Comune di Trieste

foto di Lorenzo Bencich


torna alla homepage


Con la nuova App "Fido&Micio"
l'Ufficio Zoofilo ancora più digitale


Un’importante novità digitale riguardante l’Ufficio zoofilo comunale è stata presentata venerdì 20 gennaio presso la sala Tergeste del Municipio di Trieste, nel corso di una conferenza stampa stampa introdotta dall’Assessore alle Politiche dei Servizi Generali con delega all’Innovazione tecnologica e transizione digitale e Affari ed educazione zoofila, Michele Lobianco alla presenza del Direttore del Dipartimento Innovazione e servizi al cittadino, Lorenzo Bandelli, del Direttore del Servizio Ambiente e Verde Pubblico, Lucia Iammarino e del Responsabile della Sostenibilità ambientale, Gian Piero Saccucci Di Napoli assieme al personale degli uffici.

“Siamo qui nella sala dove si celebrano i matrimoni – ha esordito l’Assessore Lobianco – perché oggi celebriamo quello tra la tecnologia digitale e il mondo zoofilo, con la presentazione della nuova App “Fido&Micio”. Ho voluto creare quest’applicazione dedicata agli animali d’affezione, cani e gatti, dei quali il Comune ha responsabilità di amministrazione – ha spiegato Lobianco – in quanto ormai esistono applicazioni su qualsiasi argomento e c’era un vuoto da colmare dal punto di vista della comunicazione con gli uffici del Comune che si occupano di un universo grandissimo come quello degli animali d’affezione: basti pensare che in città abbiamo più di 23mila cani e 6mila gatti dotati di microchip, con una stima di oltre 50mila gatti domestici. E l’innovazione tecnologica può fornire a questo universo un importante supporto”.

“L’auspicio – ha proseguito Lobianco - è che questa nuova App possa costituire un utile strumento per ogni tipo di esigenza conoscitiva dei tantissimi triestini che possiedono un cane o un gatto: dalla normativa in materia al cercare di fornire risposte esaurienti e immediate a domande frequenti, riguardanti l’anagrafe canina e felina, ma anche una panoramica, con tanto di fotografia e descrizione di età e razza, sui cani adottabili per il Comune di Trieste, le strutture di accoglienza, le spiagge accessibili ai cani, la mappa delle aree di sgambamento con i rispettivi orari di apertura e i numeri di soccorso per segnalare la presenza di eventuali animali feriti”.

“L’applicazione, che si presenta agile e immediata – come sottolineato da Bandelli - è stata realizzata da Media Technologies con grafiche di Jan Sedmak e sviluppata con l’importante apporto degli uffici comunali in pochissimo tempo. E’ scaricabile direttamente dal sito del Comune di Trieste (www.comune.trieste.it) e i canali social istituzionali o attraverso un QR code presente sui volantini distribuiti presso l’Urp e gli uffici comunali, ma gli utenti e gli interessati possono usufruire anche della versione per PC collegandosi già da adesso all’indirizzo web https://fidomicio.comune.trieste.it/”. 

“L’app “a quattro zampe” – ha concluso Bandelli - sarà in costante aggiornamento grazie anche ai contributi che i cittadini potranno inviare all’ indirizzo di posta elettronica urp@comune.trieste.it”. 

I tecnici di Media Technolgies hanno quindi illustrato le caratteristiche della App del sito, mostrandone le modalità di navigazione e indicandone le sezioni presenti: Fido, Micio, Emergenze e Avvisi.

“Sono particolarmente felice della presentazione di questo strumento, che ritengo davvero molto bello, dedicato a cani e gatti e di cui siamo tra i primi in Italia a dotarci. Amate tutti gli animali, abbiatene rispetto e cura e se desiderate un cane o un gatto il primo posto dove cercarlo è in un canile o un gattile; in ogni caso – ha raccomandato in conclusione Lobianco – che questa sia sempre una scelta consapevole, certa e rispettosa del benessere di anime sensibili e pure quali sono quelle dei nostri amici animali”.


[home page] [lo staff] [meteo]