conversazioni su un altro cinema, nel quale indaga una “nuova onda” del cinema italiano, approfondendo per la prima volta in maniera organica il lavoro degli autori che lavorano sul reale per proporre un cinema innovativo legato al nostro tempo. Il percorso fra cinema e letteratura nell’ambito di pordenonelegge 2017, grazie alla sinergia tra il festival e Cinemazero, si focalizza anche sul cinema mainstream di Sergio Castellitto e Margaret Mazzantini che, attraverso la loro collaborazione, sono stati capaci di dare voce (e immagine) a un cinema popolare denso di sentimenti, come nell’ultima pellicola, Fortunata, Premio Migliore attrice a Cannes per l’interpretazione di Jasmine Trinca nella sezione ‘Un certain regard’ e vincitore di due Nastri d’Argento. In dialogo con lo scrittore e giornalista Paolo Di Paolo i due artisti si confronteranno a pordenonelegge, sabato 16 settembre (ore 21, Teatro Verdi) intorno all’alchimia inestricabile, quasi simbiotica, che permette loro di unire, intrecciare, sovrapporre la voce della scrittura con quella cinematografica, tanto da non distinguerle più. E per l’occasione sarà annunciata l’uscita home video del film “Fortunata” per Universal Pictures Home Entertainment Italia, dal 25 ottobre 2017 in tutti i circuiti nazionali. Dal reale si distaccano decisamente i due registi Fabio Grassadonia e Antonio Piazza che, dopo il felice esordio Salvo, sono tornati al cinema con Sicilian Ghost Story liberamente tratto dal racconto di Marco Mancassola “Un cavaliere bianco” dedicato al piccolo Giuseppe Di Matteo, sequestrato e ucciso dalla Mafia. Film di apertura alla Semaine de la critique all’ultimo Festival di Cannes, il film affronta un fatto così terribile attraverso la dimensione della favola nera e restituisce a Di Matteo una dignità nella memoria che da tempo non c’era più. Guidati dal Premio Strega Nicola Lagioia, gli autori si confronteranno sabato 16 settembre (ore 10, Convento di San Francesco) fra parola scritta e immagine, intorno al racconto di un evento così tragico per la memoria dell’intero Paese. A chiudere il cerchio, intrecciando straordinariamente le suggestioni del cinema, dell’arte e della letteratura, sarà l’anteprima di Luigi Nono e il cinema, il libro scritto dal musicologo Roberto Calabretto per edizioni LIMA – Libreria Internazionale Musicale: venerdì 15 settembre (ore 20.30, Auditorium Istituto Vendramini) lo presenterà con la moglie di Luigi Nono, Nuria Schoenberg, e con il critico musicale Sandro Cappelletto, ripercorrendo i molteplici legami fra il compositore e il cinema, fonte di ispirazione per la sua musica che ha anche dato suono a un film da lui particolarmente amato, Sacrificio di Tarkovskij.

Dal cinema al piccolo schermo: pordenonelegge ospiterà, al Ridotto del Teatro Verdi, la prima assoluta de “I colori del crimine”, venerdì 15 Settembre (ore 21). L’autrice Gilda Piersanti presenta la serie che andrà in onda su Laeffe, tratta dai suoi romanzi, adattata per il piccolo schermo da Gianguido Spinelli e ambientata a Parigi. Il commissario Rousseau e il giovane ispettore Mariella De Luca guidano le indagini, entrambi inseguiti però da un passato lasciato alle spalle e da passioni nascoste. Con Jane Birkin, Camille Panonacle, Patrick Chesnais.

La letteratura si intreccia con la voce viva degli attori e con il calore del palcoscenico. A pordenonelegge un attore famosissimo, Luca Barbareschi, presenterà giovedì 14 settembre il suo romanzo autobiografico “Cercando segnali d’amore nell’universo” (ore 21, Spazio Incontri), mentre sabato 16 settembre (ore 17.30, Palaprovincia) il frontman dei Tiromancino Federico Zampaglione racconterà insieme a Giacomo Gensini "Dove tutto è a metà", il romanzo scritto a quattro mani e ambientato nella scena musicale alternativa romana. Un plot fresco, generoso e pieno di ritmo che racconta l’amicizia, i sogni e le passioni di donne e uomini di generazioni diverse, disperatamente, come tutti, alla ricerca della felicità. Di musica e parole è intessuto il dialogo scenico fra Luigi Maieron e Mauro Corona: sabato 16 settembre (ore 19, Spazio Incontri) rinnoveranno per il pubblico di pordenonelegge il loro incontro, che ha il sapore antico delle storie narrate un tempo davanti al focolare. Letteratura e teatro a pordenonelegge, con il ritorno di Simone Cristicchi: mercoledì 13 settembre (ore 17, Spazio Incontri) il cant-attore romano porterà in dote al festival l'incredibile storia di David Lazzaretti, il mistico ed eretico cristiano che all'alba delle prime pulsioni repubblicane in Europa fondò la Chiesa giurisdavidica: una vicenda meravigliosa e coinvolgente, intrisa di utopia e spiritualità, sporca di sangue e misteri ancora da chiarire. Il sabato sera di pordenonelegge rinnoverà l’appuntamento con il “rave letterario” Carnediromanzo, di e con Natalino Balasso e Massimo Cirri: alle 22 al Palaprovincia riflettori sull’happening che inventa un romanzo sotto gli occhi (e le orecchie) increduli dei presenti. Mentre domenica 17 settembre (ore 19, Convento di San Francesco) Ferruccio Soleri e Claudia Contin Arlecchino faranno rivivere la maschera di Arlecchino, il grande personaggio della commedia dell’arte.

Ancora intorno alla musica: Sandro Cappelletto sarà protagonista di un incontro dedicato a un meraviglioso strumento musicale, il violoncello; e Gabriele Formenti, autore di un thriller mozzafiato, ci porterà sulle tracce del celebre violino nero di Stradivari.

Anche la radio è protagonista a pordenonelegge: con “La lingua batte”, il programma cult di Radio3 Rai sabato 16 settembre in onda da pordenone alle 17 (Ridotto del Teatro Verdi) e con i live di Radio Rai Fvg venerdi’ e sabato mattina, nello spazio Informagiovani accanto all’ex Convento di San Francesco. Giovedì e venerdì pomeriggio spazio a “Hollywood Party” di Radio3 Rai, condotto in diretta da Enrico Magrelli e Dario Zonta. Della radio parlerà una voce di riferimento di Radio Rai, Massimo Cirri, autore e conduttore di Caterpillar, raccontando le “Sette tesi sulla magia della radio” enunciate nell’ultimo libro, domenica 17 settembre (ore 19, Auditorium Ist. Vendramini); e Antonello Dose, conduttore di un altro programma cult di Radio2 Rai, “Il ruggito del coniglio”, approda a pordenonelegge sabato 17 settembre con il suo saggio testimonianza “La rivoluzione del coniglio. Come il buddismo mi ha cambiato la vita”.

Parole in scena 2017 ospiterà ancora il dialogo di Flavio Massarutto, Luca d’Agostino e Massimiliano Gosparini sui vent’anni di Jazz & wine of peace. Stefano Mancuso e i Deproducers saranno di scena con lo spettacolo Botanica, mentre Paolo Canova e Diego Rizzuto porteranno in scena una lezione spettacolo dedicata alle leggi matematiche del gioco d’azzardo: “Scegli cosa voglio”, a cura dell’IRSE, è il progetto di educazione finanziaria per raccontare in modo semplice, divertente ma rigoroso le leggi matematiche che dimostrano che il gioco d’azzardo semplicemente non conviene.

Anche quest’anno spazio ai giovani autori con il Fight Reading: come sbudellare l'alfabeto e giocarsi la faccia per sedurre un'accolita di potenziali lettori. Sabato pomeriggio alla Loggia del Municipio sarà allestito il "ring" letterario sul quale saliranno Sandro Campani, Ester Viola e Alberto Schiavone, provocati dalla presenza degli irredimibili Papu. Gli scrittori leggeranno brani scritti appositamente per questo incontro e il vincitore sarà decretato dal pubblico pordenonese. E poi domenica pomeriggio il Fight Writing: quattro scrittori, un ring e il tempo che scorre, Valerio Callieri, Michele Vaccari, Giulia Caminito e Raffaele Riba si sfideranno in un reality writing mostrandosi live mentre scrivono un racconto ad hoc. Nessuna regola, solo la ragionata improvvisazione e la breccia iniziale, uguale per tutti. E, a complicare il tutto, domenica alle 15.30, i divertenti colpi di scena dei Papu, protagonisti in piazza anche dell’imperdibile happening pordenoneffettivamentelegge.


[home page] [lo staff] [meteo]