Comune di Trieste


torna alla homepage


Struttura di Supporto ai RUP: presentato l'avviso pubblico-indagine di mercato per la formazione
di un Elenco "Struttura di Supporto ai RUP"


Presentate in Municipio dall'assessore comunale ai Lavori Pubblici Elisa Lodi con il direttore di Area Enrico Conte, le modalità concernenti l'avviso pubblico-indagine di mercato per la formazione di un Elenco “Struttura di Supporto ai RUP” (Responsabile Unico del Procedimento) di professionisti abilitati per l'affidamento di servizi di alta specializzazione, tecnici, giuridici, amministrativi, economico – finanziari e tributari, atti a svolgere servizi ricompresi negli studi di fattibilità per Opere Pubbliche da realizzarsi tramite Finanza di Progetto, nonché attività tecnico – amministrative e studi di fattibilità economico-finanziaria ad esse connesse. Le domande di iscrizione vanno presentate entro 31 dicembre 2018.

“L'Area Lavori Pubblici, Stazione Appaltante, nell'ambito delle azioni che hanno lo scopo di rinforzare la struttura di supporto ai RUP (prevista dal Codice dei Contratti Pubblici), intende procedere alla formazione di un Elenco di professionisti abilitati, per importi inferiori a 100.000,00 euro, per svolgere servizi ricompresi negli Studi di Fattibilità Tecnico Economica per le Opere Pubbliche da realizzarsi tramite Finanza di Progetto – ha spiegao l'assessore Lodi -. Un elenco da cui l'Amministrazione comunale potrà attingere le figure professionali necessarie vista la mole di attività dell'area Lavori Pubblici. Già nel 2016 con apposito verde di Giunta era stato istituito un elenco specifico aperto alle piccole imprese per creare lavoro sul territorio. In questo senso, l'elenco per il supporto ai Rup vuole incentivare le possibilità occupazionali per professionisti e imprese”.Lo scopo, ha poi aggiunto Lodi, è di migliorare la qualità e la quantità della programmazione e della progettazione complessiva delle opere pubbliche del Comune, nel cui ambito è già stata istituita una struttura stabile di supporto organizzativo dei RUP. E sono state avviate iniziative, anche formative, per creare le migliori condizioni a un lavoro integrato pubblico-privato e a intensificare rapporti e collaborazioni con i professionisti dei settori interessati, proprio attraverso Elenchi, incontri pubblici e Accordi con la locale Università degli Studi per i Tirocini, Tesi Sperimentali e per Dottorati di Ricerca (da ultimo sul BIM con il Dipartimento di Ingegneria ed Architettura, del Giugno 2018).

Un'azione di rinforzo della struttura a supporto ai RUP che si inquadra nel più generale compito della Stazione Appaltante-Area Lavori Pubblici, Finanza di Progetto e Partenariati – ha precisato Conte - di sostenere lo sforzo organizzativo richiesto dalla molteplicità di progettazioni, gare d'appalto, e/o concessioni, dovute ad una molteplicità di fattori, tra i quali lo sblocco dei finanziamenti dovuto al Patto di Stabilità, nonché alla gestione diretta di operazioni di riqualificazione in Porto Vecchio (Centro Congressi, Urban Center Imprese, Museo del Mare, parcheggio Bovedo, recinzione Viale Miramare, opere di urbanizzazione: sottoservizi e strade, Mercato del pesce), acquisito al patrimonio Comunale dal 31 dicembre 2016 e che si aggiungono alle operazioni e ai lavori pubblici tradizionalmente realizzati in città. Va detto che per la prima volta, dopo che il nuovo codice del 2016 ha sviluppato questa normativa, si fa un'indagine di mercato per professionisti dotati di competenze economiche e giuridiche (nella materia giuridica del codice degli appalti) specifiche, che siano studi di professionisti o associazioni (non singoli professionisti). L'affidamento è appunto l'appalto di servizi – ha aggiunto Conte -.

Inoltre, l'Elenco di “Struttura di Supporto ai RUP” non mette in atto nessuna procedura selettiva, poiché si tratta di un'indagine di mercato, né prevede alcuna graduatoria di merito delle figure professionali, ma semplicemente individua i soggetti da invitare per affidare eventuali incarichi nelle forme dell’Appalto di servizi (come già previsto dal previgente “Codice “del 2006, art 10,7°che coglieva una tendenza dei professionisti ad associarsi) di importo inferiore a 100.000,00 euro, in base alle esigenze dell'Amministrazione, attingendo alle istanze di iscrizione all'Elenco che perverranno a seguito dell'Avviso.

“Ci aspettiamo che arrivino domande di iscrizione da parte di reti di professionisti o che si organizzino per costituirsi in rete, come già avviene in altre realtà italiane – ha detto infine il direttore Conte - poichè l'incarico verrà affidato alla rete costituita da professionisti di questo settore”-.

Le prestazioni che potranno essere richieste agli iscritti nell’Elenco: Studi di fattibilità per Opere Pubbliche; Attività Tecnico-Amministrativa; Studi di fattibilità Economico-Finanziaria; Procedure di affidamento di convenzioni tra pubblico e privato; attività contrattualistica per PA –redazione di Piani economico-finanziari. 

Per incarichi di importo inferiore a € 40.000,00 si procederà mediante affidamento diretto sulla base delle competenze e esperienze dimostrate nel CV.

Per incarichi di importo pari o superiori a €. 40.000,00 ma inferiori a €. 100.000,00 i soggetti qualificati, inseriti nei predetti Elenchi, saranno invitati di volta in volta mediante lettera di invito. Gli incarichi verranno affidati nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità, rotazione e trasparenza. 

L'avviso integrale è pubblicato nella retecivica, alla pagina “lavori pubblici”


[home page] [lo staff] [meteo]