Comune di Trieste


torna alla homepage


"In my world. Là dove l'occhio non arriva": nella sala comunale d’arte di Trieste la mostra di Sara Jazbar


Mercoledì 7 novembre, alle ore 18.00, nella sala comunale d’arte di Trieste, in piazza dell'Unità d’Italia 4, sarà inaugurata la mostra "In my world. Là dove l'occhio non arriva" di Sara Jazbar.

Sara Jazbar si è appassionata alla fotografia qualche anno fa, senza sapere esattamente quale fosse il suo genere. In breve tempo ed in maniera del tutto naturale, ha poi intrapreso due strade: quella della macro fotografia e quella della fotografia ad infrarosso. Questi due generi hanno una cosa in comune, entrambi sono capaci di farci vedere il mondo in maniera alquanto diversa da come lo vediamo ad occhio nudo: la macrofotografia, portandoci vicino al soggetto e facendoci notare dettagli che altrimenti non riusciremmo a scorgere; la fotografia ad infrarosso mostrandoci delle lunghezze d’onda che non sono visibili all’occhio umano, andando quindi al di là della nostra consueta dimensione del colore. L'infrarosso è una vera passione: è sì, una tecnica fotografica e la fotografia è un mezzo nato per mostrare la realtà, per immortalare momenti che resteranno sempre con noi, ma allo stesso tempo porta lo spettatore in un mondo fiabesco, un mondo familiare ed allo stesso tempo magicamente diverso, dove tutto sembra possibile ed incantato.

L'occhio umano è sensibile solamente alle onde elettromagnetiche con lunghezze d'onda comprese tra 400 e 700 nm (spettro visibile). Questo intervallo di lunghezze d'onda costituisce una porzione assai piccola dell'intero spettro delle onde elettromagnetiche. In questa mostra potrete vedere una piccola parte di ciò che sta oltre, di ciò che esiste ma non potete vedere, un mondo incantato.

Le fotografie in mostra sono state realizzate tutte con una macchina fotografica a cui è stato modificato il sensore, togliendo il filtro passa basso e sostituendolo con un filtro ad infrarosso 720nm. In produzione a tutte è stato applicato lo swap dei canali rosso e blu, tecnica comune in questo genere che riporta il cielo ad un colore più vicino a quello a noi conosciuto.

La mostra rimarrà aperta liberamente al pubblico fino al 25 novembre, con orario feriale e festivo: 10.00-13.00 e 17.00-20.00.


[home page] [lo staff] [meteo]