torna alla homepage


Lo sguardo dell’Aquila: al via a Pordenone
l’edizione 2018 del Premio letterario per
scrittori di montagna e per giovani autori


Al via l’edizione 2018 del Premio letterario “Lo sguardo dell’Aquila”, il concorso per scrittori di montagna e per giovani autori 12 – 25enni promosso dall’Unione Territoriale intercomunale delle Valli e delle Dolomiti Friulane con il Festival dei Giovani delle Dolomiti, in partnership con Fondazione Pordenonelegge.it e Libreria Baobab, con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e il Patrocinio delle Fondazione Dolomiti Unesco.

“Lo spazio è (in)finito” titola il leitmotiv del Premio 2018, che festeggia la sua 7^ edizione: e i testi (inediti e di max 20mila caratteri) dovranno infatti spaziare intorno al racconto di spazi e orizzonti, restituendo lo sguardo che, immerso nelle atmosfere di montagna, riesce a cogliere prospettive geografiche e simboliche, stati d’animo, emozioni, suggestioni di persone e luoghi così come le emozioni, i sentimenti, le abitudini e tradizioni che affiorano col respiro della montagna. Un’occasione preziosa per accostarsi a latitudini più “estreme” e a comunità che si potranno così conoscere meglio: perché raccontare significa osservare, riflettere e quindi valorizzare il territorio in un rinnovato cono di luce.

Accanto al bando per autori italiani di qualsiasi età, sono previste due sezioni dedicate a giovani 12-15 anni (Junior) e 16-25 anni (Senior) e la Sezione per le Scuole Secondarie di primo e secondo grado. Deadline per l’invio degli elaborati è il 16 aprile 2018, info e approfondimenti sul sito festivalgiovanidolomiti.it/
concorso-letterario-lo-sguardo-dellaquila-2017
oppure scrivendo a cultura@vallidolomitifriulane.utifvg Tel 0427 76038. La premiazione è in programma il 20 maggio 2018 a Cimolais, i racconti vincitori e segnalati saranno pubblicati nel 2019 della collana “I racconti dello Sguardo dell'Aquila”.

E per la prima volta al Premio letterario “Lo sguardo dell’Aquila” è abbinata una Rassegna di Autori che racconteranno il loro modo di vivere la montagna, lo spazio e il paesaggio ad alta quota: una vetrina programmata fino ad aprile 2018 nel territorio nelle Valli e Dolomiti Friulane per avvicinare e sensibilizzare alla lettura ed alla scrittura giovani e adulti. Aneddoti, visioni, spunti, idee, esperienze germinati da questi incontri offriranno occasioni di riflessione e spunti per i racconti da inviare al Concorso. Inaugurata a dicembre da Alessandra Beltrame con “Io Cammino da Sola”, la rassegna proseguirà il 15 febbraio con Giuseppe Festa, musicista e autore del gruppo Lingalad, autore dei romanzi “Il passaggio dell’orso”, “L’ombra del gattopardo” e “La luna è dei lupi”: li presenterà ai ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Monterale Valcellina nella Scuola di Claut. Morganti Editori sarà il 3 Marzo a Travesio a Palazzo Toppo Wasserman dove presenterà “Le creature dell'acqua. Agàne, anguàne e krivapete” con le autrici Violetta Traclò, Maristella Leandrin, Maria Cristina Vitali, Manuela Quaglia, Stefania Conte. 

L’autore triestino Nicolò Giraldi presenterà a Meduno, il 16 marzo, il suo ultimo romanzo “Nel Vuoto” edito Ediciclo. Il 23 Marzo al Teatro Verdi di Maniago riflettori sullo spettacolo “E Torerem a Baita” con storie e racconti della Grande Guerra, protagonisti la cantautrice veneta Erica Boschiero e il fumettista friulano Paolo Cossi, per le musiche del fisarmonicista Sergio Marchesini. Il 24 Marzo l’autore Paolo Morganti farà tappa a Socchieve, prenderà il suo testimone la giovane autrice Ilaria Tuti che firma il romanzo giallo “I Fiori Sopra l’Inferno” edito Longanesi, ambientato nelle montagne friulane. Gran finale il 12 e 13 aprile con Mauro Daltin, impegnato a Poffabro e Maniago nella presentazione de “Il punto alto della Felicità”.


[home page] [lo staff] [meteo]