torna alla homepage


Servizio Civile ai nastri di partenza: 69 posti
in Friuli Venezia Giulia con Arci Servizio Civile


E’ stato pubblicato il bando 2019 del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, delle Regioni e Province autonome, per la selezione di 53.363 volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Nazionale in Italia e all'estero.

Sul sito www.arciserviziocivilefvg.org sono illustrati i 16 progetti di Arci Servizio Civile che daranno l'opportunità a 69 giovani dai 18 ai 28 anni di fare questa esperienza nella nostra regione.

Arci Servizio Civile, associazione di promozione sociale, è la più grande associazione di scopo italiana dedicata esclusivamente al servizio civile. Nella Regione Friuli Venezia Giulia ne fanno parte una rete di associazioni locali e nazionali come Arci, Legambiente, UISP, ITIS, Unione dei Circoli Culturali Sloveni (ZSKD), Unione delle Associazioni Sportive Slovene in Italia (ZSŠDI), Il Progetto, Unione degli Italiani in Istria, Monte Analogo, Bottega del Mondo “Senza Confini-Brez Meja”, Cooperativa Bonawentura, ICS-Consorzio Italiano di Solidarietà, Bioest, #MaiDireMai-#NikoliRečiNikoli, Amis, APCLAI, CoopAmico, Monte Analogo, CAI-Società Alpina delle Giulie, CAI-Associazione XXX Ottobre, Associazione Buteghe, Scuola di Musica 55, Oltre
Quella Sedia, Fondazione Lucchetta Ota D'Angelo Hrovatin, RadioInCorso, AUSER, Associazione Friulana Donatori di Sangue, Università Popolare Trieste, ANPI, Oikos Onlus, Radio Onde Furlane, …… e di enti pubblici come i Comuni di Pinzano al Tagliamento (PN), Muzzana del Turgnano (UD), Muggia, San Dorligo della Valle-Dolina, Sgonico-Zgonik e Monrupino-Repen (TS).

Alla selezione possono partecipare ragazze e ragazzi tra i 18 e i 28 anni interessati ad un'esperienza di cittadinanza attiva in settori come promozione della coesione sociale, prevenzione e lotta all’esclusione sociale, cooperazione allo sviluppo e per la pace, difesa ecologica, tutela e promozione di un ambiente sostenibile, promozione della pratica sportiva e motoria, educazione e promozione culturale.

I giovani potranno presentare domanda tramite una specifica piattaforma, raggiungibile da PC fisso, tablet o smartphone, cui potranno accedere dopo essersi registrati tramite SPID, il ‘Sistema Pubblico d’Identità Digitale’. I requisiti per candidarsi sono sempre gli stessi (avere tra i 18 anni compiuti e i 28 anni non superati al momento della candidatura, non avere subito condanne di primo grado per reati penali, essere cittadini italiani, di un altro Paese UE oppure stranieri regolarmente soggiornanti in Italia ed ovviamente non avere già svolto il servizio civile per più di 6 mesi), e lo stesso form di candidatura non è altro che la trasposizione digitale dei modelli previsti negli anni scorsi, con il vantaggio che molti dati saranno subito disponibili grazie allo SPID e che sarà possibile caricare documenti allegati direttamente in formato PDF. È stata pensata anche una soluzione per quei giovani stranieri comunitari, che in quanto tali non possono registrarsi allo SPID, ma che potranno richiedere direttamente al Dipartimento delle credenziali di accesso temporanee.

I ragazzi potranno individuare il progetto scelto preferito, anche al di fuori della nostra Regione, tramite un apposito motore di ricerca e compilare la domanda, che, come gli altri anni, potrà essere solo una per tutto il bando. Anche per questo sarà importante prestare attenzione al momento dell’invio della domanda, perché non sarà possibile ritirarla; tuttavia prima di questo passaggio si potrà salvare più volte i dati, verificare la correttezza della compilazione e quindi procedere con la candidatura solo quando si sarà sicuri. Una ricevuta via mail confermerà al giovane l’avvenuta presentazione della domanda. Inoltre – altra novità – il sistema permetterà di conoscere in tempo reale il numero di candidature già arrivate per ogni progetto, così che anche la scelta da parte dei giovani possa essere più ponderata, anche riducendo la dispersione delle candidature su progetti con un alto numero di domande ma con pochi posti.

Arci Servizio Civile sta lavorando a questo importante passaggio che a suo modo è una piccola ma doverosa rivoluzione digitale, senza però grandi stravolgimenti. I giovani interessati saranno supportati tramite FAQ e spiegazioni on-line e come sempre Arci Servizio Civile sarà disponibile ad aiutarli aprendo la sede regionale e le sedi territoriali in orari più ampi possibili con personale competente e postazioni informatiche al fine di favorire sempre di più l’accessibilità dei giovani al servizio civile universale. I progetti inoltre verranno presentati in date che saranno comunicate via stampa a Trieste, Pinzano al Tagliamento, Muzzana del Turgnano, Muggia, San Dorligo della Valle-Dolina e Capodistria.

Gli aspiranti operatori volontari devono presentare la domanda di partecipazione entro le ore 14.00 di giovedì 10 ottobre 2019 esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it.

Il servizio civile universale dura 12 mesi per un impegno di 1145 ore articolato su base settimanale (25 ore) ed è previsto un riconoscimento economico mensile di 439,50 euro.

L’esperienza del servizio civile rappresenta un percorso formativo aperto al territorio, che coinvolge le istituzioni e che introduce alla complessità del contesto democratico generando la partecipazione e l’appartenenza critica alla comunità di cui si è parte.

I nostri progetti di servizio civile universale

Comunità inclusiva per menti creative
(ZSKD – Unione Circoli Culturali Sloveni)
4 posti Trieste – 3 posti Gorizia

Il progetto si inserisce nel contesto multiculturale e plurilinguistico del Friuli Venezia Giulia con l’intento di favorire contatti e scambi tra le comunità diverse che caratterizzano questo territorio, portando i volontari a intraprendere decisioni e agire organizzando un progetto di carattere culturale e divulgativo (focus e obiettivo principale).

Giovani in primo piano 2 (CEST)
4 posti Trieste

Il progetto prevede attività socio formative per giovani disabili adulti nel periodo post scolare. Un servizio che sostiene e promuove il percorso di maturazione delle persone giovani con disabilità, al fine di favorire i percorsi di integrazione e di inserimento positivo nella comunità territoriale.

Storie, saperi, culture 2 (Università Popolare)
4 posti Trieste

Il progetto si propone di sviluppare momenti formativi e culturali dedicati ai cittadini estranei ai circuiti scientifico-culturali della città di Trieste e di fornire la conoscenza del tessuto storico-culturale della città alla cittadinanza (in particolare dei giovani) in un'ottica di pace e solidarietà.

Amica terra (Arci Servizio Civile Fvg)
2 posti AIAB Udine, 1 posto Legambiente Udine, 1 posto Fattoria Didattica Antica Dimora Pinzano al Tagliamento (Pordenone), 1 posto Legambiente Trieste, 1 posto Fattoria Didattica Asino Berto Duino Aurisina (Trieste)

I volontari saranno impegnati a diffondere i vantaggi nell’utilizzo delle varietà agricole antiche e delle risorse alimentari biologiche e della filiera corta, a educare i giovani consumatori e, infine, a ricostruire il rapporto tra i bambini e le loro famiglie e il mondo rurale e contadino.

Spazio aperto (Oltre Quella Sedia)
4 posti Trieste

Il nome del progetto esprime un’idea molto chiara: il desiderio di offrire un’opportunità ai giovani in età scolare per poter dare loro la possibilità di sviluppare talenti ed esprimere le proprie emozioni. Con questo progetto si vuole sperimentare una soluzione per due grandi problematiche: le attività di doposcuola per la scuola secondaria Inferiore e l’alternanza scuola-lavoro per ciò che riguarda la scuola secondaria superiore tanto per i alunni normodotati che per gli alunni con disabilità intellettive.

Carso aperto (Comuni di San Dorligo della Valle-Dolina – Monrupino-Repen – Sgonico-Zgonik)
2 posti San Dorligo della Valle-Dolina (Trieste), 1 posto Monrupino-Repentabor (Trieste), 1 posto Sgonico-Zgonik (Trieste)

Il progetto si propone di sviluppare una serie di interventi volti alla promozione integrata del Carso, da intendere sia come area naturale omogenea sia come arcipelago culturale dotato di una sua autonomia, storica e sociale. In questa direzione il progetto mira a sensibilizzare prima di tutto la popolazione locale, in particolare quella giovanile, per renderla capace di divulgare forme di turismo solidali, sociali e sostenibili.

Una città nella città 2019 (ITIS)
4 posti Trieste

Target privilegiato del progetto sono i grandi anziani che accedono ai servizi dell'Itis: gli anziani accolti nelle residenze protette, gli anziani che frequentano i centri diurni, quelli delle famiglie (spesso mononucleari) che costituiscono il condominio solidale e quegli anziani che ricevono l'assistenza domiciliare. Obiettivo del progetto è di migliorare la qualità della vita degli anziani non autosufficienti, affiancando ai quotidiani servizi di assistenza e conforto.

Giovani in scena (Scuola di Musica 55 – Cooperativa Bonawentura)
4 posti Trieste (3 Bonawentura – 1 Scuola di Musica 55)

Il progetto si propone di riavvicinare i giovani del comune di Trieste al mondo del teatro e della musica. Gli obiettivi specifici riguardano l’ideazione e l’organizzazione di eventi teatrali e musicali incentrati sui giovani e a loro rivolti e la creazione di percorsi formativi dedicati ai giovani sui temi del Teatro e della Musica

Edizione straordinaria 2 (Arci Servizio Civile Trieste)
6 posti Trieste

Il progetto prevede il consolidamento e la sensibilizzazione della cittadinanza su tematiche culturali di solidarietà e di aggregazione attraverso la partecipazione attiva, unita all’attivazione di una comunicazione responsabile tra le associazioni, che punti all’ incremento partecipativo giovanile all’interno delle stesse. Infine, si prevede la creazione di progetti ed eventi di sensibilizzazione dedicati al contrasto dell'odio online e alla promozione della comunicazione nonviolenta.

Muggia giovane 2 (Comune di Muggia)
4 posti Muggia (Trieste)

Con questo progetto, si vuole dare un servizio gratuito di informazione e consulenza che orienti i giovani under 35 anni su temi che spaziano da lavoro, formazione professionale, imprenditoria giovanile, volontariato, associazionismo, studio e lavoro all'estero, vacanze e turismo culturale, tempo libero, sportelli e consulenze individuali, tandem linguistici e una comunicazione 3.0 più vicina al target giovanile.

Riaccendere la comunità (Comune di Pinzano al Tagliamento)
4 posti Pinzano al Tagliamento (Pordenone)

Il progetto si propone di stimolare la partecipazione dei giovani alla vita sociale e offrire sbocchi per sbocchi per la creatività dei giovani nei confronti del proprio territorio con strumenti di partecipazione attiva che possano delinearsi, un domani, anche come possibilità occupazionali, prevenendo lo spopolamento.

Apertamente (ZSŠDI)
3 posti Trieste, 1 posto Gorizia

Il progetto si svilupperà sull’intera area dov’è presente la comunità linguistica slovena in Italia, con lo scopo di creare percorsi per i giovani, per le persone adulte ed anziane delle associazioni sportive e delle scuole della comunità slovena.

Biocultura (Comune di Muzzana al Turgnano)
4 volontari Trieste

Il progetto ha come obiettivo il coinvolgimento dei giovani del Comune di Muzzana del Turgnano, e auspicabilmente anche delle località limitrofe, in azioni di cittadinanza attiva, volontariato a fini ambientali, culturali e agricoli a beneficio della comunità. L'acquisizione di consapevolezza rispetto all'importanza del patrimonio naturale e culturale locale, sia nei giovani che nei volontari, verrà tramutato in strumenti di valorizzazione e promozione del territorio stesso a fini turistici.

Naturalmente Pordenone (Arci Servizio Civile Pordenone)
2 posti Legambiente - Pordenone, 1 posto Circolo Arci Tina Merlin - Montereale Valcellina (Pordenone), 1 posto UISP - Spilimbergo (Pordenone)
Educazione ecologica tra i giovani, creazione di percorsi culturali per incrementare la conoscenza del proprio territorio, proposta di iniziative rivolte ai giovani che contribuiscano alla valorizzazione delle risorse locali. Sono alcune delle attività richieste ai volontari in questi mesi di servizio civile.

La memoria dalle storie locali all’educazione alla pace
2 posti Trieste

In questo progetto nazionale, realizzato in più sedi, i volontari saranno coinvolti per incrementare le opportunità educative sui temi della pace e della memoria, rivolti soprattutto ai giovani 18/30 anni; a implementare sul sito notizie e documenti sui temi dell’educazione alla pace e della memoria (Resistenza, Shoah, Movimento degli Obiettori di Coscienza); ad accrescere la consapevolezza nelle comunità locali e nelle Istituzioni del contributo che le storie locali hanno portato alla educazione alla pace e alla memoria a partire dai tre fatti storici richiamati: Resistenza, Shoah, Obiezione di
Coscienza al Servizio Militare.

Culture senza confini (UI)
2 posti Fiume, 2 posti Capodistria

Il progetto è localizzato nella penisola istriana e nel Quarnero e coinvolge Slovenia e Croazia. I volontari aiuteranno a coinvolgere i giovani nella realtà organizzativa e associativa della comunità italiana in Istria e alla valorizzazione e conoscenza della varietà del patrimonio storico, linguistico e culturale della regione.

La descrizione dei progetti hanno il solo scopo di facilitare la scelta. Non sostituisce la lettura del testo integrale di progetto, requisito fondamentale per presentare la domanda.

Arci Servizio Civile è presente inoltre nel Friuli Venezia Giulia con 11 progetti per ragazzi dai 16 ai 18 anni per un totale di 37 volontari per un totale di 106 giovani.

Arci Servizio Civile Fvg
Via F. Severo 31, Trieste
+39 040761683 +39 3355279319 
www.arciserviziocivilefvg.org


[home page] [lo staff] [meteo]