torna alla homepage


Trieste Photo Days 2021: le prime anticipazioni


Torna per l’ottava edizione il festival internazionale di fotografia urbana Trieste Photo Days che si terrà in un circuito di sedi espositive a partire già da agosto con una serie di eventi in anteprima che si svolgono fuori città (Photo Days Tour) con mostre a Parenzo (Croazia), Roma, San Daniele del Friuli, Cormòns, Sacile e al Trieste Airport.

Il clou del Festival si svolgerà dal 28 ottobre al 1 novembre 2021 in un weekend fitto di mostre, incontri e workshop.

Ecco qualche anticipazione sul programma del Festival che verrà presentato ufficialmente al pubblico giovedì 28 ottobre 2021 all’Auditorium del Museo Revoltella, alla presenza delle autorità.
Gli ospiti

La rassegna vedrà tra gli ospiti autori di livello internazionale come Paolo Pellegrin, Francesco Cito e, in collegamento live Bruce Gilden, icona vivente della street photography e presidente della giuria di URBAN Photo Awards 2021. A Gilden spetterà il compito di selezionare il vincitore assoluto di URBAN 2021 durante la cerimonia di premiazione prevista sabato 30 ottobre 2021 all’Auditorium del Museo Revoltella.

Le mostre

Numerose le mostre in programma, a partire dalle esposizioni di URBAN Photo Awards 2021: alla Biblioteca statale Stelio Crise, in Sala Xenia (sede principale del Festival) e al Civico Museo Sartorio con la mostra-premio dei quattro progetti di URBAN selezionati da Laura Carlini Fanfogna, direttore del Servizio Musei e Biblioteche del Comune di Trieste, e Claudia Colecchia, Responsabile della Fototeca e Biblioteca dei Civici Musei di Storia ed Arte del Comune di Trieste e allestiti con la collaborazione del Conservatore del museo Lorenza Resciniti.

Alla Biblioteca statale Stelio Crise sarà inoltre allestita la grande mostra, con presentazione del libro, Tales of the Unwritten dedicata ai grandi collettivi internazionali di street photography e agli autori coinvolti nel progetto.

Il Civico Museo d’Arte Orientale ospiterà un’imperdibile mostra personale di Graziano Perotti, Sri Lanka Stories. Gli scatti proposti dall’associazione dotART saranno selezionati da Michela Messina, Conservatore del museo e da Claudia Colecchia, Responsabile della Fototeca e Biblioteca dei Civici Musei di Storia ed Arte del Comune di Trieste.

Alla Stazione Rogers la mostra collettiva Utopia Melara, a cura di Graziano Perotti, dedicata all’edificio simbolo di Trieste.

Alla Sala Fittke la mostra Trieste Photo Young. All’Accademia Scaglia la mostra personale Spaces di Alexandra Sophie e la mostra Mythography con una sezione dedicata al grande Francesco Cito, ospite d’onore del progetto.

Anche quest’anno verranno presentate in anteprima alcune mostre fuori città, prima fra tutte la mostra del Bruce Gilden Special Prize alla Galleria Umberto Mastroianni di Roma, presso i Musei di San Salvatore in Lauro; New Buildings a Milano; al Museo del Territorio di Parenzo (Croazia), la mostra-premio di URBAN; il Progetto Dante 2021. Un tributo fotografico al Museo del Territorio di San Daniele del Friuli e PixAround FVG a Lignano Sabbiadoro. Una selezione dei migliori progetti di URBAN 2021 saranno esposti anche al Trieste Airport, al Museo del Territorio di Cormòns e all’Imaginario Gallery di Sacile.

Progetti

Spazio come sempre anche alle iniziative nate nell’ambito del festival che coinvolgono fotografi dai cinque continenti. Verranno presentati i volumi fotografici dedicati a Dante 2021. Un tributo fotografico curato dal professor Angelo Floramo; il grande volume collettivo Tales of the Unwritten che coinvolge anche produzioni dei più conosciuti collettivi internazionali di street photography: BULB Photos, iN-PUBLiC, Observe Collective, Un-posed, VoidTokyo, Women Street Photographers.

Saranno presentati anche il meraviglioso volume del Bruce Gilden Special Prize, con serie fotografiche dello stesso Gilden e di altri 10 fortunati autori selezionati direttamente dal maestro americano; Mythography, il primo dei 5 volumi liberamente ispirati alle divinità del pantheon romano, con foto di Francesco Cito e altri autori, e curato dal professor Enrico Medda; URBAN Unveils the City and its Secrets vol. 07, che contiene il meglio del concorso URBAN 2021 e l’URBAN Book Award; PixAround, primo volume del progetto fotografico dedicato alla scoperta della Regione FVG; il libro George di Giorgio Galimberti e Cities 9 a cura di Italian Street Photography.

Incontri, workshop e MasterClass

Domenica mattina 31 ottobre, Paolo Pellegrin terrà un incontro pubblico presentando il suo progetto Antarctica, affiancato dal direttore artistico del Festival Angelo Cucchetto e da Andréa Holzherr, coordinatrice mostre internazionali Magnum Photos.

Sabato 30 e domenica 31 ottobre saranno proposte tre MasterClass esclusive al Magazzino delle Idee, con tre ospiti d’eccezione per altrettante imperdibili occasioni: Francesco Cito, fotogiornalista pluripremiato, vincitore di due World Press Photo con un focus su L’idea dietro la foto; Andréa Holzherr, coordinatrice mostre internazionali Magnum Photos con un focus su Progetti espositivi, costruzione e presentazione mostre; Alberto Prina, coordinatore del Festival della Fotografia Etica di Lodi con focus su Festival di fotografia, occasioni per autori.

Lunedì 1 novembre sarà una giornata dedicata ai professionisti, con talk e seminari organizzati dall’Accademia Scaglia e da Roberto Tomesani, coordinatore dell’Associazione italiana Fotografi professionisti Tau Visual.

Il Festival ospiterà inoltre due workshop fotografici: uno a quattro mani sulla moda con Alexandra Sophie e Enrico Scaglia, l’altro con Giorgio Galimberti: “Volti, Luci, Ombre di Trieste”.

Graziano Perotti selezionerà e premierà i migliori progetti tra quelli pervenuti attraverso un’iniziativa dedicata di dotART di consulenze progettuali.

Molti ancora sono gli incontri che si svolgeranno durante tutto il weekend del Festival alla Sala Xenia, sede di riferimento del Festival.

Il 2021 è anche l’anno del lancio di Trieste Photo Young, il challenge internazionale gratuito dedicato ai fotografi under 30, promosso dall’associazione culturale dotART con il sostegno della Fondazione Pietro Pittini e in coorganizzazione con il Comune di Trieste PAG – Progetto Area Giovani. Le finali e la premiazione avverranno in diretta durante il Festival.

A coronare il programma espositivo le mostre del Trieste Photo Fringe, il “festival diffuso” di Trieste Photo Days che si svolge in un circuito selezionato di locali del centro città.

Trieste Photo Days è promosso dall’associazione culturale dotART di Trieste con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia – Assessorato alla Cultura, della Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali, della Fondazione Pietro Pittini e in collaborazione con il Servizio Musei e Biblioteche e il Servizio Promozione Turistica, Eventi Culturali e Sportivi del Comune di Trieste e il Ministero della Cultura Segretariato regionale FVG.

Il Festival conta inoltre sulla collaborazione con il Ministero della Cultura – Biblioteca statale Stelio Crise di Trieste, ERPAC FVG e Stazione Rogers; le Partnership con La Cappella Underground – Trieste Science+Fiction Festival e Matrix4Design di Milano; la collaborazione con il Centro Studi dell’opera di Umberto Mastroianni e Il Cigno GG Edizioni di Roma, l’Associazione italiana Fotografi professionisti Tau Visual, Imaginario Gallery di Sacile; la collaborazione con i Comuni di Cormòns, Lignano Sabbiadoro, San Daniele del Friuli e la Biblioteca Guarneriana.

Direzione artistica del Festival: Angelo Cucchetto.

Main Partner: Install.Pro, Accedemia Scaglia, Unicusano Trieste e Fineart Connection.

Partner tecnico: Innova FVG – FabLab.

Media partner: Trieste.news, Il Fotografo, Open Eye, Better Photography e Tagree.

Per il sostegno a URBAN Photo Award 2021 si ringrazia FUJIFILM Italia, Stroppa, Vitec Imaging Solutions (Manfrotto, JOBY, Lowepro), The School of Creative Photography Crakow e PhotographyCourse.net.


[home page] [lo staff] [meteo]