torna alla homepage


Cividale del Friuli: nasce MADA il temporary lab
della creatività femminile


Aprirà a giugno, a Cividale del Friuli, M.A.D.A. (Mani Arte Donna Artigianato), un temporary lab nato dall’esigenza dell’Assessorato alle Pari Opportunità della Città Ducale di creare occupazione al femminile attraverso lo sviluppo di attività artistiche e artigianali, dando spazio alla creatività e al saper fare delle donne del territorio. È stato naturale, dunque, coinvolgere l’associazione culturale “Noi… dell’arte”, attiva, con questa finalità, da quasi dieci anni in regione e organizzatrice del Civi Design Market, la mostra mercato dedicata al design handmade emergente che anima in vari periodi dell’anno la piazzetta di Corte San Francesco.

Proprio a due passi da questa piccola “corte dell’arte”, nascerà M.A.D.A. un acronimo ispirato alle Mani - Arte - Donna – Artigianato: da giugno a settembre 10 artiste, artigiane e designer residenti nei comuni appartenenti all’Ambito territoriale del Natisone potranno animare un laboratorio per creare, ma anche uno spazio per presentare le proprie realizzazioni al pubblico. “La location ideale per questo originale temporary lab - spiega l’assessore Angela Zappulla - è ricaduta su alcuni locali in Largo Boiani, in quanto luogo centrale e porta d’ ingresso di questa piccola corte. Le finalità sono sia espositive che commerciali con l’ambizione di creare flusso economico e turistico in luoghi centrali della città, ormai da troppo tempo vuoti e sfitti.” La call di partecipazione attiva è aperta a artiste e designer dei settori: accessori, bijoux, moda, ceramica, arredo, grafica, pittura e fotografia, residenti sul territorio dell’Ambito distrettuale. Il bando è disponibile sul sito www.cividale.net e le domande dovranno pervenire via email a noidellarte@libero.it entro e non oltre il 19 maggio.

“M.A.D.A. - aggiunge la presidente di Noi dell’arte, Antonella Pizzolongo - rappresenta una rispo-sta alle necessità delle donne creative emergenti del territorio che non hanno la possibilità di per-mettersi uno spazio espositivo personale, ma che troveranno qui un supporto e uno luogo di con-divisione e crescita.” Il programma di attività del temporary lab prevede, inoltre, l’organizzazione di esposizioni temporanee, knitcafè, workshop creativi per bambini e altri eventi che mettano al centro l’arte al femminile. “La prospettiva - continua l’assessore Zappulla - è di farne un piccolo centro nevralgico di arte e passione in cui donne dotate di fantasia, creatività, entusiasmo possano, attraverso il loro lavoro arricchire la città e coinvolgere sempre più realtà che vadano a vivacizzare il nostro prezioso centro storico.”

Saranno parte del progetto del temporary lab anche il gruppo del progetto “Donne in pari …tra ar-ti mestieri e nuove professioni” presentato del Servizio Sociale dei Comuni dell’Ambito Territo-riale del Natisone e finanziato dalle Pari opportunità della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. “In questi mesi è stato realizzato un atelier creativo - spiega la referente del progetto, Serena Bon - a cui hanno partecipato circa 10 donne che hanno potuto conoscere diverse tecniche tessili artigianali e creative: tessitura, cucito, tintura naturale e stampa dei tessuti. Nel percorso si è puntato a fornire elementi, spunti e idee, supporti utili allo sviluppo di attività e iniziative a partire dall’esperienza dei laboratori, in un’ottica progettuale.”


[home page] [lo staff] [meteo]