torna alla homepage


Lo chef Terry Giacomello ospite dell'inaugurazione dell’Anno Accademico dell’UTE di Sacile


“Incantesimi & Magie” sarà il tema dell’Anno Accademico dell’UTE di Sacile e Altolivenza, che si appresta ad inaugurare le proprie attività ancora una volta guidate dalle parole di un Poeta: “Gli incantesimi possono trarre dal cielo persino la luna”: questa volta l’ispirazione viene dalle Bucoliche di Virgilio, dove tra i pastori d’Arcadia gli incantesimi vengono invocati come unico, ma potente, mezzo per ritrovare un’amante perduta.

Le “magie” evocate dall’UTE sono invece quelle del Sapere, che intreccia sapienza e tradizioni antiche con innovazioni e creatività, un gioco di specchi che in tutte le epoche ha fatto spesso percepire le novità come pericolosi incantesimi, illusioni (o persino eresie), che hanno tuttavia esercitato un’attrazione fatale e trovato in coraggiosi pionieri i loro paladini più fervidi. Molti saranno quindi gli spunti che andranno a comporre il calendario UTE, come sempre articolato nelle tre sedi di Sacile, Caneva e Polcenigo, grazie al sostegno delle rispettive Amministrazioni, insieme alla collaborazione di molti sodalizi del territorio, per la proposta di lezioni, laboratori, eventi e visite culturali.

Molti anche gli Anniversari che l’Anno Accademico non si lascerà sfuggire: dal 1918, anno della fine della Grande Guerra, ma anche data di nascita del poliedrico musicista Leonard Bernstein, ai 50 anni trascorsi dal Sessantotto e quindi dallo sbarco sulla Luna, ed ancora i geni del Rinascimento come Leonardo da Vinci (morto nel 1519) e Giovanni Antonio de’ Sacchis detto Il Pordenone (1483-1539), al quale proprio la città natale si appresta a dedicare nel 2019 una grande mostra, ed infine l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, al quale sarà riservato un occhio di riguardo grazie ad una sinergia con il FAI-Fondo Ambiente Italiano e numerosi approfondimenti dedicati a temi storico-artistici ed archeologici.

L’incontro di apertura, mercoledì 26 settembre a Sacile in Palazzo Ragazzoni, sarà anch’esso nel segno della “magia”, se si possono considerare dei “moderni alchimisti” i grandi chef, che sanno creare meraviglie del gusto e stupire con piatti frutto di grande ricerca e sperimentazione grazie al supporto delle scienze, come nel caso della cucina molecolare. Per questo il testimonial d’eccezione dell’incontro sarà Terry Giacomello, nativo di Montereale Valcellina, oggi chef del ristorante stellato “Inkiostro” di Parma e già allievo dei migliori maestri a livello internazionale, dal mitico “El Bulli” di Ferran Adrià al Noma di Copenaghen al “Dom” di Alex Atala in Brasile. Una “cucina alchemica” a tutti gli effetti, che però utilizza i migliori prodotti della tradizione italiana, rielaborati in piatti che fanno a buon diritto di questo mestiere un’arte.

L’incontro, realizzato in collaborazione con la Delegazione di Pordenone dell’Accademia Italiana della Cucina, avrà inizio alle ore 15.00 con ingresso libero.

Info: tel. 0434 72226 – info@utesacile.it


[home page] [lo staff] [meteo]