Comune di Trieste

foto di Lorenzo Bencich


torna alla homepage


Presentato il Cartellone 2022-2023 della
38ª Stagione del Teatro in Dialetto Triestino


E’ stato presentato lunedì 12 settembre, in Sala Giunta, la 38esima Stagione del Teatro in Dialetto Triestino, organizzata e promossa da L’ARMONIA APS – Associazione tra Compagnie Teatrali Triestine (affiliata F.I.T.A. – F.I.T.A.-U.I.L.T. FVG) con il patrocinio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e del Comune di Trieste e con il contributo della Fondazione CRTrieste.

L’evento è inserito nel Progetto L’ARMONIA teatro amatoriale sostenuto con fondi regionali dalla F.I.T.A. – U.I.L.T. FVG APS.

La trentottesima Stagione è stata illustrata dall’Amministrazione comunale, dal neo presidente de L’Armonia, Paolo Dalfovo e dal riconfermato direttore artistico, Riccardo Fortuna.

La nuova Stagione prenderà il via il 22 ottobre e si concluderà ai primi di aprile nella storica sede del teatro di via Ananian. Le giornate di spettacolo – è stato comunicato - non saranno più sei, ma vengono ridotte a quattro: L’ARMONIA si è vista infatti costretta a tagliare la giornata del venerdì (sia per il primo che per il secondo turno), e lo stesso vale anche per gli spettacoli “fuori Abbonamento”. I prezzi degli abbonamenti sono rimasti congelati rispetto ai biglietti, che hanno subito invece un piccolo aumento.

Il Cartellone 2022-2023 presenta 8 commedie in abbonamento e 2 fuori abbonamento. Saranno – hanno riferito i referenti de L’Armonia - spettacoli variegati nei temi e nei generi, in prevalenza comici e brillanti o anche tinti di giallo, ma non mancherà la commedia musicale. Il Teatro vedrà protagonisti gli oltre 160 soci (autori, registi, attrici, attori, tecnici, ecc.) di nove delle dieci Compagnie de L’ARMONIA, tutte affiliate F.I.T.A. – Federazione Italiana Teatro Amatori APS.

Il debutto della nuova Stagione vedrà protagonista il Gruppo IL GABBIANO APS con la commedia LE SCALMANE da "Estate indiana" di Aldo Nicolaj, adattamento in dialetto triestino di Monica Parmegiani, regia di Riccardo Fortuna (22-23/29-30 ottobre).

Seguirà il Gruppo PROPOSTE TEATRALI APS e la nuova commedia STAR(S) IN CANON da "Attori e Malfattori" di Rodolfo Torrisi e Ernesto Mangano, adattamento e regia di Alessandra Privileggi (5-6/12-13 novembre).

Il terzo appuntamento sarà con la Compagnia EX ALLIEVI DEL TOTI APS e la commedia OPERAZION PONTEROSSO da “Occhio alla Spia” di John Chapman e Michael Pertwee, traduzione di Maria Teresa Petruzzi (per gentile concessione della MTP Concessionari Associati S.r.l. – Roma), adattamento in dialetto di Roberto Tramontini e regia di Paolo Dalfovo (19-20/26-27 novembre).

A chiudere la prima parte del Cartellone sarà, in dicembre, uno spettacolo fuori abbonamento IL RATTO DELLE SABINE ovvero IL CAPOCOMICO TROMBONI di Carlo Lauf messo in scena dalla Compagnia I Zercanome de Gabrielli APS per la regia di Luciano Volpi.

Per iniziare in allegria il 2023 al teatro di via Ananian ritornerà l’appuntamento con la commedia musicale in dialetto firmata dalla Compagnia TUTTO FA BRODUEI APS che presenterà "HOTEL TRIESTE" da “Hotel a 5 Stelle” di Nicola Fraccalaglio, adattamento e regia di Stefano Volo & Valentina Bruni (21-22/28-29 gennaio).

A seguire, la Compagnia QUEI DE SCALA SANTA APS con la commedia MA CHI XE CHE COPA CHI? da “La stupidità dell’uomo comune" di Corrado Vallerotti adattamento in dialetto triestino di Sabrina Gregori e Adriana Ravalico, regia di Silvia Grezzi (4-5/11-12 febbraio).

Appuntamento “fuori abbonamento” quindi per una nuova Compagnia di recente associata a L’ARMONIA, l’ACADEMIA DE LA FRASCA APS, che metterà in scena la commedia CHI XE COLPA DEL MIO MAL di Bruna Brosolo e Lino Monaco, regia di Lino Monaco (18-19 febbraio).

Il quinto spettacolo in abbonamento vedrà impegnato il Gruppo AMICI DI SAN GIOVANNI APS con QUALCHE VOLTA I SOGNI liberamente tratto da “Nel cuor di Trieste” di Carlo Fiorello, testo e regia di Giuliano Zannier (25-26 febbraio/4-5 marzo).

La Stagione de L’ARMONIA proseguirà con la COMPAGNIA DEI GIOVANI APS e la loro nuova commedia CHE TRAFICO! di Agostino Tommasi, regia di Julian Sgherla (11-12 / 8-19 marzo).

L’ultimo spettacolo in abbonamento verrà allestito tradizionalmente dalla Compagnia de L’ARMONIA che presenterà SOTTOBANCO di Domenico Starnone, regia di Riccardo Fortuna (25-26 marzo/1-2 aprile).

Il Cartellone verrà presentato agli abbonati al Teatro di via Ananian domenica 25 settembre alle ore 18.00, con la Compagnia de L’ARMONIA che metterà in scena lo spettacolo OTELO di UGO AMODEO tragedia in un atto e un quadro in dialetto triestino ispirata ai lavori omonimi di W. Shakespeare e G. Verdi (con rispetto parlando), regia di Riccardo Fortuna. Lo spettacolo, a ingresso gratuito fino a esaurimento posti, viene proposto in occasione dei cent’anni dalla nascita del regista triestino Ugo Amodeo.

Quella della Stagione del Teatro in Dialetto Triestino – è stato detto ancora - rappresenta una presenza tradizionale nel panorama teatrale cittadino, un “ritrovarsi” con il pubblico al Teatro “Silvio Pellico” di via Ananian. Una produzione costante di spettacoli che testimoniano il trascorso storico-culturale della nostra città, che traspongono testi già noti, ma con ambientazioni e parlata genuinamente triestini, o che presentano testi originali che portano in scena il presente con le sue tematiche.

Tale attività si configura come un vero e proprio Teatro Stabile del Dialetto Triestino che, unico in Italia, presenta, ininterrottamente dalla sua fondazione nel 1984, Cartelloni con testi messi in scena dalle Compagnie associate. Divertimento, tradizione e cultura con le Compagnie de L’ARMONIA e la passione, la simpatia e l’entusiasmo di chi ama il Teatro e si prodiga per farlo, al fine di diffondere il patrimonio culturale e le tradizioni popolari che la Città e il Dialetto Triestino rappresentano.

Nell’occasione sono stati diffusi anche i dati statistici della Stagione del Teatro in Dialetto Triestino: sono state finora prodotte in totale 352 commedie in dialetto triestino, in gran parte testi originali e inediti; 2.097 repliche; 458.150 presenze che, mediamente in un’annualità pre-pandemia, si traducevano in 10 commedie prodotte, per circa 60 repliche e oltre 13.000 presenze solo al Teatro “Silvio Pellico”.

"È una grande emozione e soddisfazione ritrovarmi presidente de L'ARMONIA dopo aver partecipato alla vita dell'associazione da più di 35 anni con la compagnia Ex Allievi dei Toti” ha commentato il neo presidente, Paolo Dalfovo, parlando di “un impegno importante”. “Una nuova Stagione Teatrale di vera "ripartenza" che mi ha spinto, assieme al Consiglio Direttivo, a prendere decisioni importanti per dare solidità alla vita delle nostre Compagnie e alla loro attività di promozione sociale che si concretizza attraverso l'allestimento e la diffusione del Teatro in Dialetto Triestino”.

“Bentornati a Teatro: non nego di provare una certa emozione ad essere il direttore artistico de L’Armonia – ha aggiunto Riccardo Fortuna - e poter presentare la nuova Stagione. I titoli del Cartellone mi fanno già battere il cuore e non vedo l'ora di condividerli con il nostro pubblico. Sono sicuro che questo programma incontrerà un più vasto consenso e collocherà le Compagnie de L'ARMONIA nel posto che meritano a livello regionale e nazionale”.

E’ partita nel frattempo la campagna abbonamenti 2022-2023 presso TicketPoint in Corso Italia, 6 (I piano).

Da quest’anno, escluse le convenzioni, sarà disponibile anche la vendita online dei biglietti collegandosi al portale https://biglietteria.ticketpoint-trieste.it/ 

Ulteriori dettagli su modalità di acquisto e prezzi dei biglietti e degli abbonamenti su: https://teatroarmonia.com


[home page] [lo staff] [meteo]