torna alla homepage


Conclusa "RdB 100" la manifestazione dedicata
al Centenario di Raffaello de Banfield


La manifestazione "RdB 100", manifestazione dedicata al Centenario di Raffaello de Banfield, si è conclusa domenica 19 giugno, con la premiazione della migliore e del miglior skipper alla Regata G. de Banfield Junior che si è tenuta alle ore 17.15 allo Yacht Club Adriaco.

Nell'occasione del centenario della nascita di Raffaello de Banfield sono stati inseriti infatti due nuovi premi intitolati a Pinki Mosters de Banfield e a Raffaello de Banfield, destinati rispettivamente alla migliore e al miglior skipper alla Regata G. de Banfield Junior "Trofeo Baron Banfield under 16".

Ad aggiudicarsi il premio intitolato a Pinki Mosters de Banfield è stata Nina Cittar (Società Triestina della Vela), mentre il premio Falello dedicato a Raffaello de Banfield è andato invece a Tommaso Salvi (Società Velica Barcola Grignano). 

Il “Trofeo Baron Banfield under 16” è la regata per Optimist che si abbina allo storico “Trofeo Baron Banfield over 60”, per sensibilizzare i giovani velisti sui problemi degli anziani non autosufficienti. Con la regata dei ragazzi in giugno e quella dei meno giovani in settembre si è voluto collegare, assieme all’Associazione “Goffredo de Banfield”, la primavera e l’autunno della vita ricordando, a chi inizia a regatare, che lo sport della vela si può continuare a praticare con entusiasmo e spirito agonistico, magari in forme diverse, anche in età più matura.

Il Trofeo Baron Banfield Under 16, costituito da una coppa d’argento, viene assegnato alla squadra con il miglior punteggio come definito nel bando di regata.

Al miglior atleta dello Yacht Club Adriaco della classifica Cadetti, è stata assegnata la Coppa Challange Perpetua Juana Matilda.

Ulteriori informazioni su: https://www.ycadriaco.it/
trofeo-baron-banfield-under16-19-giugno-2022/
 

In considerazione delle numerose richieste pervenute anche da parte dei crocieristi è stata prorogata la mostra "Musica e Teatro di un gentleman europeo" allestita al piano terra di Mittelcult - Palazzo della Cultura Mitteleuropea di Trieste in via del Coroneo, 15 (di proprietà della Società Germanica di beneficenza) nell'ambito della manifestazione "RdB 100" che celebra il Centenario della nascita di Raffaello de Banfield. In esposizione, vari pannelli con manifesti e locandine storiche relative alle opere artistiche di Raffaello de Banfield. 

Ad accompagnare la mostra a ingresso gratuito, visitabile ancora il 18 giugno dalle 19 alle 23, un suggestivo filmato che, sulle musiche di "Le Combat" e con la voce di Mauro Serio che descrive uno degli ultimi incontri tra Gianni Gori e Raffaello de Banfield, fa vedere immagini e documenti della straordinaria vita di un grande musicista e uomo di cultura. Sono possibili visite anche su prenotazione telefonando al 3892037997. 

La nascita dell'Edificio della Società Turnverein Eintracht
L’immobile è stato inaugurato nel dicembre del 1903 e destinato alle attività delle importanti associazioni sportive e culturali della cittadinanza triestina di lingua tedesca o che si riferiva a quel mondo culturale, pur rimanendo aperto alla collaborazione con tutte le altre componenti del tessuto sociale di Trieste di quel tempo e fino alla fine della Prima guerra mondiale.
Alla fine del conflitto, nel 1920, parte dell’immobile è stato per parecchi anni sede del Circolo Artistico Triestino.
Solo nel 1941 è diventato di proprietà della Società Germanica di beneficenza.
Dopo le traversie della Seconda guerra mondiale, l’immobile è stato utilizzato parzialmente dall’Istituto Germanico di Cultura e quindi fino al 2005 dal Goethe Institut, finché finalmente è ritornato nella piena disponibilità della Società. 
Ammodernamenti recenti
Nel 2020 la Sala Beethoven ha potuto fruire di un contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia destinato alla riqualificazione e ammodernamento delle strutture teatrali, grazie al quale la sala ha potuto essere completamente rinnovata negli impianti di illuminazione d audio, nonché nei servizi annessi.
A seguito di questi lavori, in virtù dell’accordo sottoscritto con la GoldenShow Srl - Impresa Sociale di Trieste, ha iniziato a ospitare spettacoli di vario genere, convegni, congressi e attività culturali di vario tipo. 

La Sala Beethoven
La Sala Beethoven si trova al secondo piano di un immobile del 1903 e dispone di un ampio parcheggio nel vicino garage del Foro Ulpiano. Oltre alla sala principale, è dotata di altre stanzette e una particolare “Stube”.

Associazione Culturale Friedrich Schiller
Nel 2007 è stata fondata l’Associazione culturale Friedrich Schiller, con lo scopo di seguire le orme dello Schillerverein, importantissima istituzione nata nel 1860 e dissoltasi alla fine della Prima guerra mondiale, riprendendone per quanto possibile l’attività pluriculturale.
La nuova Associazione fin dall’inizio ha affiancato la Società Germanica di Beneficenza nella promozione della cultura di lingua tedesca e nella gestione della Sala Beethoven.
Dal 2007 e fino all’inizio del 2020 la Sala Beethoven ha ospitato numerosi concerti, perlopiù classici con giovani musicisti e compagini musicali triestini e della regione Friuli Venezia Giulia, ma anche di provenienza diversa e legati in qualche modo con la città di Trieste. Non sono mancati spettacoli di prosa, musical, conferenze, presentazioni di libri, convegni scientifici e culturali di vario genere.


[home page] [lo staff] [meteo]