torna alla homepage


"Laguna d’autunno 2021": ritornano le crociere
con aperitivo alla scoperta dei colori e dei paesaggi
delle Riserve Naturali di Marano Lagunare


Respirare l’aria salmastra e riempirsi gli occhi di magnifici colori e paesaggi, cullati dal leggero sciabordio delle onde. E’ un toccasana per la mente e per il corpo la proposta “Laguna d’autunno 2021”, che il Battello Santa Maria ha preparato per gli amanti della natura e del turismo slow in vista della stagione autunnale: dal 19 settembre al 24 ottobre, per sei domeniche successive, in compagnia di Capitan Nico Pavan, si viaggerà all’interno delle Riserve Naturali di Marano Lagunare, per godere della magica luce dei tramonti del nord est e osservare lo spettacolo degli uccelli migratori che arrivano dall’Europa settentrionale e si fermano in vista dell’inverno. 

La laguna della Bassa Friulana d’autunno si popola di vita e di colori: è uno dei primi punti di sosta che i volatili provenienti dai paesi nordici incrociano nella loro traversata continentale verso sud. Sono migliaia gli uccelli che guidati dalla loro bussola interna si muovono per raggiungere il Mediterraneo: nella laguna maranese trovano ad accoglierli temperature più miti e la tranquillità di una riserva naturale. Le alzavole, simbolo della Riserva “Valle Canal Novo”, insieme alle canapiglie, ai colorati mestoloni, alle morette, ai moriglioni e allo smergo minore giungono in laguna già in agosto, mentre a inizio settembre è la volta dei trampolieri, come il piovanello pancianera, la pivieressa e il chiurlo maggiore. I gruppi più numerosi sono rappresentati dalle anatre, dalle folaghe provenienti dall’Europa settentrionale, dalle oche e dai trampolieri provenienti dalla Siberia.

I mesi autunnali sono un periodo ideale per osservarli nel loro habitat, addentrandosi nell’intrico di canali e rii, di acque dolci e salate, di canneti e casoni che costituiscono l'essenza dell’ambiente acquatico che circonda la vivace cittadina di Marano Lagunare. Le barene diventano rosse, il canneto raggiunge la sua massima altezza, pronto a nascondere i migratori stremati dal loro lungo volo. Sarà la casa dei nuovi arrivati e, in primavera, la culla dei nuovi nati. Questa e tante altre vicende saranno la base dei racconti di capitan Nico, maranese doc e grande esperto del territorio. Saranno storie di terra e di mare ad accompagnare la navigazione a bordo della motonave Santa Maria, che partirà tutte le domeniche alle 16.30 da Marano Lagunare, in Piazza Cristoforo Colombo (dalla Vecchia pescheria), per navigare alla volta della Litoranea Veneta, lambendo i confini della riserva naturale “Foci dello Stella”. Si potranno così osservare da vicino i casoni, le antiche abitazioni dei pescatori di Marano, con i loro tetti a spioventi ricoperti di paglia e canne, che i maranesi si tramandano di padre in figlio. 

Durante il tragitto verrà servito a bordo un aperitivo di benvenuto con tartine e prosecco. Il rientro a Marano, sempre navigando fra i canali della laguna, accompagnati dai racconti della guida e da canti della tradizione marinara, è previsto per le 18. L’iniziativa è rivolta a tutti gli amanti della natura, gli appassionati di navigazione e fotografia, le famiglie con bambini. Il costo dell’iniziativa è di 15 euro per gli adulti e 7 euro per i ragazzini da 6 a 12 anni, mentre i bimbi di età inferiore ai sei anni non pagano nulla. La crociera si svolge nel rispetto della normativa anti-Covid-19: è obbligatoria la prenotazione (telefonando a Nico al 3396330288 oppure scrivendo a info@battello santamaria.it o su Facebook nel gruppo Battello Santa Maria).


[home page] [lo staff] [meteo]