Comune di Pordenone


torna alla homepage


Arriva il freddo, scatta il piano del Comune


In previsione dell’abbassamento delle temperature, l’Amministrazione comunale tramite l’assessorato alle Politiche Sociali ha predisposto il Piano Emergenza Freddo per il 2022/2023.

«La nostra attenzione verso le persone più fragili – afferma l’assessore Guglielmina Cucci – è costante e la predisposizione del piano emergenza freddo è connessa all’avvio della stagione invernale. Il piano viene predisposto in coordinamento con i Servizi Sociali, la Polizia locale, Asfo e le associazioni di volontariato per offrire un aiuto ai cittadini più vulnerabili, nelle situazioni di emergenza che si vengono a creare durante la stagione invernale, a causa delle temperature rigide. L’azione della consolidata rete di volontari ci permette di monitorare e intercettare non solo le situazioni di difficoltà, ma anche quelle di solitudine e isolamento, offrendo a chi ne ha più bisogno la possibilità di relazionarsi e di sentirsi meno solo. Invito quindi tutta la cittadinanza, affinché segnali eventuali situazioni di disagio e difficoltà. Non possiamo pensare solo a interventi materiali, ma è necessario anche dare calore umano».

Si ricorda che per i problemi sanitari è opportuno interpellare il proprio medico di famiglia, mentre chiamando il 112 numero unico di pronto intervento, si allertano gli enti idonei a rispondere alle emergenze. I Servizi Sociali sono disponibili al numero telefonico 0434 392611 dal lunedì al giovedì dalle ore 8:00 alle 16:00 e il venerdì dalle ore 8:00 alle 14:00 mentre il Comando di Polizia Locale risponde allo 0434 392811 tutti i giorni dalle ore 7:30 alle 19:30.

Nel piano dell'Emergenza freddo la parte operativa è rappresentata dalle associazioni, che forniscono diverse tipologie di aiuto come il trasporto di persone per visite mediche, la spesa e il soccorso alimentare, gli acquisti in farmacia, attività che saranno attivate in caso di nevicate o temperature massime sotto lo zero per tre giorni consecutivi rilevate dal Centro meteorologico regionale.

È possibile chiamare la Croce Rossa Italiana al 335 1919347 tutti i giorni dalle ore 10:00 alle 19:00; l'Aifa al 327 7823159 dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle 18:00; l'Auser allo 0434 43975 il lunedì, mercoledì, e giovedì dalle ore 9:00 alle 12:00; l’Associazione San Valentino ai numeri 347 1997056 e 349 6300486.

Si può contattare la Caritas Diocesana tutti i giorni dalle ore 8:00 alle 18:00 al numero 0434 546811, oppure rivolgersi direttamente alle Caritas Parrocchiali.

Oltre all'attivazione di utenze telefoniche per le richieste di aiuto, tramite il volantino in distribuzione in questi giorni si forniscono anche suggerimenti utili come mettere una vaschetta d'acqua sui termosifoni, isolare porte e finestre per evitare gli spifferi; areare i locali per evitare
che si formi il monossido di carbonio. Bisogna agire con cautela maneggiando stufe elettriche e borse d'acqua calda.

«Massima attenzione va data ai bambini e alle persone anziane, controllando la loro temperatura corporea – ricorda Cucci – mentre vanno segnalati ai Servizi sociali i casi di solitudine o di persone senzatetto».

Tra le raccomandazioni anche quella di non bere alcolici, che non solo non aiutano in caso di freddo, ma possono anche essere controproducenti. Attenzione anche all’abbigliamento.


[home page] [lo staff] [meteo]