torna alla homepage


Cividale del Friuli: il bilancio dei Corsi Internazionali
di Perfezionamento Musicale appena conclusi


Superate anche quest’anno le più rosee aspettative: gli allievi iscritti ai Corsi Internazionali di Perfezionamento Musicale di Cividale del Friuli hanno toccato quota 150. E il pubblico ai concerti serali di musica da camera è stato quanto mai numeroso: “16 concerti tutti esauriti, 1.500 persone paganti oltre al pubblico non pagante, nei luoghi più belli e suggestivi della città” dichiara l’assessore alla Cultura Angela Zappulla.

“Studenti iscritti da tutta Europa, 12 iscritti dall’Ohio, uno addirittura dal Giappone, 30 Maestri, 750 ore di lezioni, 16 concerti oltre ai saggi quotidiani, alcune classi di strumento esaurite a pochi giorni dall’avvio delle iscrizioni” spiega soddisfatto il Direttore Artistico dei Corsi di perfezionamento Musicale, con correlato Festival di Musica da Camera, Andrea Rucli.

Un consuntivo, quindi, di tutto rispetto per questa XXXIa edizione appena terminata, organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune e dall’Associazione Musicale Sergio Gaggia.
“La città per quindici giorni è stata partecipe attiva di questa manifestazione – continua Rucli – grazie anche a numerosi cittadini e associazioni che l’hanno vissuta in prima persona avendo ospitato studenti o maestri, oppure avendo messo a disposizione sale e luoghi per le lezioni”. 

Importante anche l’indotto economico ad essa legato “visto che 180 musicisti, fra studenti e maestri, per quindici giorni, hanno usufruito delle attività economiche e produttive cittadine, basti pensare anche solo ai bar, senza dimenticare i pernottamenti in alberghi e bed and breakfast” dichiara la Zappulla, che parla di “autentico successo, questa edizione, grazie al superbo lavoro del Maestro Andrea Rucli, ai collaboratori dell’Associazione Musicale Sergio Gaggia e al personale dell’Ufficio Cultura”.

Vincente quest’anno l’abbinata della musica alle bellezze culturali cittadine: “i concerti organizzati nelle chiese, in Palazzo de Nordis e nel Monastero sono state vere occasioni di conoscenza e valorizzazione culturale – conclude l’assessore – basti pensare anche al concerto delle 7 di mattina di sabato 11 agosto nelle antiche vigne del Monastero di Santa Maria in Valle che ha richiamato non solo tanti cividalesi nostalgici degli anni giovanili trascorsi a scuola presso le Orsoline, ma anche tanti udinesi che non avevano mai visitato il Tempietto Longobardo”.

“Un grande ringraziamento quindi ad Andrea Rucli e agli illustri Maestri intervenuti, agli studenti e all’affezionato pubblico – conclude la Zappulla – con l’auspicio di ritrovarci tutti assieme anche il prossimo anno”. 

http://www.cividale.net


[home page] [lo staff] [meteo]