torna alla homepage


Venerdì 22 settembre Circolo della Stampa Trieste presentazione del libro "Perchè ci attaccano"


Venerdì 22 settembre alle 17.30 nella Sala Paolo Alessi del Circolo della Stampa di Trieste (corso Italia 13) il prof. Georg Meyr, studioso di fama e docente di Storia delle relazioni internazionali all’Università di Trieste, l’amm. Ferdinando Sanfelice di Monteforte, docente di studi strategici nello stesso Ateneo e già Rappresentante Militare Italiano alla NATO e UE, e l’arch. Marianna Accerboni, curatrice e ideatrice dell’evento, presenteranno il libro Perchè ci attaccano. Al Qaeda, l’Islamic State e il terrorismo “fai date” (Aracne, pgg. 272, € 35) scritto con profonda competenza e acuta chiarezza da Laura Quadarella Sanfelice di Monteforte, giurista e politologa romana, e incentrato su un tema di grande e drammatica attualità. Un volume che porta la prefazione di Ahmet S Yayla, docente all’Università George Mason di Washington, ed è già stato presentato in sedi molto prestigiose quali per esempio il Circolo del Ministero degli Affari Esteri, e recensito da autorevoli esperti di vari Paesi europei, asiatici, africani e statunitensi su giornali, siti di think tank, radio (anche Radio Uno Rai) e tv.

Coordinatore dell’incontro sarà il giornalista Pierluigi Sabatti, Presidente del Circolo della Stampa. Interverranno gli autori. Brindisi offerto da Tenuta Baroni del Mestri (Cormons, Gorizia).

In questo volume il terrorismo “fai da te” è spiegato attraverso un’analisi - corredata da una ricca e interessantissima documentazione fotografica - che spazia dalla propaganda jihadista agli attentati che homegrown terrorist e foreign fighter di ritorno mettono in pratica in Occidente. Questi giovani rispondono agli inviti di Al Qaeda e Islamic State, in competizione per la leadership della galassia jihadista, e «ci attaccano» agendo di rado in modo totalmente autonomo. Dallo studio degli attentati e del materiale diffuso in rete si comprende quali attacchi sono condotti e coordinati da gruppi jihadisti e quali semplicemente ispirati alle loro idee. Si riesce quindi a rispondere a domande come quella che ha dato il titolo al libro e a ipotizzare «chi, quando e dove ci attaccherà», nonché a toccare con mano la propaganda jihadista attraverso centinaia di foto a colori.

Il libro è stato rieditato quest’anno nella versione aggiornata, con copertina cartonata e su carta fotografica per valorizzarne le centinaia d’immagini a colori che contiene e a fine luglio è uscito, ulteriormente aggiornato e tradotto in inglese, sia in ebook che in formato normale cartaceo, sempre su carta lucida fotografica.

Tra i lusinghieri giudizi che il volume ha suscitato:

Uno studio che, oltre alla spiegazione sul "dove, quando e come" del terrorismo, aiuta a capire "perché"! (Giuseppe Cucchi, Generale, ex capo della DIS - Dipartimento di Intelligence per la Sicurezza Italiana).

Un'analisi chiara, basata su dati e metodologie scientifiche, di un fenomeno complesso. Un libro per tutti, che può essere facilmente letto, studiato e che ci aiuta sicuramente a capire perché ci attaccano (Fabrizio Luciolli, Presidente dell'Atlantic Treaty Association).

Ogni funzionario della polizia, politico e cittadino comune che vuole capire il "perché" del terrorismo, deve leggere questo libro essenziale, intuitivo e frutto di un’attenta ricerca (Carlos Vazquez, consulente senior in reclutamento terrorista presso il Behavioral Analysis Group).

Più che una moderna compilazione Sun Tzu sul terrorismo, questo libro offre una visione completa sul terrorismo occidentale in tutta la sua dimensione: culturale, popolare e media. Una panoramica utile della nuova generazione dei giovani! (Gérald Arboit, ricercatore senior del Centro Francese sulla ricerca dell'intelligence).

Laura Quadarella Sanfelice di Monteforte, giurista e politologo, dottore di ricerca in Diritto Internazionale e analista intelligence, è specialista in terrorismo jihadista, counter-terrorism, questioni mediorientali, geopolitica, geostrategia e crimini internazionali. Già docente di Diritto internazionale e Politica estera dell’Unione Europea, attualmente insegna “Politiche di contrasto al terrorismo” presso l’Università Unicusano di Roma (Master di II livello “Geopolitica della Sicurezza”) ed è cultore della materia in Geopolitica all’Università di Trieste, Polo di Gorizia.

Lavora dal 2001 al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale: ha lavorato alla Farnesina presso il Servizio del Contenzioso Diplomatico e dei Trattati, poi a Bruxelles alla Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’Unione Europea nell’Ufficio dell’Ambasciatore presso il Comitato Politico e di Sicurezza. Rientrata a Roma, cura alcune delle pubblicazioni di geopolitica dell’Ufficio Studi della Segreteria Generale (Unità di Analisi, Programmazione, Statistica e Documentazione Storica).

È autore di numerosi contributi a volumi e articoli di diritto internazionale, geopolitica, storia e soprattutto terrorismo jihadista, e delle monografie: Il nuovo terrorismo internazionale come crimine contro l’umanità (Editoriale Scientifica, 2006),Terrorismo “fai da te” – Inspire e la propaganda online di AQAP per i giovani musulmani in Occidente (Aracne Editrice, 2013), Due secoli di Stabilizzazione – gli insegnamenti del passato per il peacekeeping del futuro (insieme a Ferdinando Sanfelice di Monteforte, Aracne Editrice, 2015), Perché ci attaccano. Al Qaeda, l’Islamic State e il terrorismo “fai da te” (Aracne Editrice, 2016), rieditato e aggiornato anche in inglese nel 2017. Ha scritto altresì Il terrorismo dalla A alla Z (in attesa di pubblicazione) e sta ultimando Un mondo irrequieto: la ricerca del Califfato e le risposte dell’Occidente (con Ferdinando Sanfelice di Monteforte). 

DOVE: Sala Paolo Alessi del Circolo della Stampa · corso Italia, 13 · Trieste
QUANDO: 22 settembre 2017
ORARIO: ore 17.30
A CURA DI: Marianna Accerboni
INFO: 335 6750946


[home page] [lo staff] [meteo]