torna alla homepage


Rentokil: estate fa rima con zanzare, oltre 70 specie in Italia, tigre e coreana sempre più diffuse


L’estate è alle porte e con il caldo sono già arrivate, inevitabilmente, anche le tanto odiate zanzare. Sono sicuramente loro, l’infestante che più di tutti minaccia la nostra serenità in questo periodo e in ogni momento della giornata, complice anche l’aumento che si è registrato negli ultimi anni nel nostro Paese.

Presenti in ogni angolo del mondo - tranne che in Antartide per ragioni legate alla temperatura – ne esistono più di 3000 specie e molte di queste possono rappresentare un vero pericolo per l’uomo, in quanto portatori di malattie che colpiscono più di 700 milioni di persone ogni anno.

“In Italia abbiamo circa 70 specie, tra le più diffuse sicuramente la zanzara comune, la zanzara tigre e la zanzara coreana, quest’ultima mostra una grande adattabilità anche alle basse temperature” – spiega Ester Papa, Technical Manager di Rentokil Italia. – Sebbene la zanzara tigre sia considerata una grave fonte di fastidio a causa delle punture inferte dalle femmine, può rappresentare un serio problema sanitario. Questa specie risulta molto abile, come vettore biologico, nel trasmettere diverse infezioni virali, tra le quali alcune molto gravi, come Dengue e Chikungunya, ed è quindi molto importante fare attenzione e proteggersi”.

Proprio sul tema “zanzare”, Rentokil, azienda specializzata nella consulenza e nell’offerta di servizi diversificati per il pest management del gruppo Rentokil Initial, ha registrato una forte crescita di interesse, testimoniata dall’incremento del +103% delle richieste di prodotti e servizi da parte dei propri clienti. Gli interventi da parte dei tecnici di disinfestazione zanzare sono aumentati del 18% rispetto all’anno precedente, così come i controlli in loco che hanno visto un incremento del 27%. Sono inoltre aumentate (+141%) anche le raccomandazioni dirette da parte degli esperti ai propri clienti per limitare le infestazioni.

“Il Ministero della Salute, le amministrazioni locali e gli enti pubblici mettono in atto ogni anno un piano di sorveglianza e misure di prevenzione e contenimento di questi infestanti per proteggere i cittadini con trattamenti antilarvali preventivi, ma anche in fase adulta” – continua Ester Papa. “Tuttavia, anche i singoli cittadini possono contribuire a limitarne la proliferazione con comportamenti più responsabili. Si tratta di accorgimenti anche piccoli, ma che si dimostrano efficaci per contrastare la diffusione delle zanzare, con benefici per tutti”.

Rentokil ha stilato una guida con alcuni semplici consigli fai-da-te per aiutare a prevenire la proliferazione domestica di zanzare e proteggere le abitazioni:

Eseguire un’accurata pulizia del giardino o terrazzo: l’estate è il momento giusto per allenare il proprio pollice verde. Avere l’erba troppo alta, soprattutto se umida, rappresenta l’ambiente ideale per la deposizione delle uova delle zanzare. Si può considerare anche di abbellire i propri spazi verdi con piante e fiori che, grazie ai loro principi attivi, svolgono la funzione di repellenti contro questi infestanti, come gerani, calendula, lavanda e citronella. Anche il basilico, l’erba gatta e la menta, grazie al loro particolare aroma aiutano a tenere lontane le zanzare. 

Tenere monitorato l’accumulo di acqua stagnante e possibili fonti di umidità. Per evitare che le zanzare depongano le uova in questi luoghi è necessario pulire accuratamente e regolarmente tutte le grondaie, svuotare i secchi e gli annaffiatoi. Attenzione anche agli irrigatori automatici apposti nei giardini: i bidoni di raccolta dell’acqua devono essere chiusi con coperchio oppure dotati di retina antizanzare ben fissata.

Utilizzare le zanzariere: una pratica che potrebbe sembrare banale ma che in realtà rappresenta il metodo principale per difendersi dagli insetti, l’importante è che siano di buona qualità e installate correttamente. Inoltre, mantenere la zanzariera pulita regolarmente con prodotti non particolarmente aggressivi permette una maggior igiene e durata del proprio investimento.

Utilizzare il ventilatore: un alleato indispensabile per proteggersi dagli insetti durante la stagione afosa. L’aria che circola nell’ambiente intralcia il volo delle zanzare, impedendo loro di muoversi liberamente. Questo permette anche di ridurre la quantità di CO2 che viene emessa nell’aria, una delle sostanze chimiche che più attirano a noi gli infestanti. 

Cura di sé per prevenire punture di zanzare: indossare pantaloni e maglie a maniche lunghe di colori chiari ed evitare profumi particolarmente elaborati; applicare sulla pelle prodotti repellenti e di protezione individuale. 

Infine, è comunque sempre importante attuare una prevenzione antizanzare nelle proprietà private e a livello condominiale se in presenza di giardini e zone verdi circostanti, affidandosi a professionisti della disinfestazione, in grado di gestire la proliferazione di questo insetto in modo adeguato.


[home page] [lo staff] [meteo]