torna alla homepage


Più vaccini, maggiore la propensione a tradire


Si era detto che con una percentuale dell’80% di vaccinati si sarebbe raggiunta l’«immunità di gregge». Considerando allora che nel Bel Paese l’84,32% della popolazione over-12 ha già ricevuto almeno una dose, siamo a buon punto.

Dei 99,6 milioni di dosi di vaccino consegnate in Italia, ad oggi ne sono state somministrate ben 85,7 milioni, pari all’86% del totale. Ma il dato più curioso è che la campagna vaccinale ha involontariamente dato una notevole spinta al tradimento.

«Ma forse è vero anche il contrario: sarebbe anche il desiderio di una relazione extraconiugale —di divertirsi e trasgredire— a spingere molti italiani a vaccinarsi» sottolinea Alex Fantini, ideatore di Incontri-ExtraConiugali.com, che ha promosso il «Sondaggio 2021 sulla Propensione al Tradimento nelle diverse regioni italiane» incrociando poi i dati con quelli rilevati da Il Sole 24 Ore.

Vediamo i dati di Incontri-ExtraConiugali.com —il portale più affidabile dove cercare un’avventura in totale discrezione e anonimato— sulle prime 10 regioni italiane per propensione al tradimento a confronto con le rilevazioni de Il Sole 24 Ore aggiornate al 7 ottobre 2021 (lab24.ilsole24ore.com/numeri-vaccini-italia-mondo/
#vaccini-per-regione
):

1) Emilia-Romagna: propensione al tradimento pari a 76/100 a fronte di una percentuale di dosi somministrate pari rispettivamente all’89,3% rilevate da Il Sole 24 Ore. Questa regione si classifica così al primo posto assoluto per la propensione a tradire ed al terzo posto per la percentuale di dosi somministrate (prima è la Toscana con l’89,8% e secondo il Molise con l’89,5%).

2) Lombardia: propensione al tradimento pari a 74/100 a fronte di una percentuale di dosi somministrate pari rispettivamente all’87,6% delle dosi totali.

3) Lazio: propensione al tradimento pari a 73/100 a fronte di una percentuale di dosi somministrate pari rispettivamente all’81,4% delle dosi totali.

4) Toscana: propensione al tradimento pari a 72/100 a fronte dell’89,8% di dosi somministrate.

5) Sardegna: propensione al tradimento pari a 69/100 a fronte dell’88,1% di dosi somministrate.

6) Umbria: propensione al tradimento pari a 68/100 a fronte del 87,4% di dosi somministrate.

7) Veneto: propensione al tradimento pari a 65/100 a fronte del 85,8% di dosi somministrate.

8) Piemonte: propensione al tradimento pari a 63/100 a fronte del 85,7% di dosi somministrate.

9) Liguria: propensione al tradimento pari a 62/100 a fronte dell’85,7% di dosi somministrate.

10) Campania: propensione al tradimento pari a 60/100 a fronte del 85,5% di dosi somministrate.

La Lombardia all’87,6% è poi un caso particolarissimo perché a trainare la campagna vaccinale lombarda sono stati i più giovani. La regione è stata così la prima in Italia a superare —già dallo scorso 14 settembre— l’82% delle persone over-12 vaccinate.

«Tantissima la voglia di uscire, di divertirsi e di trasgredire dei lombardi» spiega il fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com. Ma anche nel Lazio ed in Emilia-Romagna la propensione a vaccinarsi è elevatissima tra i 30-40enni e più i generale tra gli under-50.

«Ed è proprio grazie al vaccino che chi si iscrive ai siti di incontri online si sente più sicuro di incontrare la persona conosciuta sul web, scambiando preventivamente informazioni sul fatto di essersi vaccinati» puntualizza il fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com, Alex Fantini.

Uomini e donne —senza distinzione— trovano proprio nel tradire una valida soluzione per evadere momentaneamente da problemi e responsabilità, dal traffico al lavoro, dalla routine sempre più frenetica al Coronavirus che in questi ultimi tempi ha accelerato il fenomeno del tradimento determinando un boom di nuove iscrizioni su Incontri-ExtraConiugali.com, il principale sito di incontri extraconiugali in Italia che oggi arriva a superare 1,6 milioni di iscritti.

Fotografie tratte dai Social


[home page] [lo staff] [meteo]