torna alla homepage


Presentato il programma di Miramare Estate

Un ricco carnet di iniziative che animeranno le serate nel Parco. Concerti, spettacoli e manifestazioni al tramonto e al chiaro di luna. Annunciata anche l’inaugurazione della mostra “Marcello Dudovich (1878 – 1962). Fotografia tra arte e passione” il prossimo 10 luglio.

Uno sfondo di prestigio per un palinsesto di mostre, spettacoli e concerti che renderanno ancora più magica l’atmosfera di Miramare.

È stato presentato nella Sala del Trono del Castello dal direttore Andreina Contessa il ricco programma che caratterizzerà l’estate al sito culturale, a partire dall’annuncio dell’inaugurazione dell’attesa mostra dedicata a Marcello Dudovich e la fotografia che si terrà nelle Scuderie del Castello il prossimo 10 luglio. Già in corso dalla riapertura del Museo, invece, l’esposizione che si intitola “La Scienza della Visione. Fotografia e strumenti ottici all’epoca di Massimiliano d’Asburgo”, “un tributo – ha detto Contessa – a Esof e Trieste città della scienza. La mostra propone un percorso espositivo immersivo e affascinante che ha per protagonista il megaletoscopio, un visore progettato per osservare stampe fotografiche con diversi effetti di luce”. Il direttore ha voluto anche sottolineare l’importanza, con un carnet così ricco di eventi “di creare nuovi ponti tra Miramare e Trieste, mettendo a disposizione i magnifici spazi del Parco per appuntamenti pieni di fascino e di elevata caratura artistica”. 

Sono intervenuti, il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, che ha sottolineato l’importanza di recuperare l’appeal turistico di Trieste come prima dello stop imposto dal Covid, il Champion di Esof Sfefano Fantoni che ha puntato sulla interazione tra arte, scienza e tecnologia e il direttore marketing di PromoTurismoFVG Bruno Bertero che ha invece “lanciato” nuove forme di partnership per la promozione dell’intera regione puntando sull’immagine iconica di Miramare.

È toccato poi ai referenti di ciascuna iniziativa presentarne il contenuto. Il presidente Francesco Granbassi e il direttore artistico Franco Però del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia hanno parlato dei due spettacoli in scena dal 3 luglio ogni sera – tranne il lunedì – fino 19 luglio. Si intitolano “I bagni di Trieste” e “A Sarajevo il 28 giugno”, il primo ambientato nel porticciolo di Miramare al tramonto e il secondo, sempre all’aperto itinerante tra Parco e Castello.

Giovedì 30, venerdì 31 luglio, sabato 1° agosto sarà ospite il “Festival Approdi. Rotte artistiche senza bussola”, due spettacoli per ogni serata, tra teatro, cinema, danza e musica di cui ha parlato il direttore artistico Lorenzo Acquaviva.

Il presidente della Società dei Concerti Trieste, Alberto Pasino ha illustrato il fascinoso progetto dei concerti durante il plenilunio. Lunedì 3 agosto, mercoledì 2 settembre e sabato 12 settembre (Musica con vista) sarà proposto un repertorio di musica da camera e anche un inusuale inserto di musica barocca. 

Venerdì 7 e sabato 8 agosto sarà la volta della SISSA che quest’anno terrà a Miramare il SissaSummer Festival: incontri di Teatro e Scienza - Spettacoli di prosa e musica a cura di Festival Approdi che sono stati presentati da Chiara Saviane delegata del rettore Ruffo.

Infine, la serie dei Concerti al Castello dell’Associazione Culturale Arte e Musica Arte e Musica presentati da Helga Pisapia che si terranno domenica 20 e 27 settembre.

Le modalità di prenotazione e di presenza agli spettacoli saranno pubblicate di volta in volta sul sito istituzionale di Miramare www.miramare.beniculturali.it e sui siti dei singoli referenti.

CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA DI MIRAMARE ESTATE

Mostre, concerti, conferenze, spettacoli che verranno illustrati dai protagonisti del palinsesto estivo. Ogni sera un appuntamento per rendere ancora più magica e affascinante l’atmosfera del Castello e del Parco.

Introduzione di
Andreina Contessa, direttore Museo storico e il Parco del Castello di Miramare

Hanno presentato il programma:
Francesco Granbassi, presidente del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia
Franco Però, direttore del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia
Lorenzo Acquaviva, direttore artistico del Festival Approdi
Chiara Saviane, media relations and communications unit SISSA
Alberto Pasino, presidente della Società dei Concerti
Helga Anna Pisapia, presidente dell’Associazione Arte e Musica

Erano presenti:
Roberto Dipiazza, sindaco del Comune di Trieste
Bruno Bertero, direttore marketing di PromoTurismoFVG
Stefano Fantoni, presidente di ESOF 2020

MUSEO STORICO E IL PARCO DEL CASTELLO DI MIRAMARE

PROGRAMMA EVENTI ESTIVI – luglio/settembre 2020


Da venerdì 3 luglio a domenica 19 luglio (esclusi lunedì 6 e 13)
Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia “Il Rossetti”, nell’ambito della manifestazione Trieste Estate 2020
20.00 – 21.00 I bagni di Trieste.
21.30 – 22.30 A Sarajevo il 28 giugno.

Giovedì 30 e venerdì 31 luglio, sabato 1 agosto
Festival Approdi. Rotte artistiche senza bussola
Due spettacoli per ogni serata, tra teatro, cinema, danza e musica.

Lunedì 3 agosto
Società dei Concerti Trieste - Concerto al chiaro di luna.

Venerdì 7 e sabato 8 agosto
SISSA Summer Festival. Incontri di Teatro e Scienza - Spettacoli di prosa e musica a cura di Festival
Approdi.

Mercoledì 2 settembre
Società dei Concerti Trieste - Concerto al chiaro di luna.

Sabato 12 settembre
Società dei Concerti Trieste - Musica con vista.

Domenica 20 e 27 settembre
Associazione Culturale Arte e Musica - Concerti al Castello.

SISSA Summer Festival

Due incontri tra arte e scienza al Parco di Miramare

Torna l’appuntamento con il SISSA Summer Festival, che si sposta quest’anno nella splendida cornice del Parco di Miramare per far salire ancora una volta la scienza sul palco. La nuova edizione del Festival toccherà il tema dell’intelligenza artificiale con due spettacoli a cura del Festival Approdi, basati su contrasti e tecniche di manipolazione d’immagine. L’appuntamento è per venerdì 7 agosto alle ore 21 con “SPIRAL: Brandelli di futuro” e sabato 8 agosto, sempre alle 21, con “YISHI”.

Il SISSA Summer Festival è organizzato dalla SISSA – Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati in collaborazione con Il Museo Storico e il Parco del Castello di Miramare e fa parte del Science in the City Festival.

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito. Maggiori informazioni saranno disponibili al sito www.sissa.it 

venerdì 7 agosto 2020, ore 21
SPIRAL: Brandelli di Futuro di Gigi Funcis & Lorenzo Acquaviva
Regia Gigi Funcis; Drammaturgia Gigi Funcis, Lorenzo Acquaviva; Visual & musiche Gigi Funcis; Costumi Giulia Carollo; Con Lorenzo Acquaviva ed Enrica Crivellaro
Kaleb è uno dei pochi sopravvissuti sulla terra dopo un misterioso e distruttivo evento. Vive in un bunker sotterraneo in compagnia di un’assistente digitale chiamata Evelyn, programmata con la voce della moglie scomparsa. Tra marchingegni che simulano gli odori, ricordi quasi sbiaditi e false speranze, Kaleb farà luce su cosa è successo alla terra e – ancora più importante per lui – su cosa è successo alla moglie. La rivedrà?

sabato 8 agosto 2020, ore 21
YISHI di Gigi Funcis
Regia Gigi Funcis, Lorenzo Acquaviva; Drammaturgia Gigi Funcis, Giulia Carollo, Lorenzo Acquaviva; Visual & musiche Gigi Funcis
Con Lorenzo Acquaviva, Teresa Bundy, Paolo Fagiolo, Fabio Tarditi
Yishi è l’assistente virtuale di Abra, una donna che dopo una brutta caduta è entrata in coma. O come preferisce Yishi, è andata in stand-by. La sua estrema intelligenza artificiale, fomentata dai discorsi dell’irriverente agente assicurativo Moscar, arriverà a pensare che non si tratti di un semplice incidente. Cosa fare, vista la sua imminente dismissione?

In collaborazione con La SISSA
Fondata nel 1978, la SISSA è un istituto di ricerca e alta formazione di rilievo internazionale. È una delle sei Scuole Superiori a Ordinamento Speciale in Italia e fa parte del Sistema Scientifico e dell’Innovazione della regione Friuli Venezia Giulia. Inizialmente attiva nelle così dette “scienze dure”, la Scuola ha poi ampliato i propri campi di ricerca anche alle neuroscienze, alla genomica, al data science fino alla comunicazione della scienza. Le attività di formazione e ricerca sono suddivise in tre aree principali: Fisica, Matematica e Neuroscienze. La SISSA è inoltre impegnata a favorire il dialogo tra scienza e società, attraverso iniziative quali il SISSA Summer Festival e le molte attività del Laboratorio per le Scienze Naturali e Umanistiche (ILAS), creato proprio con lo scopo di combinare cultura scientifica e umanistica ed esplorare le connessioni interculturali tra arte, etica, storia, filosofia e scienza.

Trieste Estate

3-19 luglio ore 20


I BAGNI DI TRIESTE
da Mauro Covacich, Gillo Dorfles, Marcello Leonardelli, Claudio Magris a cura di Franco Però
con Romina Colbasso, Andrea Germani, Jacopo Morra, Maria Grazia Plos
produzione Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia in collaborazione con il Comune di Trieste e il Museo Storico e il Parco del Castello di Miramare
«Quando sono al mare non voglio niente, voglio solo essere lì. Ha il senso dell’infinito presente e l’amore nei momenti forti è questo: un infinito presente» ha dichiarato Claudio Magris in un’intervista recente a Cristina Taglietti per il Corriere della Sera. Immaginiamo che le splendide parole dello scrittore incarnino pienamente il profondo, vitale rapporto che chiunque nasca a Trieste instaura con il mare.
Nell’ambito di Trieste Estate, il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia si propone di indagare e raccontare proprio questo rapporto di incredibile simbiosi, attraverso le pagine di tanti autori triestini che hanno vissuto e narrato il loro legame con il mare e in particolare con “l’andare al mare”, andare “al bagno” come si dice qui…
Nasce così “I Bagni di Trieste” dove – va spiegato per i non triestini ed i turisti – per “Bagni” s’intendono gli stabilimenti balneari che punteggiano la costa. I nostri grandi scrittori ne sono stati e ne sono assidui frequentatori: lo spettacolo regala così un doppio itinerario, attraverso le loro sensibilità e attraverso il tempo… Si passa dai racconti ormai lontani sui mitici Bagni Savoia, o sull’Ausonia ancora frequentatissimo, alla Pineta di Barcola, per arrivare alle improbabili prospettive – che si prestano molto all’ironia – di un Pedocìn alle prese con le regole di distanziamento post-Covid. In questo viaggio poetico e divertente fra le onde e le spiagge di Trieste faranno da guide Romina Colbasso, Andrea Germani, Jacopo Morra, Maria Grazia Plos, protagonisti che daranno voce alle riflessioni degli autori nel porticciolo più incantevole della costa, quello del Castello di Miramare.
Lo spettacolo è una produzione del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia proposta grazie alla collaborazione con il Comune di Trieste e il Museo Storico e il Parco del Castello di Miramare nell’ambito della rassegna Trieste Estate.
Le repliche si susseguiranno dal 3 al 19 luglio (escluso il lunedì) con inizio alle ore 20.
Saranno ammessi 40 spettatori per ogni replica.
I biglietti saranno disponibili presso i punti vendita consueti del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia e sui circuiti internet. È fortemente consigliato l’acquisto in prevendita, anche vista la limitatezza dei posti disponibili: solo in caso di biglietti rimasti invenduti, questi saranno acquistabili la sera stessa all’ingresso del Parco di Miramare. Il prezzo è di €8 (posto unico) con riduzione a €5 (abbonati al Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Under 26 e Over 65).
Informazioni al numero 040-3593511, sul sito www.ilrossetti.it, mail info@ilrossetti.it 

FESTIVAL APPRODI 2020
TUTTO IL MONDO È UN PALCOSCENICO

Castello di Miramare 30 – 31/07 - 1/08/2020


Tutto il mondo è un palcoscenico tratto da “Come vi piace” di William Shakespeare è il titolo della quarta edizione di Approdi, il festival itinerante e dinamico dalle modalità espressive variegate per spazi, contesti inusuali, accostamenti e contaminazioni - danza, teatro, musica, cinema – che in questa veste attracca solo a Miramare, dal 30 luglio al 1 di agosto.
“Quando ho pensato di porre al centro di questo festival gli artisti, dalla Cina arrivavano notizie di un virus potente, ma che noi percepivamo molto lontano. Una minaccia remota.
Proprio in quel momento, forse inconsciamente, ho pensato quanta importanza avessero nella società, come portatori di bellezza, di emozioni, di gioia, di entusiasmo”, dice Lorenzo Acquaviva, ideatore e direttore artistico di Approdi. “Nel contempo qualche mese dopo, con il lockdown e tutto quello che è seguito, ne abbiamo sentito prepotentemente la mancanza, e ancora oggi è molto presente la difficoltà di far ripartire lo spettacolo dal vivo. Prendete la vostra vita e cercate di farne un’opera d’arte, questo è ciò che voglio arrivi agli spettatori”.
Nonostante i nonostante, un cartellone eclettico, da Andrea Tidona con “Edipo seh! Uno scherzo da Sofocle”, ad Arti Fragili, Ana Desetnica, un omaggio a Lelio Luttazzi, a Maria Callas, Dance Project. Insomma. L’Arte, in ogni sua declinazione. E c’è anche spazio per un contest letterario. Questo tempo sospeso e passato può essere convertito in un racconto che sarà premiato con un abbonamento e la pubblica lettura durante il Festival (fino a fine luglio per spedire i materiali a info@approdifestival.it
Informazioni sulla pagina Fb: festivalapproditrieste.it

Associazione “Arte e Musica”
“CONCERTI AL CASTELLO”


Il progetto “Concerti al Castello” è nato nella primavera 2011 con 8 concerti di musica classica per gruppi da camera nella Sala del Trono del Castello di Miramare, ed è divenuto negli anni un appuntamento costante con la musica da camera a Trieste, una manifestazione apprezzata ed attesa da un numeroso
pubblico di appassionati musicofili, nonché studenti o turisti. Si è infatti dimostrato una valida proposta per un fine settimana all'insegna della cultura ad alto livello: una decina di concerti nei mesi primaverili per abbinare la visita al Castello e al parco alla musica, nel più bel salotto di Trieste e in una magnifica cornice ricca di storia e punta di diamante tra le bellezze della nostra città e della Regione.
Dall'edizione 2017 “Concerti al Castello” ha esteso i suoi appuntamenti anche ad altre sedi sul territorio regionale : il magnifico e nobile Palazzo Lantieri a Gorizia e lo splendido Salone rinascimentale del Castello di Udine, Il Castello di Colloredo di Monte Albano, La Casaforte La Brunelde a Fagagna, Il Castello di Muggia, Castello di Duino e il Castello di San Giusto a Trieste per raggiungere un sempre più ampio pubblico cui offrire musica di qualità in contesti storici architettonici eccellenti.
Nel corso delle 9 edizioni finora realizzate si sono esibiti musicisti provenienti da tutta Italia, nonché da Germania, Spagna, Austria, Francia, Croazia Inghilterra, Russia, Svizzera, Romania, Marocco, Iraq.
Gli artisti ospiti sono validi professionisti di lunga esperienza nel repertorio della musica classica da camera, come pure talvolta giovani emergenti vincitori di importanti concorsi a livello nazionale ed internazionale.
Le Sale dove hanno luogo i concerti sono i tipici saloni conviviali delle dimore, ove nei secoli scorsi si svolgeva la vita di relazione e quindi anche i concerti della musica cosiddetta da camera. In assenza di un palcoscenico vero e proprio come nei teatri, i concerti si svolgono in una maggiore vicinanza ed intimità con gli artisti e con la massima partecipazione del pubblico, vivendo quindi l'esperienza del concerto nel modo più pieno e coinvolgente.
La progettazione degli eventi, che si svolgono sempre nel fine settimana, è stata pensata per favorire al meglio la partecipazione del turismo culturale del fine settimana da un lato , e con l'obiettivo di favorire una consuetudine alla frequentazione delle antiche dimore fortificate di cui è ricca la nostra Regione dall'altro, valorizzandole dal punto di vista turistico e artistico con spettacoli dal vivo.
Gli eventi organizzati all'interno dei Musei permettono di ampliarne l'orario di apertura alle ore serali ed oltre il consueto orario per il pubblico, e nel caso dei palazzi nobiliari permettono di aprirne la frequentazione ad un pubblico più variegato e trasversale.
Quest’anno il cartellone prevede 11 concerti, di cui quattro a Miramare: Domenica 20 settembre si esibirà il Sator Duo: Paolo Castellani al violino e Francesco di Giandomenico alla chitarra per un programma dal titolo: “Visioni, la musica del grande Cinema” con alcune delle più belle colonne sonore di sempre negli arrangiamenti originali del Duo.
La domenica successiva, 27 settembre, Ivana Oliva si esibirà in un recital per chitarra: “Melodia e modernità” su musiche di Giuliani, Villa Lobos, Boutro, Tarrega.
Domenica 4 ottobre un concerto dal titolo: “Aurea Personet Lyra” su musiche dal 13° al 16° secolo per commemorare lo Stato Patriarcale di Aquileia nel 600° anniversario della sua caduta per mano della Repubblica di Venezia. I musicisti Ubaldo Rosso al flauto, Luigi Piantelli al liuto, e la voce recitante di Elena Zegna, saranno impegnati in una conferenza-concerto per spiegare al pubblico con le musiche dell’epoca, la storia del Patriarcato che per lungo periodo permise la coesione di popoli ed etnie diverse, e portò allo sviluppo, sia sul piano culturale che su quello commerciale, delle principali popolazioni presenti sul suo territorio.
Domenica 11 ottobre ulteriore approfondimento sul tema del Patriarcato a cura dell’Ensemble Nova Academia, con Stefano Casaccia al flauto dolce, Marianna Prizzon soprano, Claudio Gasparoni viola da gamba e Luca Ferrini clavicembalo dal titolo: ”Itinerario culturale e musicale sul Patriarcato di Aquileia”.

Il Comune di Trieste mette a disposizione della cittadinanza alcuni biglietti gratuiti per le “prime” degli spettacoli inseriti nella rassegna Trieste Estate. Modalità e ritiro.

Il Comune di Trieste mette a disposizione alcuni biglietti gratuiti per la cittadinanza per ogni “prima” degli spettacoli inclusi nella rassegna “Trieste Estate”.
Per gli spettacoli firmati dal Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, questi biglietti gratuiti sono già in distribuzione e si possono ritirare – fino a esaurimento della disponibilità – alla Biglietteria del Politeama Rossetti aperta da martedì a venerdì dalle ore 9 alle 13. Sono già in vendita anche i biglietti per tutte le repliche successive.
Gli spettacoli sono “I Bagni di Trieste” (debutto il 3 luglio alle 20 al Porticciolo di Miramare, poi repliche con biglietti in prevendita fino al 19 luglio); “A Sarajevo il 28 giugno” (debutto il 3 luglio alle 21.30 nel Parco e nel Castello di Miramare, poi repliche con biglietti in prevendita fino al 19 luglio); “Morire per quattro monete. Winckelmann: l’ultimo viaggio” (debutto il 15 luglio alle 20.45 all’Orto Lapidario del Museo dell’Antichità, poi repliche con biglietti in prevendita fino al 29 luglio), e infine “Triestini d’Oltremare - frammenti di una storia” (debutto il 24 luglio alle ore 21 alla Centrale Idrodinamica in Porto Vecchio, poi repliche con biglietti in prevendita fino al 9 agosto).
Si ricorda che, in ottemperanza alle norme di sicurezza vigenti, la capienza totale per ognuno di questi spettacoli è molto limitata (da un minimo di 15 a un massimo di 40 posti a replica) e che la prenotazione è obbligatoria.

Società dei Concerti di Trieste

Oltre millequattrocentocinquanta concerti, ottantotto anni di storia. La Società dei Concerti di Trieste nasce nel 1932 con l’intento di assicurare nuovo prestigio e professionalità a una concezione concertistica della musica. Trova le sue origini nella consuetudine familiare di ascendenza mitteleuropea della “Hausmusik” coltivata nei salotti della colta borghesia triestina a partire dalla seconda metà del XVIII secolo e nella ricchissima quanto eterogenea promozione artistica cittadina frutto della dialettica tra le diverse anime culturali di una città aperta ad orizzonti rivolti al centro ed est Europa.
La Società dei Concerti su questi principi ispiratori continua a regalare al pubblico la Buona Musica grazie a grandi interpreti.
Ha ospitato nel tempo, tra i tanti, direttori del calibro di Clemens Krauss con i Wiener Philharmoniker, Victor de Sabata con l’Orchestra della Scala e Herbert von Karajan con i Berliner Philharmoniker, pianisti quali Alfred Cortot, Edwin Fischer, Vladimir Horowitz, Wilhelm Backhaus, Walter Gieseking, Arthur Rubinstein, Claudio Arrau, Arturo Benedetti Michelangeli, Maurizio Pollini violinisti come Bronislaw Hubermann, Jascha Heifetz, Yehudi Menuhin, Salvatore Accardo, Uto Ughi, violoncellisti come Pierre Fournier, Paul Tortellier e Mstislav Rostropovich e tanti altri fino alle più recenti generazioni di stelle del concertismo internazionale (Lang Lang, Hewitt, Meneses ecc.) nelle più diverse formazioni della musica da camera e sinfonica.
La Società continua a diffondere la cultura della Buona musica e la promuove con prolusioni, concerti straordinari, conferenze e in particolare con progetti e corsi di storia della musica dedicati ai più giovani. Tra le attività dedicate alla formazione dei giovani di recente è stato costituito all’interno della Società un Gruppo Giovani accreditato ad iniziative culturali del Comune di Trieste.
La Società guardando alle sue origini e consapevole dell’intima relazione che deve esistere tra il benessere economico di una comunità e il dinamismo della sua offerta culturale, si è prodigata nell’ultimo triennio a rinsaldare il rapporto tra la cultura e il modo produttivo promuovendo attività concertistica direttamente nei luoghi di lavoro affinché il messaggio dell’Arte giunga in modo diretto e informale a tutti.
È tra i fondatori del neo costituito Comitato Amur, formato proponendosi come forza propulsiva e propositiva, per una risposta concreta alla vita culturale del Paese.
Il valore del fare sistema si tramuta in impegno comune.
Otto gli enti concertistici, da Trieste a Napoli, hanno sentito la necessità di un’azione condivisa e Nazionale per la ripresa graduale delle attività artistiche: Società dei Concerti di Trieste per il Friuli-Venezia Giulia, gli Amici della Musica di Padova e la Società del Quartetto di Vicenza per il Veneto, la Società del Quartetto di Milano e Fondazione La Società dei Concerti di Milano per la Lombardia, la Fondazione Musica Insieme di Bologna per l’Emilia Romagna, la Fondazione Perugia Classica Onlus per l’Umbria, l’Associazione Alessandro Scarlatti di Napoli per la Campania.
Per i “Concerti al chiaro di luna” il 3 agosto si terrà l'esibizione dell'orchestra barocca triestina “Cum jubilo” mentre il 2 settembre sarà la volta dell’arpa di Nicoletta Sanzin.


[home page] [lo staff] [meteo]