torna alla homepage


100% HACK: presentato il cartellone di eventi
e manifestazioni dedicato all’astrofisica, fiorentina
di nascita e triestina d’adozione


È salpata da Trieste, è il caso di dirlo, la “nave” della Fondazione Margherita Hack e del “100% HACK”: decine di eventi e iniziative dedicate alla memoria dell’astrofisica fiorentina di nascita, ma triestina di adozione: qui ha diretto a lungo l’Osservatorio, prima donna in Italia a ricoprire questo incarico.

Tanti gli interventi che si sono succeduti nella sala “Tartini” del Conservatorio, un’istituzione che non solo ha ospitato la conferenza stampa di presentazione ma è anche partner della Fondazione insieme al Teatro Rossetti: Il 12 giugno, data iconica dei cent’anni dalla nascita di Margherita Hack, Conservatorio e Teatro portano in scena lo spettacolo “Galileo’s Journey” il viaggio di Galileo; l’opera multimediale commissionata e prodotta dallo stesso Conservatorio Tartini su partitura inedita del compositore Ivan Fedele.

La Fondazione grazie ad una convenzione con il Comune di Trieste curerà la catalogazione del patrimonio librario della Hack e del marito Aldo; 18 mila volumi oltre a quaderni, appunti e scritti autografi. Questa mattina il sindaco, Roberto Dipiazza ha annunciato che: “una volta catalogato il Fondo troverà posto, dopo la sua ristrutturazione, a Palazzo Biserini, dove quindi ci sarà un’ala dedicata all’astrofisica”. Il sindaco, facendo riferimento all’attualità ha poi sottolineato: “Visto che l’economia e la diplomazia non riescono a fermare le guerre forse davvero l’unico modo per unire i popoli e prevenirle è la cultura” ha sottolineato confermando la volontà dell’Amministrazione di dedicare una statua alla Hack. La prima collaborazione della Fondazione con il Comune nasce con l’assessorato ai beni bibliotecari e Nicole Matteoni che in conferenza stampa ha ricordato le circostanze che hanno condotto a lavorare insieme e ha annunciato l’intenzione di coinvolgere la Fondazione a “Trieste Next”.

A presentare l’attività della Fondazione, il cartellone e i partner (i dettagli sul drive) il direttore scientifico Marco Santarelli che ha collaborato per dieci anni con la Hack scrivendo con lei tre libri e mettendo a punto lo spettacolo “La scienza in valigia” con il quale, negli ultimi anni, la Hack e Santarelli raccontavano la “scienza” nei teatri. “Oggi, in una città che rappresenta una delle principali porte verso l’est e che sta già accogliendo le vittime della guerra, riecheggia il suo pensiero laico che rifiutava la guerra considerandola la cosa più stupida che potessero fare gli uomini”. Santarelli ha poi illustrato le quattro direzioni sulle quali dal 2018 si muove la Fondazione: il sociale, la cultura della sicurezza attraverso la ricerca tecnica e scientifica, il “Premio 100% Hack Award” (da domani il bando sarà sul sito della Fondazione) dedicato a ricercatrici, scienziate, divulgatrici scientifiche e imprenditrici. Il premio, come ha poi spiegato Enzo Argante, giornalista e fondatore di “NuvolaVerde Institute” sarà consegnato durante la 19ma edizione del Premio Areté 2022 che si terrà all’Università Bocconi di Milano nell’ambito del Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale. Argante è anche il coordinatore del Mentoring Program sotto l’egida del professor Luciano Floridi da Oxford (vedi cartella stampa) che ha fra i suoi “mentori” anche l’imprenditrice triestina “Daria Illy” che non ha potuto essere presente alla conferenza. La Fondazione ha nel suo CDA la BSS - Business Support System, questa mattina rappresentata da Franco Commini, Danilo Mariani e Arianna Monti. Presidente della Fondazione è Mario Masi (responsabile crisis management mondo di Enel). 

Domani sera la prima cena “fra le stelle” per raccogliere fondi per la catalogazione del fondo librario: si svolgerà da Antonia Klugmann nel suo ristorante “L’Argine a Vencò”, una adesione entusiasta come quella di Cracco, Bottura, Stile e l’Associazione dei Pizzaioli Napoletani che dedicheranno una non stop di degustazione: “Una Pizza Per Margherita” (vedi dettagli nella cartella stampa).

A fare gli onori di casa, naturalmente, il Presidente e il Direttore del Conservatorio. Lorenzo Capaldo, Presidente del Conservatorio Tartini di Trieste "Siamo orgogliosi di questa iniziativa di alto profilo culturale e sociale per diversi motivi: anzitutto proprio il 12 giugno, compleanno della grande scienziata, avremo l'occasione di presentare nuovamente al pubblico l'opera originale Galileo's journey, realizzata per il Conservatorio da Ivan Fedele con immagini di Andrew Quinn. Si tratta di un emozionante viaggio multimediale nei recessi dell'universo, che consente di immaginare un epico passaggio di testimone tra Galileo e Hack. Inoltre, il nostro Conservatorio è da sempre impegnato nelle questioni di genere, anche in ambito creativo, cosicché la celebrazione di questa donna straordinaria è un modo per testimoniare la nostra ferma determinazione nell'affrontare questa tematica così sensibile”. Sandro Torlontano, Direttore del Conservatorio Tartini di Trieste "Il Conservatorio Tartini è lieto di festeggiare la ricorrenza dell'8 marzo ricordando una grande donna, un genio dei nostri giorni, una scienziata che ha dedicato la sua vita allo studio e alla ricerca del sapere. Ringraziamo il CUG e la Fondazione Hack per aver voluto il Conservatorio Tartini come sede della conferenza che segnerà l'apertura delle manifestazioni dedicate a Margherita Hack in un viaggio in giro per l'Italia che tornerà a Trieste il 12 giugno con l'opera "Galileo's journey" di Ivan Fedele che vedrà l'Orchestra del Conservatorio Tartini protagonista. La nostra Istituzione vuole cogliere inoltre questo momento per far sì che la Scienza, la Musica e la Cultura siano sempre forieri di un messaggio di pace."

Da remoto è intervenuto Giovanni Parapini, direttore di Rai per il Sociale (advisory board del Premio 100% Hack AWARD) e in presenza ha portato i suoi saluti la presidente dell’Associazione “Donne al Centro” Cristiana Merli e, gradito ospite, il direttore dell’Osservatorio di Trieste (dove tutto è cominciato perché qui la Hack ha svolto le sue più importanti ricerche, Fabrizio Fiore.

La Fondazione Margherita Hack, grazie alla collaborazione di autorevoli partner, in questo giorno simbolico per le donne, presenta il cartellone di eventi e manifestazioni che farà tappa in tante città italiane. 

“100% Hack” si connota per l’intento, caro alla scienziata, di raccontare questioni complesse in maniera semplice prendendo in prestito i linguaggi dell’arte, della musica, della letteratura, del teatro. Tappa finale di questo viaggio la catalogazione dei 18 mila volumi che la Hack ha lasciato in dote al Comune di Trieste e che la Fondazione, grazie ad una apposita convenzione con l’Amministrazione, si appresta a catalogare. Questo il motivo principale per il quale è nata la Fondazione, che in questi anni si è distinta per attività culturali e di divulgazione scientifica e che dal 2021 è anche casa editrice. Numerose le iniziative in programma, qui citiamo le più significative, sul sito della Fondazione potrete seguire gli aggiornamenti del cartellone www.fondazionemargheritahack.it 

Il 12 giugno, data iconica dei cent’anni dalla nascita di Margherita Hack, saremo di nuovo a Trieste per festeggiare la ricorrenza, in collaborazione con il Conservatorio Tartini e il Teatro Rossetti: per l’occasione andrà in scena lo spettacolo: "Galileo's Journey - Il Viaggio di Galileo”, l'opera multimediale commissionata e prodotta dal Conservatorio Tartini di Trieste, su partitura inedita del compositore Ivan Fedele, in collaborazione con le Accademie di Musica di Belgrado e Novi Sad (Serbia) e con il Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia. 

E' scaricabile dal sito il bando del Premio “100% Hack Award” destinato a scienziate, ricercatrici, imprenditrici che si sono distinte per il valore intrinseco delle loro attività e per la divulgazione scientifica. La premiazione è prevista durante la 19ma edizione del Premio Areté 2022 in collaborazione con l’associazione “Nuvolaverde” che si terrà all’Università Bocconi di Milano nell’ambito del Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale.

La Fondazione da anni porta avanti lo spettacolo “La Scienza in Valigia #Scienzacolo” che racconta le grandi scoperte e i fenomeni scientifici con un format divulgativo e “teatrale”; un canovaccio già delineato dalla Hack, quando era in vita, in collaborazione con il direttore scientifico della Fondazione, Marco Santarelli (vedi nota bio) che aveva conosciuto a L’Aquila, in collaborazione con Filippo Renda di MTM di Milano. Rappresentato nelle scuole, ospite di molti Festival e fra questi quello della Scienza “Sapere Aude” di Vibo Valentia, il Festival della Scienza “Margherita Hack”, MTM – Manifatture Teatrali Milanesi al Teatro Litta e al Teatro Leonardo di Milano.

Altra bella pagina del cartellone è l’iniziativa “A cena fra le stelle” per raccogliere fondi per la catalogazione dei libri della biblioteca Hack. Chef stellati hanno aderito con entusiasmo a questa iniziativa: da Antonia Klugmann (prima tappa domani sera nel suo ristorante “L’Argine a Vencò” in Provincia di Gorizia); a Carlo Cracco che a Milano ospiterà il party in onore della Hack nel mese della sua nascita, giugno; ci si trasferirà poi a Firenze dove è nata l’astrofisica e questa volta l’anfitrione sarà Massimo Bottura con una cena che avrà per Teatro l’Osteria Gucci di Piazza della Signoria; penultima tappa a Napoli dove l’Associazione “Pizza verace napoletana” dedicherà alla Hack una non stop di degustazione dal titolo eloquente “Una pizza per Margherita”. Ultimo atto a Roma nella fascinosa sede di Villa Letizia, presso l’Enoteca La Torre, arcipremiato ristorante capitolino dove a firmare la cena sarà Domenico Stile.

Con Enzo Argante, giornalista con una lunga esperienza nella comunicazione d’impresa, e il suo "Nuvolaverde Institute", di cui la Fondazione è partner, esploreremo nuove figure manageriali per l'impresa innovativa e sostenibile. Si formeranno i designer del cambiamento in grado di gestire - con elasticità e rapidità - competenze e contesti legati al digitale e alla multicanalità. L‘associazione promuove un sistema di Mentoring Program sotto l’egida del professor Luciano Floridi da Oxford Universty e coordinato da Enzo Argante.

I “mentoring program” saranno svolti da autorevoli esponenti della ricerca e dell’impresa con l’obiettivo di trasferire analisi, testimonianze e strumenti operativi. Target di riferimento: manager e giovani. Nel disegnare il percorso "Diversity&Inclusion Design" si è cercato di assicurare coerenza e concretezza in linea con le esigenze e le visioni d’impresa. Preside del mentoring program DEI è l’imprenditrice triestina, Daria Illy.

I nostri partner: Ansa (media partner); BSS – Business Support System; Donne al Centro; Abatbook; Arkhé; Teatro degli Eroi; Associazione AICAB ApS – Sezione Siamo Delfini; Festival della Scienza “Sapere Aude” del Liceo Scientifico “Berto” di Vibo Valentia; Fondazione BCC Valle del Trigno e Orientati; Buon Futuro a Tutti; Blockchain Elite; Il Gattile di Trieste; La Scolca Spumante; NuvolaVerde; Evo Digitale; Jooma; MTM – Manifatture Teatrali Milanesi; ESE – European School of Economics; “Libri sotto le stelle” – Festival Letterario di Pomezia; Vini Fondazione Margherita Hack – Casata Kistewandern

Testimonial: 
- “L’anima della terra vista dalle stelle” di Ginevra Di Marco
- Rossella Seno, cantattrice veneziana, si dedica da anni al teatro-canzone dai registri civili. Il suo ultimo lavoro discografico "Pura come una bestemmia" ha ottenuto largo consenso della critica

I nostri progetti: 
Catalogazione fondo Hack/De Rosa con il Comune di Trieste
La Scienza in Valigia
Collana editoriale “Difesa, Sicurezza e Intelligence”
Il lungo cammino delle bonifiche. Primo Report e analisi del fenomeno” con Commissario Unico alle bonifiche delle discariche abusive
Siamo Jedi (rubrica 100% Hack) con NuvolaVerde
Master Executive in Environmental Crime and Terrorism Intelligence con CRST - Centro di Ricerca sulla Sicurezza ed il Terrorismo 
Corso ISO IEC 27001
Corso di alta formazione Cybersecurity e OSINT - Reti, 5G, Cybersecurity e Blockchain
Comparto Cyber con Cybersecurity Italy di Marco Proietti

Lorenzo Capaldo, Presidente del Conservatorio Tartini di Trieste
“Siamo orgogliosi di questa iniziativa di alto profilo culturale e sociale per diversi motivi: anzitutto proprio il 12 giugno, compleanno della grande scienziata, avremo l’occasione di presentare nuovamente al pubblico l’opera originale Galileo’s Journey, realizzata per il Conservatorio da Ivan Fedele con immagini di Andrew Quinn. Si tratta di un emozionante viaggio multimediale nei recessi dell’universo, che consente di immaginare un epico passaggio di testimone tra Galileo e Hack. Inoltre, il nostro Conservatorio è da sempre impegnato nelle questioni di genere, anche in ambito creativo, cosicché la celebrazione di questa donna straordinaria è un modo per testimoniare la nostra ferma determinazione nell’affrontare questa tematica così sensibile”

Sandro Torlontano, Direttore del Conservatorio Tartini di Trieste
“Il Conservatorio Tartini è lieto di festeggiare la ricorrenza dell’8 marzo ricordando una grande donna, un genio dei nostri giorni, una scienziata che ha dedicato la sua vita allo studio e alla ricerca del sapere. Ringraziamo il CUG e la Fondazione Hack per aver voluto il Conservatorio Tartini come sede della conferenza che segnerà l’apertura delle manifestazioni dedicate a Margherita Hack in un viaggio in giro per l’Italia che tornerà a Trieste il 12 giugno con l’opera Galileo’s Journey di Ivan Fedele che vedrà l’Orchestra del Conservatorio Tartini protagonista. La nostra Istituzione vuole cogliere inoltre questo momento per far sì che la Scienza, la Musica e la Cultura siano sempre forieri di un messaggio di pace”

Marco Santarelli, direttore scientifico della Fondazione Margherita Hack
“La Fondazione nasce sotto un’unica stella, una stella che potrà essere raccontata dopo di noi anche fra milioni di anni perché non perde luce. Una di quelle stelle per le quali la Hack perdeva la testa e che ha studiato tutta la vita come le cefeidi. Razionalità e storia ci insegnano da dove dobbiamo partire, ma è l’immaginazione che ci fa vedere la strada che ci conduce al nostro obiettivo. I tre elementi distintivi del lavoro della Fondazione in questi anni sono stati: collaborazione (con altri luoghi del sapere e della conoscenza), audacia ed eleganza. Ora abbiamo in grembo una creatura: i libri e gli appunti della Hack e di suo marito Aldo. Il nostro obiettivo è catalogarli e ci auguriamo un giorno di vedere la biblioteca a lei dedicata, come l’avrebbe voluta lei: aperta non solo agli accademici e piena di giovani”

Fondazione Margherita Hack
La Fondazione è nata nel 2018 recependo la volontà dell’astrofisica di portare avanti l'attività di divulgazione scientifica sviluppata nei dieci anni di collaborazione con Marco Santarelli con il quale ha firmato tre libri. Tra i progetti di punta c’è la catalogazione del lascito libraio di Margherita e di suo marito Aldo De Rosa, ben 18.000 volumi, in collaborazione con il Comune di Trieste. I volumi saranno poi custoditi in una biblioteca a lei dedicata, a Trieste. La Fondazione porta avanti un progetto di divulgazione scientifica, La Scienza in Valigia, che si sviluppa in diverse modalità, dal libro (Ed. Arkhè), al format tv condotto da Marco Santarelli (andato in onda su Marcopolo, AlmaTv, al canale 5065 di Sky e al 65 del dgt, Rai 4, Rai 5 e ora in onda su BFC Video - Sky 511, Tivusat61, 260 dgt - e in streaming su www.ilsole24ore.com e www.bfcvideo.com), al progetto musicale con lo spettacolo teatrale #Scienzacolo. L’obiettivo della Fondazione è quello di parlare di questioni complesse con parole semplici, raccontando la scienza dal Big Bang ai giorni nostri attraverso musica ed esperimenti. Con le scuole, oltre al laboratorio musicale, svolgiamo anche attività di sensibilizzazione all’uso consapevole dei social network, dei videogame in rete e del web in generale, cybersecurity e cyberbullismo.

Marco Santarelli
Docente di Semiotica, Corsi in Security by Design, Filosofia delle Relazioni e Intelligence. Responsabile Laboratorio IC2 Lab di Intelligence, Communication and Complexity. Presidente della Commissione Ricerca e Cibernetica in Poliarte - Accademia di Belle Arti e Design. Direttore Scientifico Fondazione Margherita Hack e ReS On Network - Intelligence and Global Defence. Chief Intelligence, Security and Defence Department di BSS - Business Support System. Visiting Professor nel Master in Comunicazione Digitale, Mobile e Social dell'Università di Parma. Lead Auditor 27001 e 19011 sulla Sicurezza delle informazioni. Master Executive in “Security e Intelligence” presso l'Università Internazionale di Scienze della Sicurezza e della Difesa Sociale; Corso Executive in “Terrorismo, Analisi e metodologie di prevenzione e contrasto” presso la SIOI – Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale e la NATO Defense College Foundation; Corso di Alta Formazione in “Humint: tecniche operative di intelligence e counter intelligence per le nuove sfide alla sicurezza nazionale” presso l'Istituto Gino Germani di Scienze Sociali e Studi Strategici. Partner e ricercatore da C.R.S.T., Centro di Ricerca sulla Sicurezza e il Terrorismo. Svolge come Responsabile progetti per ambiti di difesa internazionale e sicurezza nell'area "The Sensitive Future, Intelligence of Things e Humint" con studi verticalizzati in Data Science, Logica, Filosofia ed Ermeneutica nel campo di Teoria delle Reti, Scienze Sociali e della Complessità. Dopo gli oltre 10 anni di collaborazione con Margherita Hack, di cui è stato coautore, si occupa per la Fondazione a suo nome di divulgazione e promozione di borse di studio. Conduce la trasmissione televisiva “La Scienza in Valigia” andata in onda su Marcopolo (AlmaTv, canale 65 dgt, 5065 Sky) e ora rubrica di Siamo Jedi, su BFC Video (Sky 511, Tivusat 61, 260 dgt) e in streaming su www.bfcvideo.com e www.ilsole24ore.com, e Intelligence of Things, rubrica di Terzocanale Show, in onda su BFC Forbes (Sky 511, Tivusat61, 260 dgt e in streaming su www.bfcvideo.com).  

CALENDARIO 100% HACK

9 marzo
– “A cena fra le stelle” presso L’Argine a Vencò di Antonia Klugmann, per inaugurare il viaggio culinario in Italia per celebrare il centenario di Margherita Hack

18
marzo – ORIENTATI 2022 – “Cosa c’è nel tuo futuro?”. Laboratorio di sensibilizzazione e orientamento per la sicurezza cyber con professionisti specializzati in orientamento post diploma, tra cui il nostro direttore scientifico Marco Santarelli

28 aprile – Festival della Scienza “Sapere Aude”, evento annuale a cura del liceo scientifico G. Berto di Vibo Valentia. La Fondazione partecipa con una conferenza su sostenibilità ambientale, tutela del patrimonio ambientale; si svolgerà anche il primo incontro di giovani scienziate per il premio 100% Hack Award; la giornata si chiuderà con lo spettacolo “La Scienza in Valigia #Scienzacolo”

30 aprile/1 maggio – Scienza e Innovazione, con Blockchain Elite: intervento di Marco Santarelli e #Scienzacolo

10-11-12 maggio – Festival della Scienza “Margherita Hack”, MTM – Manifatture Teatrali Milanesi con sede al Teatro Litta e al Teatro Leonardo di Milano, dedicato alla divulgazione scientifica. Lo #Scienzacolo chiuderà i tre giorni il 12 maggio

23-25 maggio – 3 giornate dedicate a Margherita Hack, Istituto Comprensivo “Margherita Hack” di Roma. #Scienzacolo per le classi delle scuole d’infanzia, primaria e secondaria con laboratori 

8 giugno – Convegno organizzato dall’associazione Donne al Centro a Roma

10-11-12 giugno – “Libri sotto le stelle. Dedicato a Margherita Hack”. I° edizione del festival letterario di Pomezia. Presentazione di libri, caffè con autori/autrici; letture, laboratori e spettacoli per bambini/e, musica, murales. Il 10 giugno ci sarà la presentazione del libro “La Scienza in Valigia”, seguita da una tappa dello #Scienzacolo

12 giugno – Galileo’s Journey – Il Viaggio di Galileo, immagina come lo scienziato pisano avrebbe potuto scrutare il cielo attraverso l’uso della moderna tecnologia scientifica: il telescopio ottico La Specola Margherita Hack dell’Osservatorio astronomico di Trieste, presso il Teatro Rossetti di Trieste, in collaborazione con il Conservatorio Tartini, per festeggiare il centesimo compleanno della Hack

13 giugno – “Cena fra le stelle” con Carlo Cracco. Garden party a Milano

5 ottobre – Consegna del Premio 100% Hack Award durante la 19ma edizione del Premio Areté 2022 che si terrà presso l’Università Bocconi di Milano nell’ambito del Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale

1-2 dicembre – due soirée dello #Scienzacolo in collaborazione con il Teatro degli Eroi (Rm)

A “Cena fra le stelle”.
Hanno aderito Antonia Klugmann (prima tappa 9 marzo nel suo ristorante “L’Argine a Vencò in Provincia di Gorizia; Carlo Cracco che a Milano ospiterà il party in onore della Hack nel mese della sua nascita, giugno; ci si trasferirà poi a Firenze dove è nata l’astrofisica e questa volta l’anfitrione sarà Massimo Bottura con una cena che avrà per Teatro l’Osteria Gucci di Piazza della Signoria; penultima tappa a Napoli dove l’Associazione “Pizza verace napoletana” dedicherà alla Hack una non stop di degustazione dal titolo eloquente “Una pizza per Margherita”. Ultimo atto a Roma nella fascinosa sede di Villa Letizia, presso l’Enoteca La Torre, arcipremiato ristorante capitolino dove a firmare la cena sarà Domenico Stile.

Cena di beneficienza per la Fondazione Margherita Hack 100% Hack
La Chef Antonia Klugmann è onorata di ospitare mercoledì 9 marzo, presso il ristorante L’Argine a Vencò di Dolegna del Collio, la prima cena di beneficienza di raccolta fondi per il varo della Biblioteca Margherita Hack.

Klugmann è nata e cresciuta Trieste. Come tanti concittadini era abituata e vedere Margherita Hack in bicicletta attraversare le vie della città: “Spesso incontravo la prof.ssa Hack al mattino andando a scuola. La vedevo passare in bicicletta. Era un personaggio mitico. La sua passione era in grado di evocare grande poesia intorno ad un lavoro di ricerca scientifica. Se i film di Indiana Jones per un momento mi hanno fatto sognare di diventare archeologa, Margherita Hack mi ha fatto guardare le stelle in un modo diverso. Oggi, da adulta, comprendo ancora di più quanto siano preziose ed eccezionali le persone che come lei sono in grado di ispirare bambine e bambini, aprire il loro spettro di possibilità e la loro immaginazione.”

La serata inizierà alle ore 20:00. Il costo del biglietto è pari a 150 € ed include un menù da 6 portate creato per l’occasione, i vini forniti dalla Fondazione, acqua e caffè.

Per prenotazioni:
Sito web: www.largineavenco.it 
E-Mail: info@largineavenco.it 
Tel: +39 3505212804


[home page] [lo staff] [meteo]