Comune di Pordenone


torna alla homepage


Gustav Klimt a mosaico: mostra benefica a Pordenone


Si inaugurerà venerdì 16 Novembre alle ore 18.00 presso Palazzo Montereale Mantica in Corso Vittorio Emanuele la mostra di mosaici Mosaicamente: Omaggio a Gustav Klimt ideata e realizzata dalla Fondazione Bambini e Autismo ONLUS con il concorso di molte Istituzioni e Associazioni. I mosaici che compongono la mostra sono stati realizzati nel centro lavorativo per persone con autismo adulte: “Officina dell’arte” di via Molinari a Pordenone e costituiscono una nuova sfida che gli speciali mosaicisti del Centro hanno messo in atto andando a reinterpretare alcune tra le opere più famose e popolari dell’artista viennese che nel periodo della belle epoque divenne una icona dell’arte mondiale. Klimt fu l’animatore della Secessione viennese, quel movimento artistico di fine Ottocento le cui figure preminenti erano pittori e architetti e che si staccò dall’Accademia di Belle Arti per dare vita ad un’arte che fosse - fusione di arti - fuori dai canoni accademici del tempo. Altro aspetto non secondario per capire l’opera di Klimt sta nel fatto che il padre di Klimt era un orafo e forse la familiarità con il prezioso metallo lo ha condizionato nelle sua creatività tanto che nel suo “periodo aureo” lo uso spesso nella realizzazione dei suoi dipinti.

La rivisitazione delle opere di Klimt che viene proposta nella mostra, dicono i curatori, richiede da parte del visitatore una osservazione attenta delle opere come momento preliminare per capire il lavoro e le caratteristiche di chi le ha create: persone con autismo adulte, le quali, partendo dalle suggestioni ispirate dai capolavori di Klimt, hanno realizzato i mosaici in esposizione che sono il frutto di una grande perizia costruita nel tempo. Tale fatto ha consentito loro di reinventare, secondo la loro peculiare visione, alcune delle opere più famose dell’artista viennese. Il risultato è un tripudio di oro, di colori e di particolari fusi assieme che colpiscono piacevolmente lo sguardo di coloro che guardano, ma altro risultato che la mostra racconta è la fattiva dimostrazione che le persone con autismo adulte, se messe nelle giuste condizioni, sono in grado di esprimere i loro talenti restituendo alla comunità opere musive uniche che sono per chi porge lo sguardo una autentica festa per gli occhi. 

Dopo l’inaugurazione alle ore 18.30 vi sarà l’intervento del prof. Alessandro Del Puppo Docente di storia dell’Arte contemporanea all’Università di Udine sul tema: Raccontare Klimt con tessere d’oro. La mostra è visitabile nei fine settimana sino 21 Dicembre.


[home page] [lo staff] [meteo]